Recensiamo i fornitori sulla base di ricerche e test rigorosi, ma teniamo conto anche del tuo feedback e della nostra commissione di affiliazione con i fornitori, alcuni dei quali sono di proprietà della nostra capogruppo.
Scopri di più
vpnMentor è stato fondato nel 2014 con l'obiettivo di recensire i servizi VPN e di trattare argomenti legati alla privacy. Oggi, il nostro team composto da centinaia di ricercatori, scrittori e redattori nel campo della sicurezza informatica continua ad aiutare i lettori a battersi per la loro libertà online in collaborazione con Kape Technologies PLC, che è anche proprietaria dei seguenti prodotti: ExpressVPN, CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, che possono essere recensiti su questo sito. Le recensioni pubblicate su vpnMentor sono da considerarsi attendibili alla data di pubblicazione di ciascun articolo e sono redatte nel rispetto dei nostri rigorosi standard di recensione che privilegiano una valutazione professionale e onesta da parte del recensore, prendendo in considerazione le capacità e le qualità tecniche del prodotto unitamente al suo valore commerciale per gli utenti. Le classifiche e le recensioni che pubblichiamo possono anche tenere conto della proprietà comune di cui sopra e delle commissioni di affiliazione che guadagniamo per gli acquisti effettuati tramite i link contenuti nel nostro sito. Non esaminiamo tutti i provider di VPN e le informazioni sono da considerarsi accurate alla data di ogni articolo.
Trasparenza sulla pubblicità

vpnMentor è stato fondato nel 2014 con l'obiettivo di recensire i servizi VPN e di trattare argomenti legati alla privacy. Oggi, il nostro team composto da centinaia di ricercatori, scrittori e redattori nel campo della sicurezza informatica continua ad aiutare i lettori a battersi per la loro libertà online in collaborazione con Kape Technologies PLC, che è anche proprietaria dei seguenti prodotti: ExpressVPN, CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, che possono essere recensiti su questo sito. Le recensioni pubblicate su vpnMentor sono da considerarsi attendibili alla data di pubblicazione di ciascun articolo e sono redatte nel rispetto dei nostri rigorosi standard di recensione che privilegiano una valutazione professionale e onesta da parte del recensore, prendendo in considerazione le capacità e le qualità tecniche del prodotto unitamente al suo valore commerciale per gli utenti. Le classifiche e le recensioni che pubblichiamo possono anche tenere conto della proprietà comune di cui sopra e delle commissioni di affiliazione che guadagniamo per gli acquisti effettuati tramite i link contenuti nel nostro sito. Non esaminiamo tutti i provider di VPN e le informazioni sono da considerarsi accurate alla data di ogni articolo.

Cos’è una VPN e perché te ne serve (DAVVERO) una nel 2024

Andrea Calabro Aggiornato il 10/06/2024 Informazioni verificate da Christine Johansen Redattore senior

Una VPN (Virtual Private Network, rete privata virtuale) è una semplice applicazione che ha l’obiettivo di rafforzare la sicurezza e la privacy online. Le VPN instradano i dati della tua attività online attraverso uno dei loro server privati, criptandoli durante il percorso. In questo modo, vengono celati quei dati leggibili che possono identificare l’utente, come la posizione e i percorsi di navigazione ricorrenti.

Una VPN può anche cambiare la tua posizione collegandoti a una selezione di server remoti. Ipoteticamente, potresti usare questo metodo per accedere a siti di streaming non disponibili nella tua zona. Ma questo potrebbe violare i termini di utilizzo dei servizi e potrebbe persino costituire una violazione del copyright. Pertanto, io e il mio team non approviamo questa prassi.

Le VPN sono applicazioni molto semplici da configurare e utilizzare: per chi si sente già pronto a partire, consiglio di provare ExpressVPN. Tra le 150 VPN che ho testato su base regolare insieme al mio team, è una delle più user-friendly e complete, un servizio ottimale per qualunque finalità. Oltretutto riconosce un’affidabile garanzia soddisfatti o rimborsati fino a 30 giorni, potendo ottenere indietro i tuoi soldi se semplicemente capisci che non fa per te.

Parti subito con ExpressVPN

Sei di fretta? Ecco le migliori VPN per principianti di 2024

  1. ExpressVPN — Eccellente per la navigazione, lo streaming HD e il torrenting; facile da usare e veloce, offre una prova senza impegno.
  2. CyberGhost — Offre server specifici per le varie attività (streaming, download, gaming) assicurando connessioni ottimali.
  3. Private Internet Access — Rete globale di enormi dimensioni; tuttavia, le numerose opzioni di personalizzazione possono risultare complesse.
IMPORTANTE! Io e il team di vpnMentor non approviamo la partecipazione in attività illegali durante l'uso di una VPN, inclusa qualsiasi forma di violazione del copyright. Raccomandiamo solo VPN con rigide politiche “senza log”, che impediscono a chiunque di poter tracciare le tue attività online. Pertanto, hai la responsabilità di rispettare le leggi in vigore nella tua regione, nonché i T&C delle app e dei siti che utilizzi.

Perché è necessario usare una VPN?

