Utilizzo dei VPN e statistiche sulla sicurezza dei dati nel 2017

Vi abbiamo presentato una breve panoramica di quelli che sono gli andamenti vitali di internet in un articolo precedente. Speriamo che l’abbiate trovato utile!

Ancora una volta,m vogliamo che i nostri lettori siano aggiornati con le ultime informazioni in merito ai VPN e alla sicurezza dei dati. Questo articolo riassume alcune delle panoramiche più recenti sull’argomento e molto altro.

Privacy dei dati

Il 2017 è stato un anno davvero importante in termini di attenzione pubblica sulle problematiche della sicurezza.

Privacy dei dati vs Sicurezza nazionale

In questo turbinio di opinioni in merito alla privacy, la maggior parte degli abitanti degli USA ha pensato che Apple avrebbe dovuto sbloccare l’iPhone del terrorista di San Bernardino.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Questo riflette un andamento generale. Gli abitanti degli USA sono preoccupati e pensano che il loro governo non stia facendo abbastanza per prevenire il terrorismo a livello informatico.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Preoccupazione crescente per il Business e l’utilizzo dei dati

Più del 95% degli abitanti degli USA, in una recente intervista, ha dichiarato di essere preoccupata di come le compagnie utilizzano i loro dati.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

L’Ad Blocking continua a crescere

I giganti di Internet come Apple e Google dichiarano di raccogliere informazioni sugli utenti per personalizzare le pubblicità che vengono mostrate. Tuttavia, i dati mostrano che gli utenti sono sempre più frustrati della pubblicità e si affidano agli ad blocker in maniera sempre maggiore.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Sommario di queste statistiche sulla privacy dei dati

Presi insieme, questi grafici dimostrano il bisogno crescente da parte dei consumatori e dei business di concentrarsi sulla sicurezza informatica più di quanto fanno già.

Questa attenzione, tuttavia, è complicata da un ambiente politico sempre più polarizzato, negli USA e nel mondo.

Dopo tutto, sta ai governi fare uno sforzo per far rispettare le leggi. Allo stesso tempo molti di questi governi sono alla ricerca di misure pensate per violare le misure di protezione dei dati.

Utilizzo dei VPN

Ovviamente, l’utilizzo dei VPN e la protezione dei dati sono strettamente correlati. Accedendo a un server separato per connettersi alla rete, i VPN rendono molto più difficile la vita agli hacker e alle parti terze che cercano di tenere traccia delle attività online. Il grafico seguente esamina l’utilizzo attuale dei VPN nel mondo.

I mercati migliori per l’utilizzo dei VPN

L’Asia e il Medio Oriente continuano a dominare la scena dei mercati dei VPN.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Frequenza d’utilizzo dei VPN

La maggior parte delle persone  che usano i VPN lo fanno almeno una volta alla settimana.

VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Navigazione anonima

La navigazione anonima è una delle ragioni principali dell’utilizzo dei VPN, specialmente in Arabia Saudita, India e Vietnam.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Accesso a Netflix

Un’altro utilizzo dei VPN riguarda l’accesso a contenuti online. Per esempio, quasi il 30% di tutti i VPN viene usato per accedere a Netflix, in base mensile.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Summario delle statistiche di utilizzo dei VPN

Il mercato di internet è in continua crescita, guidato dalle motivazioni globali che guidano tutto il resto. In aggiunta, lo streaming dei contenuti continua ad essere una delle motivazioni principali dell’utilizzo dei VPN, anche se l’accesso a Netflix è una sezione piccola dell’utilizzo da parte degli utenti.

Crimine informatico

Il crimine informatico continua ad evolvere. Come viene mostrato nel grafico seguente, il numero di accessi non autorizzati rimane alto, e la protezione nei confronti di questo tipo di reati rimane un aspetto principale della sicurezza.

Intercettazioni di dati

I numeri più recenti mostrano una continua crescita delle intercettazioni dei dati in tutto il mondo.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Minacce Online alla Privacy

Secondo il governo degli USA, i furti di identità sono il crimine informatico più diffuso negli USA.

VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Crimine informatico e numero di dispositivi posseduti

La minaccia di crimini informatici nei confronti dei consumatori aumenta in maniera corposa con il crescere del numero di dispositivi in possesso.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

La paura del crimine informatico cambia i comportamenti in rete

La paura dei furti d’identità e dei crimini informatici in generale hanno portato quasi il 30% di tutti gli utenti USA ad evitare le transazioni online spesso nel 2015.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Il crimine informatico contro i Business e le organizzazioni

Per i business e le organizzazioni professionali, la minaccia del crimine informatico a distanza è materia di misure di sicurezza, ma non sempre. Infatti, il 63% delle attività non ha un piano di risposta per queste evenienze.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

La sfida della protezione della privacy online

Ci sono numerosissime ragioni alla base del fallimento della protezione dei propri dati.
VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

La vulnerabilità Zero-Day

Le vulnerabilità zero-day sono cresciute del 125% dal 2013. In questo tipo di attacchi, gli hacker scoprono, avviano ed eseguono l’attacco nel giorno stesso, ben prima che le misure di sicurezza se ne accorgano e riescano a fare qualcosa.

VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Continua evoluzione del Ransomeware

Gli ultimi anni hanno visto un cambiamento del lancio di ransomeware da parte degli hacker. Nel 2008, questo tipo di attacchi veniva portato a termine con delle applicazioni che confondevano. Nel 2015, tuttavia, il metodo principale è il crypto-ransomware.

Il Crypto-ransomware compromette con le seguenti modalità:

  • Spam
  • Download diretto
  • Malvertising
  • Malware e botnets

VPN Use and Data Privacy Stats - vpnMentor

Sommario delle statistiche del crimine informatico

Con minacce come le vulnerabilità zero-day e il ransomeware, gli attacchi sono sempre più numerosi e potenti, sofisticati e il comportamento degli utenti sarà sempre più distorto. In aggiunta, con il crescere del numero di dispositivi in possesso, aumenta anche il rischio di subire attacchi.

Fonti:
http://www.kpcb.com/internet-trendshttps://www.globalwebindex.net/bloghttps://www.globalwebindex.net/blog/1-in-5-are-weekly-vpn-users/29-of-vpn-users-accessing-netflixhttps://www.globalwebindex.net/blog/1-in-5-are-weekly-vpn-usershttps://www.globalwebindex.net/blog/topic/vpnhttps://www.globalwebindex.net/blog/15-for-15-generation-vhttps://pagefair.com/blog/2015/ad-blocking-report/http://www.druva.com/blog/the-state-of-data-privacy-in-2015-infographic/http://www.pwc.com/gx/en/services/advisory/consulting/forensics/economic-crime-survey/cybercrime.htmlhttp://www.pewresearch.org/fact-tank/2016/02/19/americans-feel-the-tensions-between-privacy-and-security-concerns/http://www.people-press.org/2016/02/22/more-support-for-justice-department-than-for-apple-in-dispute-over-unlocking-iphone/https://www.ntia.doc.gov/blog/2016/lack-trust-internet-privacy-and-security-may-deter-economic-and-other-online-activitieshttps://www.symantec.com/security-center/threat-report

 

Condividi questo articolo su Facebook o Twitter

Ti è stato utile? Condividilo!
Condividi su Facebook
0
Tweetta
0
Condividi se pensi che Google non sappia abbastanza di te
0