Perché non dovresti utilizzare la tua Wi-Fi Airbnb

Per coloro che viaggiano spesso, Airbnb è un sito web fantastico per prenotare le sistemazioni. Non solo ricevi un prezzo decente (leggi: più economico di un hotel), ma hai anche una maggiore possibilità di sperimentare la cultura e le persone. Al giorno d’oggi, uno dei servizi offerti in quasi ogni Airbnb è la connessione Wi-Fi. A pochi minuti dall’arrivo, gli ospiti ricevono la password Wi-Fi e, pur non essendoci nulla di sbagliato in tutto ciò, l’utilizzo della Wi-Fi può essere pericoloso.

Se sei un visitatore o host, le tue informazioni e i tuoi account possono essere hackerati facilmente. Più avanti, ti mostriamo come proteggerti dall’hosting o mentre sei in viaggio.

La sicurezza Wi-Fi è motivo di grande preoccupazione

Ti sei mai chiesto con chi stai condividendo la tua connessione Wi-Fi mentre sei in vacanza? Non stiamo insinuando che Airbnb sia una community di hacker, ma le password Wi-Fi di tali sistemazioni, di solito vengono passate a un gran numero di persone, e le password non vengono modificate frequentemente.

Protesti connetterti a una rete hackerata da un visitatore precedente, oppure il proprietario potrebbe condividere la sua rete, rendendo meno sicura la connessione Wi-Fi.

Dato che molti host spesso condividono la stessa rete Wi-Fi con i propri ospiti, si mettono a rischio (Ecco 10 motivi in più per cui non dovresti più utilizzare una rete Wi-Fi pubblica).

Hackerare una rete Airbnb è molto semplice

Anche se la maggior parte delle reti Wi-Fi sono criptate, sono comunque molto semplici da hackerare.

Tutti i router domestici possono essere controllati attraverso un browser e chiunque, con un po’ di competenza tecnica, può scoprire rapidamente l’indirizzo IP assegnato. Se si inserisce l’indirizzo IP del router nella barra degli indirizzi di un browser, è possibile trovare rapidamente i dati d’accesso predefiniti e ottenere il controllo del router e della rete.

Non è tutto. Dopo essere entrati nel router, è possibile accedere e modificare il gateway. Ad esempio, puoi impostare un Raspberry Pi in modo tale che tutto il traffico della rete venga instradato attraverso il dispositivo.

Se hai il tuo server DNS su questo dispositivo, è possibile creare delle pagine simili a Gmail o Facebook. Una volta fatto, è molto semplice convincere chiunque sia presente nella rete a inserire i dati d’accesso. Non sapranno mai la differenza, ma in questo modo si avranno tutte le informazioni necessarie per rubare la loro identità.

Sebbene questo sia uno scenario esagerato, può comunque succedere. È molto semplice per qualsiasi visitatore di Airbnb nascondere un dispositivo che avrebbe continuato a raccogliere password e informazioni di login fino alla scoperta del dispositivo o fino alla modifica della password Wi-Fi.

Condividendo una rete, si condividono anche altre cose

Anche senza hacking, chiunque sia connesso alla stessa rete, può vedere le cose che hai condiviso, come foto delle vacanze, fogli di calcolo, documenti, PDF, musica e video.

Sebbene sia conveniente (e normalmente innocuo), per condividere il calendario sulla rete, soprattutto se sei un host ed è una rete domestica, se un qualsiasi visitatore di Airbnb accede a tale rete, può vederlo.

Se non è possibile avere una rete separata per i tuoi visitatori, assicurati di non avere alcuna informazioni che non vuoi far vedere.

Protezione VPN per i viaggiatori

Se spesso visiti Airbnb e utilizzi delle reti aperte o delle connessioni Wi-Fi, è necessario avere una VPN (Virtual Private Network). Una VPN cripta i dati e fornisce un livello di sicurezza che ti protegge da chiunque all’interno della stessa rete. L’hackeraggio è pressoché impossibile, ed è d’obbligo se desideri proteggere i tuoi dati e le tue informazioni online.

Molte VPN ti consentono di utilizzare più di un dispositivo alla volta, quindi non devi preoccuparti se in viaggio ti porti il telefono e il portatile. Oppure, se sei a casa, serve qualcuno per utilizzare la stessa VPN contemporaneamente.

Le VPN comprendono alcune ottime funzioni di sicurezza, come un interruttore di emergenza, che può scollegare immediatamente il tuo dispositivo se la connessione viene interrotta per un qualsiasi motivo. Le VPN hanno anche altre caratteristiche ingegnose, come l’accesso ai contenuti geograficamente bloccati, consentono connessioni simultanee di più dispositivi e comprendono location di server in tutto il mondo.

Non tutte le VPN comprendono queste funzioni (e alcune accedono anche ai tuoi dati), quindi è bene utilizzare una VPN consigliata. Le nostre VPN migliori comprendono funzioni di sicurezza di altissimo livello e hanno dei server in tutto il mondo, in modo da potersi collegare ovunque tu vada.

Proteggere se stessi come un host di Airbnb

In qualità di host di Airbnb, è importante anche proteggere i tuoi dati online. Anche se Airbnb ha una procedura di screening, come già detto, è davvero molto semplice per alcuni hackerare la tua rete e continuare ad accedervi per molto, anche dopo essere andati via.

Il modo migliore per proteggersi è di avere una rete Wi-Fi separata per i tuoi ospiti e cambiare frequentemente la password.

Se condividi la tua rete Wi-Fi con gli ospiti, una VPN è un buon investimento. Non solo ti darà accesso a tutti i contenuti di Netflix, cripterà anche i tuoi dati, proteggendoti da eventuali ospiti discutibili.

Pur non potendo mai sapere chi c’è nel tuo Airbnb, con una VPN è possibile mettere al sicuro i dati e le informazioni.

 

Ti è stato utile? Condividilo!
Condividi su Facebook
Tweetta
Offerta di novembre 2018

DA NON PERDERE!

Un'ottima offerta per novembre in corso adesso!

$ 11.95
$ 2.99
/mese
Clicca qui per risparmiare il 75%

Limited time deal

No, grazie