Internet è pieno di sgraditi rischi che minacciano la tua privacy e la tua sicurezza online. In particolare, soggetti potenzialmente malintenzionati potrebbero raccogliere i tuoi dati, tracciare le tue attività online e intercettare la tua connessione. Inoltre, alcune reti private e alcuni hotspot WiFi pubblici bloccano determinati siti web, tipi di file e informazioni, riducendo in modo significativo la tua libertà online.

Una VPN è un investimento centrale, se hai a cuore la tua privacy e sicurezza online. Ti proteggerà dalle violazioni della privacy e ti permetterà di accedere ai siti web bloccati, oltre a criptare la tua connessione in modo che nessuna azienda come Google, Facebook o il tuo provider di servizi internet (ISP) riesca a tracciare i tuoi movimenti online. Detto questo, approfondiamo alcune delle ragioni per dotarsi di una VPN.

Le VPN criptano tutti i tuoi dati

Quando ti colleghi ai suoi server privati, una VPN cripta la tua connessione. Se i tuoi dati vengono criptati, allora le tue attività e il tuo comportamento online non saranno accessibili a terzi. La maggior parte delle VPN utilizza una crittografia di livello militare, quindi risulterà praticamente impossibile vedere cosa combini online, a chiunque.

Nessuno potrà osservare la tua attività di navigazione o intercettare la tua connessione, neppure il tuo ISP, perché tali informazioni assumeranno l’aspetto di una stringa casuale di numeri. Questo significa inoltre che il tuo ISP non potrà porre limiti alla tua velocità quando svolgi attività ad alta larghezza di banda, come ad esempio il gaming. Cosa ancor più importante, sulle reti Wi-Fi pubbliche gli hacker non potranno violare facilmente il tuo traffico per sottrarti password, numeri di carte di credito e quant’altro.

La maggior parte delle VPN usa la crittografia AES a 256 bit, il livello più potente disponibile. Il valore di 256 indica la lunghezza della chiave crittografica: più questo numero è alto, più tempo occorrerà per decifrarla. Si tratta dello stesso livello tecnologico utilizzato dalle principali agenzie di sicurezza e dai governi per proteggere dati altamente sensibili.

Le VPN celano la tua posizione reale

Il tuo indirizzo IP reale è visibile quando non usi una VPN e soggetti indesiderati possono usarlo per determinare la tua posizione effettiva. Un indirizzo IP è un po’ come il numero di telefono, ma riferito alla connessione internet. Se combinato con altri dati personali, facilita la tua identificazione rendendoti vulnerabile ad attacchi online. Inoltre, soggetti invadenti come gli inserzionisti pubblicitari possono sfruttare queste informazioni per mostrarti annunci mirati, mentre il tuo ISP potrebbe memorizzarle e consegnarle a terzi a tua insaputa.

Una VPN nasconde il tuo indirizzo IP reale sostituendolo con un altro IP per proteggere la tua privacy online. Potrai quindi usare una VPN per celare la tua posizione e la tua identità online. Tieni però presente che le attività illecite restano tali anche con una VPN, quindi valuta sempre con attenzione il tuo comportamento online.

Come fa una VPN a mantenermi al sicuro?

Le principali funzioni e caratteristiche di sicurezza di una VPN consistono nel criptare la connessione e nascondere l’indirizzo IP reale dell’utente (e di conseguenza la sua posizione). Queste misure proteggono la connessione e i dati personali, ma una VPN dovrebbe avere anche altre caratteristiche di privacy e sicurezza per garantire che le funzionalità di base ti tengano effettivamente a salvo.

Politica di no-log rigorosa

Avere una VPN che si dimostri seria verso la protezione della privacy è fondamentale, dato che il provider avrà pieno accesso alla tua attività online. La condizione più importante per la privacy è che la VPN segua una rigorosa politica di no-log, che garantisce che i tuoi dati non verranno tracciati e registrati. Questo implica che il provider non avrà nulla da consegnare alle autorità, se queste richiedessero accesso ai dati di un utente nell’ambito di un’indagine. Questa misura ti proteggerebbe anche nell’ipotetico caso in cui i server di una VPN venissero in qualche modo compromessi o violati.

Sono tanti i provider che dichiarano di fornire VPN no-log, ma solo alcuni servizi lo sono per davvero. Le VPN più affidabili vengono sottoposte a regolari processi di audit, nei quali società di sicurezza esaminano l’informativa sulla privacy di un servizio e valutano se le sue pratiche operative la rispettano. Questo garantisce che il provider di VPN mantenga davvero le sue promesse per la riservatezza dei tuoi dati.

Un altro fattore da considerare è dove si trova la sede aziendale della VPN, che sarà sempre soggetta alle leggi locali sulla conservazione dei dati. La cosa migliore è scegliere una VPN con sede in un Paese con leggi che favoriscono la privacy, quindi un Paese che non partecipa al gruppo della 14-Eyes Alliance per la condivisione di dati d’intelligence. In tal caso, se qualunque governo chiedesse a una VPN di consegnare i tuoi dati, l’azienda non sarebbe obbligata a farlo.

Protezione contro perdite di dati

È sempre possibile che una VPN possa far trapelare accidentalmente le tue richieste DNS o l’indirizzo IP: non esiste software che possa considerarsi completamente inviolabile. Una perdita di IP/DNS vanifica lo scopo stesso di usare una VPN, considerando che sono informazioni che questi servizi dovrebbero mascherare. Le VPN più sicure integrano un sistema di protezione per evitare ogni perdita di DNS/IP.

Per verificare la tenuta della protezione contro le perdite di DNS/IP, puoi visitare un sito web come ipleak.net dopo aver effettuato la connessione a un server VPN. Il test mostrerà l’indirizzo IP con cui il tuo dispositivo accede alla rete: se questo corrisponde all’IP del server VPN, allora puoi considerarti pienamente protetto.

Kill switch

Le VPN formano un tunnel criptato per proteggere il tragitto dei dati tra il dispositivo e il server. La tua sicurezza si basa totalmente su questa connessione cifrata: se questa cade inaspettatamente o cambi di server, la tua privacy potrebbe risultarne minacciata. Come ultima linea di difesa, un kill switch blocca automaticamente l’accesso a internet sul tuo dispositivo nel caso la VPN abbia problemi di connessione.

Attenderà poi che si stabilisca nuovamente la connessione VPN prima di ricollegarti a internet, in modo da essere protetti in ogni momento. È particolarmente importante durante l’uso di torrent o quando ci si collega a una rete Wi-Fi pubblica non protetta.

È bene ricordare qui che non tutte le VPN dotate di kill switch lo abilitano come configurazione predefinita, quindi è sempre meglio controllare fra le impostazioni che sia attivo. In particolare, dato che blocca il traffico internet quando cambi da rete a un’altra, il kill switch è utile anche in fase di connessione ai Wi-Fi pubblici.

Protocolli di sicurezza avanzati

I protocolli determinano la forma in cui una VPN trasmette i dati tra il tuo dispositivo e il server VPN. Si tratta di un insieme di regole che definiscono il livello di sicurezza e stabilità della connessione. Una VPN di qualità accettabile offre una selezione di diversi protocolli dal differente equilibrio tra velocità e sicurezza. Alcuni sono più avanzati e migliori di altri, quindi è essenziale scegliere quello giusto.

Ecco alcuni dei protocolli che troverai con maggiore frequenza in una VPN (in ordine di sicurezza decrescente):

  • OpenVPN - Un protocollo open source noto per la sua affidabilità e sicurezza. Il fatto che è open source implica che il suo codice è liberamente accessibile e chiunque può suggerire modifiche per renderlo più sicuro. È molto popolare e cripta il traffico su entrambi i lati, vale a dire che solo il mittente e il destinatario dispongono della chiave crittografica. OpenVPN viene aggiornato e migliorato regolarmente, cosa che ne aumenta la sicurezza.
  • WireGuard - Altro protocollo open source, più veloce e altrettanto sicuro di OpenVPN. È consigliato per lo streaming, il gaming e le videochiamate. Potrebbe presentare vulnerabilità non ancora scoperte, considerato che è un protocollo relativamente nuovo.
  • IKEv2 - Protocollo affidabile con velocità simili a quelle di OpenVPN. Può proteggerti nel passaggio da una rete mobile a una Wi-Fi, perché è molto stabile. Tuttavia, è anche meno sicuro di OpenVPN e WireGuard, quindi è meglio tenerlo come opzione di riserva.
  • SSTP - Un vecchio protocollo per Windows, simile a OpenVPN perché solo il destinatario e il mittente possono decifrare la connessione. È ottimo per aggirare i firewall, ma non permette velocità elevate.
  • L2TP/IPSec - Un protocollo ormai obsoleto, utilizzato principalmente sugli smartphone. Non fornisce crittografia e la sua velocità è bassa, quindi è meglio evitarne l’uso.

Protezione su connessioni Wi-Fi

Alcune VPN offrono una protezione aggiuntiva su Wi-Fi per usare in sicurezza le reti pubbliche. Se hai intenzione di collegarti a internet fuori casa su reti sconosciute, questa funzione è indispensabile. Così facendo, anche connettendoti a una rete Wi-Fi pubblica come quella di un bar, i tuoi dati resteranno al sicuro.

Le VPN sono progettate per proteggerti sulle reti pubbliche proprio come sulla tua connessione di casa, ma alcuni servizi offrono caratteristiche aggiuntive per rafforzare ulteriormente la sicurezza. Ad esempio, ci sono VPN che si collegano in automatico quando rilevano una connessione Wi-Fi pubblica, oppure che ti inviano una notifica quando stai per usarne una.

L’uso di una VPN può generare qualche svantaggio?

Prima di tutto, sappi che i benefici dell'uso di una VPN superano fortemente qualsiasi potenziale svantaggio. Detto questo, dovresti essere consapevole di alcune cose prima di connetterti a un server VPN.

  • Potrebbe ridurre la velocità - Alcune VPN rallenteranno più di altre la velocità della tua connessione, ma con le migliori non noterai alcuna differenza. Tale diminuzione è dovuta al fatto che i tuoi dati devono essere criptati ed effettuare il tragitto verso il server VPN.
  • Alcune VPN possono compromettere la privacy - Le VPN gratis sono le principali indiziate, ma persino alcuni servizi a pagamento sono stati beccati a mentire sul fatto di essere una VPN "no-log”. È meglio scegliere una VPN che segua una rigorosa politica di no-log che sia stata verificata con processi di audit di società di sicurezza indipendenti.
  • Le VPN costano - Non è un segreto, le VPN sono servizi in abbonamento, ma la maggior parte costa solo pochi euro al mese. Inoltre, di solito i provider riconoscono garanzie di tipo soddisfatti o rimborsati, con le quali potrai provare il servizio senza rischi per un certo periodo di tempo. In questo modo, non dovrai assumere l’impegno di sottoscrivere un abbonamento senza essere totalmente sicuro della bontà del servizio.
  • Con le VPN di qualità scadente, il numero di server e indirizzi IP disponibili è limitato. Alcune VPN dispongono di reti server estremamente ridotte o infrastrutture obsolete. Se una VPN non aggiorna i propri IP e server, molto probabilmente gli utenti riscontrano problemi di connessione e capacità limitate. Le VPN affidabili (come ExpressVPN) aggiornano costantemente le proprie reti.
  • Alcuni paesi limitano o vietano l’impiego delle VPN. Paesi come Cina, Russia e Iran limitano o vietano l'uso delle VPN, quindi può essere rischioso o persino illegale usarne una in queste zone. Tali paesi solitamente bloccano anche i siti web delle VPN. Io e il mio team non approviamo l'uso illegale delle VPN, pertanto assicurati di documentarti sulle leggi vigenti e di utilizzare le VPN in modo responsabile.

Suggerimenti per scegliere la VPN più adatta a te

Le VPN hanno molte finalità d’uso, quindi potresti volere caratteristiche diverse a seconda della situazione. Ecco perché è importante scegliere una VPN adatta alle proprie esigenze online. A prescindere dalle specifiche necessità di ciascuno, si dovrebbe sempre puntare a una VPN con un servizio di assistenza clienti affidabile (in particolare con una live chat disponibile 24/7). Inoltre, assicurati che la VPN sia compatibile con tutti i dispositivi su cui desideri utilizzarla e che offra un numero di connessioni sufficiente per coprirli tutti allo stesso tempo.

A continuazione troverai esposti alcuni casi d’uso comuni delle VPN e le funzioni più efficaci allo scopo prefisso. Potrai così impiegare i criteri elencati per restringere la tua lista di alternative e scegliere la VPN migliore per te.

Cosa cercare in una VPN per lo streaming

Come per tutte le attività online, senza una VPN le tue abitudini di streaming e visualizzazione non sono private. Tuttavia, alcune VPN possono compromettere la qualità dello streaming a causa di connessioni inaffidabili e velocità troppo basse. Le migliori VPN per lo streaming ti permettono di goderti i contenuti in HD (se la tua velocità di base lo supporta) senza lunghe attese per il caricamento o problemi di buffering.

Se lo streaming è la tua priorità, cerca una VPN con le seguenti caratteristiche:

  • Velocità elevate — È normale che una VPN riduca la velocità, per via della potente crittografia. Tuttavia, una VPN per lo streaming dovrebbe riuscire a fornirti velocità ben superiori a 25 Mbps, che è il requisito minimo per una visione fluida in Ultra HD. Per lo streaming HD, invece, bastano 5 Mbps.
  • Server affidabili nelle vicinanze — Per poter utilizzare le piattaforme di cui hai sottoscritto l’abbonamento, ti occorrono dei server nella tua regione. Una posizione entro un raggio di 1000 km è ideale per le velocità, e la disponibilità di un numero elevato di server riduce il sovraffollamento e i conseguenti rallentamenti.
  • Compatibilità con i dispositivi di streaming — Oltre a funzionare con laptop, tablet e smartphone, dovresti scegliere una VPN compatibile con I lettori multimediali, come Apple TV, Smart TV e Amazon FireStick. Smart DNS è una funzione che facilita lo streaming su console di gioco e Smart TV (questi dispositivi non funzionano con le app VPN).
  • Server ottimizzati per lo streaming — Alcune VPN facilitano in modo particolare l’individuazione dei server per lo streaming; infatti dedicano e gestiscono server specifici per le piattaforme di streaming. È una funzione molto utile per gli utenti senza esperienza nell’uso delle VPN o che non vogliono perdere tempo a cercare server.

Cosa cercare in una VPN per la privacy e la sicurezza

È fondamentale usare VPN con caratteristiche di sicurezza e privacy del massimo livello, se si vuole seriamente proteggere la propria identità online. Senza adeguate misure, i tuoi dati personali saranno visibili a chiunque desideri accedervi, inclusi gli hacker e i cybercriminali.

Queste funzioni sono fondamentali anche se vuoi mantenere l’anonimato, in un contesto online dove terze parti indesiderate, su tutte il tuo provider di servizi internet, possono facilmente vedere ciò che fai online e memorizzare ogni informazione.

Se la privacy e la sicurezza sono la tua priorità, cerca una VPN con le seguenti caratteristiche:

  • Crittografia di livello militare - Gli standard crittografici più potenti sono AES a 128 o 256 bit, entrambi praticamente impossibili da violare, tanto che sono usati dalle agenzie di sicurezza di tutto il mondo.
  • Politica di no-log - Significa che il provider della VPN segue una politica che non prevede alcuna registrazione della tua attività online, per ulteriore protezione. Alcune VPN dichiarano di essere "no-log” (o "zero-log”), ma il tempo ha dimostrato il contrario, quindi è importante scegliere VPN con politiche di no-log di affidabilità comprovata mediante processi di audit indipendenti o con veri e propri fatti.
  • Protocolli avanzati - Consentono di personalizzare la tua connessione VPN con diversi livelli di sicurezza. Fra i protocolli più sicuri si trovano OpenVPN, WireGuard e IKEv2.
  • Kill switch - Funzione che previene l’accidentale esposizione di dati in caso d’improvvisa disconnessione della VPN. Si tratta dell’ultima linea di difesa in caso di malfunzionamento della VPN, proteggendoti anche mentre passi da un server a un altro.
  • Protezione WiFi - Alcune VPN si connettono automaticamente quando rilevano una rete WiFi pubblica o ti inviano notifiche riguardanti eventuali reti non sicure. Questo garantisce la tua sicurezza sulle reti pubbliche, perciò è una funzione indispensabile se prevedi di usare internet fuori casa.
  • Protezione contro perdite di DNS/IP - Le tue richieste DNS e il tuo indirizzo IP possono accidentalmente esporsi in qualsiasi momento come conseguenza di un malfunzionamento software di una VPN. Tuttavia, una VPN efficace previene qualunque perdita di DNS/IP grazie alle sue protezioni integrate.
Screenshot of ExpressVPN passing leak tests connected to New York serverUna VPN sicura non rivelerà la tua posizione mostrando il tuo indirizzo IP.

Cosa cercare in una VPN per torrent

L’uso di torrent è rischioso perché si condividono file con tanti utenti sconosciuti, che sono in grado di vedere facilmente il tuo indirizzo IP tramite il software P2P che utilizzi. Avrai quindi bisogno di una VPN per torrent, in modo da nascondere il tuo indirizzo IP reale affinché nessuno possa risalirvi.

Tieni comunque ben presente che usare una VPN per nascondere la tua attività con torrent non rende in alcun modo legale il download di contenuti protetti da copyright. Il punto, però, è che in alcuni casi gli ISP segnalano gli utenti anche quando i file scaricati sono in realtà perfettamente legali. Usare una VPN impedirà che tutto ciò accada.

Graphic showing CyberGhost with uTorrentUna VPN che consente l’uso di torrent ti manterrà al sicuro dagli attacchi online.

Se usare torrent è la tua priorità, procurati una VPN con le seguenti caratteristiche:

  • Supporto per torrent e connessioni P2P - Cerca una VPN con server dedicati o che permetta il file sharing P2P su tutti i suoi server. In entrambi i casi, dovresti così riuscire a usare il sistema torrent senza restrizioni tramite client P2P come uTorrent o siti come Popcorn Time.
  • Solide funzioni di sicurezza - Per proteggere i tuoi dati durante l’uso di torrent, cerca una VPN che abbia almeno crittografia di livello militare, protocolli avanzati e kill switch.
  • Velocità affidabili - Buone velocità di upload e download sono essenziali per usare torrent, quindi assicurati che la tua VPN fornisca una larghezza di banda illimitata e molti server vicini alla tua posizione reale, in modo da ottenere le migliori prestazioni.
  • Politica di no-log - Garantisce la serietà del provider di VPN nei confronti della tua privacy, che non registrerà informazioni sulla tua attività via torrent.
  • Split tunneling - Presente in alcune VPN, si tratta di una funzione aggiuntiva che consente di selezionare quali applicazioni utilizzeranno la connessione VPN criptata. Collegando alla VPN il solo software per torrent, potrai aumentare le tue velocità perché la VPN non dovrà criptare il traffico di tutte le app del dispositivo.
  • Extra specifici per torrent - Alcune VPN offrono funzioni aggiuntive che consentono di migliorare la velocità con torrent, come il port forwarding o l’accesso proxy SOCKS5. Il port forwarding consente di connettersi a un maggior numero di seeder per ottenere maggiori prestazioni, mentre il proxy SOCKS5 nasconde il tuo IP ma con minore crittografia. Tuttavia, nessuna delle due soluzioni si dimostra sicura quanto l’uso di una connessione VPN pura.

Le 3 migliori VPN per principianti nel 2024

1. ExpressVPN — Una VPN versatile con velocità elevate e connessioni affidabili

  • Più di 3.000 server affidabili in 105 Paesi (Italia e Svizzera incluse) per sbloccare facilmente le piattaforme di streaming.
  • Crittografia AES a 256 bit e server basati sulla RAM per mantenere riservati i tuoi dati.
  • Funziona con Netflix, Disney+, HBO Max, Hulu, Amazon Prime Video, BBC iPlayer e altre piattaforme
  • Applicazioni ed estensioni per browser disponibili in italiano.
  • Assistenza via e-mail e live chat disponibili in italiano.

ExpressVPN è la VPN più veloce che io abbia testato. Durante le mie prove su 3 server statunitensi ho ottenuto una velocità media di 66,32 Mbps, corrispondente a un calo di solamente il 9% rispetto alla mia connessione di base. La maggioranza delle VPN riduce la velocità del 10-20% circa, mentre sui server a lunga distanza il calo può anche superare il 50%. Considerando che i server statunitensi sono molto lontani da dove mi trovo, una riduzione di velocità del 9% è davvero impressionante, in positivo.

Con tali prestazioni, ho potuto godermi lo streaming alla massima qualità e scambiare file di grandi dimensioni via torrent molto rapidamente. ExpressVPN mi forniva inoltre un ping medio di 25 ms sui server locali, così ho potuto giocare ad Apex Legends senza il benché minimo lag.

Screenshots of ExpressVPN's speed testsExpressVPN raggiungeva costantemente queste velocità e non si sono mai verificati rallentamenti improvvisi.

Si tratta della VPN più affidabile di questa lista per accedere alle piattaforme di streaming con limitazioni geografiche. Ho sbloccato con successo tutte le piattaforme di streaming che ho provato, inclusi 7 cataloghi regionali di Netflix (come quelli di Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Giappone), Hulu, Disney+, HBO Max, BBC iPlayer e altri servizi.

Dispone di oltre 3.000 server in 105 Paesi, pertanto potrai avere pieno accesso a contenuti geo-limitati di ogni parte del mondo. Ad esempio, collegandomi al suo server statunitense ho sbloccato con facilità HBO Max per vedere House of the Dragon in UHD senza lag.

ExpressVPN è anche facile da usare e compatibile con tutti i principali sistemi operativi: mi ci sono voluti meno di 5 minuti per registrarmi e installarla sul mio portatile Windows. Troverai l’app già configurata per la migliore combinazione fra velocità e sicurezza, quindi potrai utilizzarla fin da subito senza perderti fra le impostazioni.

Ad esempio, per accedere a Hulu mi è bastato connettermi a un server statunitense (ExpressVPN selezionerà automaticamente il più rapido disponibile) e aprire il sito. Inoltre, ogni server della sua rete supporta le connessioni P2P, quindi non dovrai cercare un server specifico per scambiare file via torrent.

ExpressVPN fa di tutto per tutelare la privacy dei tuoi dati personali. Segue rigorosamente una politica di no-log certificata e tutta la sua rete utilizza la tecnologia proprietaria TrustedServer, un’architettura di server che utilizzano solo la memoria RAM, che è temporanea e dalla quale ogni possibile dato si cancella al riavvio dell’unità. Di conseguenza, non avverrà mai alcuna registrazione di log relativi alla tua cronologia di navigazione e a dati identificativi. Oltretutto, la sede aziendale di questo provider si trova alle Isole Vergini britanniche, un paradiso della privacy con rigide norme in materia di protezione dei dati.

ExpressVPN mantiene la connessione altamente sicura grazie alla crittografia AES a 256 bit di livello militare, che impedisce che terze parti la intercettino, oltre a un kill switch automatico e alla potente protezione contro perdite di dati, che evitano ogni possibile filtrazione online di informazioni sensibili.

L’unico aspetto negativo di ExpressVPN è che i suoi piani sono un po’ più cari rispetto ad altre VPN, con prezzi a partire da €6,29/mese. Ci sono comunque offerte frequenti che ti consentiranno di risparmiare importi significativi. Ad esempio, quando ho sottoscritto il suo piano di lungo periodo, ho ottenuto il 49% di sconto. ExpressVPN propone piani a pagamento anche di breve termine, ma non li consiglio perché, a conti fatti, hanno un rapporto qualità-prezzo minore.

Se non sei sicuro che sia la VPN più adatta a te, sappi che puoi provare tutte le funzioni di ExpressVPN senza correre rischi, godendo della copertura di 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati. Ho messo alla prova l’affidabilità di questa politica dopo 27 giorni, richiedendo la cancellazione dell’abbonamento all’assistenza tramite la live chat 24/7. Dopo aver semplicemente comunicato che la VPN non faceva per me, hanno accolto la mia richiesta senza pressioni e nel giro di 4 giorni lavorativi ho ricevuto indietro l’importo completo.

Offerta per ExpressVPN Luglio 2024: solo per un tempo limitato, puoi ottenere un abbonamento a ExpressVPN al 49% in meno! Non lasciartelo sfuggire!

2. CyberGhost — Facile da usare con server ottimizzati per attività specifiche

  • Server ottimizzati per uno streaming semplice e rapido.
  • Più di 11.690 server in 100 Paesi (anche in Italia, a Roma e Milano)
  • Server NoSpy custoditi presso la sede di CyberGhost in Romania, per garantire il massimo della privacy.
  • Funziona con Netflix, Disney+, HBO Max, Hulu, Amazon Prime Video, BBC iPlayer e altre piattaforme
  • Applicazioni disponibili in italiano per i principali dispositivi.

I server specializzati di CyberGhost semplificano l’individuazione della connessione migliore per le tue esigenze. I suoi server per lo streaming sono progettati per funzionare con piattaforme specifiche, come Netflix e Hulu, mentre i server per il gaming e il torrenting sono configurati in modo da garantire velocità elevate e sicurezza avanzata. Inoltre, sono chiaramente contrassegnati e facili da trovare, quindi puoi usarli senza problemi.

Questi server ottimizzati rendono inoltre CyberGhost è una delle migliori VPN per lo streaming. Durante il test della rete statunitense da zone degli Stati Uniti, ogni server mi ha assicurato connessioni affidabili alle rispettive piattaforme. Uso spesso CyberGhost per guardare Netflix US, Hulu e Disney+ dalla mia zona negli Stati Uniti e non ho mai avuto problemi a utilizzare questi siti con i suoi server specializzati.

Le velocità di CyberGhost sono più che adeguate per lo streaming, il gaming e l’uso di torrent. Quando ho testato i suoi server ottimizzati per lo streaming di Netflix FR e BBC iPlayer, la mia velocità non è mai scesa al di sotto di 52,81 Mbps (un calo del 27%). Non è rapida quanto ExpressVPN, ma ho potuto comunque riprodurre lo streaming in UHD. Inoltre, sui suoi server ottimizzati per il gaming ho ottenuto un ping medio di 29 ms, quindi ho potuto giocare ad Apex Legends senza lag.

Dal lato della sicurezza, CyberGhost cela le tue informazioni personali agli occhi indiscreti con la crittografia AES a 256 bit di livello militare, che rende i dati illeggibili e praticamente impossibili da decifrare. Questa VPN dispone anche di un kill switch e di una protezione contro perdite di IP/DNS e WebRTC, in modo da garantire che il tuo indirizzo IP non risulti mai esposto.

CyberGhost mantiene riservati i tuoi dati grazie alla sua rigorosa politica di no-log, che ha superato audit indipendenti: il tuo comportamento online e le tue informazioni personali non saranno mai memorizzate. Se la privacy è la tua principale preoccupazione, ci sono anche i server NoSpy, che CyberGhost gestisce autonomamente presso la sua sede aziendale in Romania. Solo il suo staff ha accesso a questi server VPN, rimuovendo il rischio che terze parti possano comprometterli e intercettare i tuoi dati.

Un aspetto negativo è il prezzo dei suoi piani a breve termine, che sono piuttosto costosi e concedono una garanzia più breve, 14 giorni contro i 45 dei piani più estesi, che hanno un prezzo davvero accessibile: puoi ottenere un abbonamento a soli €2,03/mese.

La garanzia di CyberGhost permette di ottenere un rimborso completo semplicemente se non sei soddisfatto. Per testarne l’affidabilità, ho provato a cancellare il mio account dopo 42 giorni, contattando l’assistenza tramite la live chat disponibile 24/7. Mi hanno fatto giusto un paio di domande sulla mia esperienza con il servizio, quindi hanno elaborato il rimborso e dopo 4 giorni ho ricevuto indietro i soldi.

3. Private Internet Access - Migliaia di server per connessioni rapide e affidabili in tutto il mondo

  • Più di 29.650 server in 91 Paesi (Italia compresa) per ampia accessibilità e connessioni stabili.
  • Velocità elevate per attività di streaming e torrent ben fluide.
  • Illimitato connessioni simultanee di dispositivi.
  • Funziona con Netflix, Disney+, HBO Max, Hulu, Amazon Prime Video, BBC iPlayer e altre piattaforme
  • Applicazioni ed estensioni per browser disponibili in italiano.

Private Internet Access (PIA) fornisce un’enorme rete composta da più di 29.650 server in 91 Paesi. Considerato che a server più vicini corrispondono tendenzialmente velocità maggiori, ovunque tu possa trovarti disporrai di una connessione a un server a bassa latenza. Inoltre, quanti più server ci sono, minori saranno le possibilità di sovraffollamento, con il conseguente calo di velocità. Insomma, con PIA è facile trovare una connessione affidabile per lo streaming, il gioco online o l’uso di torrent.

Screenshot of PIA's app showing server latencyUsare l’app di PIA è facile: in meno di un minuto mi sono connesso a un server rapido.

Private Internet Access (PIA) offre una delle più estese reti di server, con oltre 29.650 connessioni in tutto il mondo. Durante i miei test, non ho avuto problemi a trovare un server veloce nelle vicinanze. Inoltre, PIA indica il valore della latenza accanto a ogni server, un’informazione molto utile, soprattutto per la fluidità dell’esperienza di gaming (più la latenza è bassa, migliori saranno le velocità).

PIA offre anche buone funzionalità per la sicurezza e la privacy. È possibile scegliere tra crittografia AES a 128 o 256 bit: se la tua priorità è la velocità, puoi selezionare il livello crittografico inferiore. Ci sono anche la protezione contro le perdite di IP e DNS e un kill switch automatico, funzioni che manterranno nascoste le tue informazioni personali.

A differenza di ExpressVPN e CyberGhost, PIA ha sede nel cuore della 5-Eyes Alliance, negli Stati Uniti. La 5-Eyes Alliance è una rete internazionale di sorveglianza governativa che, potenzialmente, potrebbe obbligare PIA a cederle i dati degli utenti. Tuttavia, PIA segue una politica di no-log che ha dimostrato la sua efficacia in due casi giudiziari: quando le autorità hanno richiesto dati a PIA, l’azienda non è stata in grado di fornire nulla, proprio perché non ne aveva raccolti.

Per quanto riguarda gli abbonamenti, trovo che il suo piano di lungo periodo a €1,85/mese sia l’offerta migliore. Esiste anche un piano di breve termine con le stesse identiche caratteristiche, ma con il passare del tempo finirai per pagare complessivamente di più. Gli abbonamenti includono anche un anno gratis di Boxcryptor, un servizio che consente di criptare i tuoi dati archiviati in cloud su Google Drive, iCloud e Dropbox.

Inoltre, c’è una copertura di 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati, grazie alla quale potrai testare PIA completamente senza rischi. Dopo aver provato PIA per 3 settimane, ho contattato l’assistenza tramite la chat disponibile 24/7, chiedendo di annullare il mio abbonamento. Mi hanno richiesto solo di indicare un motivo, dopodiché il rimborso è stato approvato e l’ho ricevuto nel giro di 4 giorni lavorativi.

Come dotare i tuoi dispositivi di una VPN

Il download e l’installazione di una VPN è un processo semplice che in genere porta via meno di 3 minuti. Nella maggior parte dei casi, basta creare un account, scaricare l’applicazione e collegarsi a un server, ma le cose possono farsi un po’ più complicate per quei dispositivi che non supportano le app native, come i router di casa, le console di gioco o i dispositivi per lo streaming.

A prescindere dal dispositivo, io consiglio ExpressVPN perché offre grande compatibilità. Funziona infatti con tantissimi dispositivi e sistemi operativi, mantenendosi sempre molto facile da usare. Inoltre, offre la speciale funzione MediaStreamer, che agevola la configurazione sui dispositivi che non supportano le app VPN, come console e smart TV.

Le seguenti guide illustrano come installare una VPN su diversi dispositivi. Prenderò come esempio ExpressVPN, ma la procedura è in buona parte la stessa per tutte le VPN.

Come dotare di una VPN computer fissi e portatili (Windows e macOS)

  1. Scegli una VPN. Tutte le VPN che ho elencato in precedenza sono ottime opzioni per qualunque attività online, ma assicurati di sceglierne una adatta alle tue esigenze.

    Screenshot of ExpressVPN sign up pageIo consiglio ExpressVPN perché ha i server più veloci e affidabili e un semplice processo d’iscrizione.

  2. Sottoscrivi un abbonamento. Vai sul sito web della VPN e iscriviti.

    Screenshot of ExpressVPN's payment method optionsExpressVPN accetta anche criptovalute per pagare in modo anonimo.

  3. Scarica l’applicazione. Assicurati di selezionare il sistema operativo corretto (Windows, Mac o Linux).

    Screenshot of ExpressVPN's download pageUn buon servizio di VPN è compatibile con i dispositivi più diffusi.

  4. Segui le indicazioni d’installazione. Dovrai effettuare l’accesso con le stesse credenziali create in fase d’iscrizione. Ci sono poi alcune richieste comuni a molte VPN, come se vuoi impostare il lancio automatico dell’app all’avvio del sistema e se vuoi condividere i report di eventuali arresti anomali dell’app. Scegli ciò che preferisci, dopodiché l’installazione dovrebbe essere completa.

    Screenshot of ExpressVPN's setup optionsPotrebbe rendersi necessario un codice di attivazione, che in genere si trova visitando il proprio account sul sito web della VPN.

  5. Inizia a usare la tua VPN. Avvia l'app e connettiti a un server per tutelare la tua privacy, utilizzare in sicurezza le piattaforme di streaming locali ed effettuare il torrenting in modo protetto.

    Screenshot of connecting to ExpresVPN's London serverLe VPN hanno una funzione che ti connetterà automaticamente al server più veloce, come Smart Location di ExpressVPN.

È possibile installare le migliori VPN anche su diverse versioni di Linux. Nella maggior parte dei casi, sarà necessario usare l’interfaccia a riga di comando sia per installare che per lanciare la VPN. Al contrario, PIA offre un’interfaccia grafica per Linux, supportando versioni popolari come Ubuntu, Debian, Fedora e altre distribuzioni. PIA è la soluzione più semplice per Linux: potrai installare e utilizzare la VPN senza mai toccare l’interfaccia a riga di comando.

Come dotare di VPN uno smartphone (Android e iOS)

  1. Scegli una VPN. Ti consiglio un’app leggera e dotata di funzioni di sicurezza che aiutino anche a preservare la durata della batteria. Il protocollo Lightway di ExpressVPN, ad esempio, è una scelta di prim’ordine, perché è stato progettato con particolare attenzione per l’uso su mobile.
  2. Sottoscrivi un abbonamento. È meglio abbonarsi direttamente sul sito web della VPN, perché iscrivendosi attraverso Google Play o App Store di Apple potrebbe non sussistere la garanzia di rimborso del provider di VPN (varrà la politica di rimborso di Google o Apple).
  3. Apri il catalogo di app dello smartphone. Cerca il nome della VPN in Google Play o sull’App Store del tuo dispositivo mobile, quindi scarica l’app.
  4. Installa la VPN. Di solito questo avviene in automatico, ma potresti dover accettare alcuni messaggi dove la VPN richiede di poter modificare le tue impostazioni di rete.
  5. Attiva la tua VPN. Apri l’app, accedi con le credenziali ottenute o da te create in fase di registrazione al servizio, quindi effettua la connessione a un server per proteggere il tuo dispositivo iOS o Android.

Come dotare di una VPN il router di casa

Installare una VPN sul proprio router comporta che tutti i dispositivi collegati alla rete usufruiranno della connessione VPN. Questo include anche i dispositivi su cui non hai installato alcuna app VPN, come smart TV, dispositivi per lo streaming o console PlayStation e Xbox.

Se vuoi proteggerti in questo modo, verifica che il tuo router sia compatibile con le VPN (come nel caso di gran parte dei modelli ASUS, Linksys e Netgear, oltre ad alcuni altri). Ogni combinazione di VPN e router avrà una diversa procedura d’installazione, ma in genere puoi trovare ogni dettaglio sul sito web del provider di VPN.

Ecco una guida generale:

  1. Procurati una VPN e un router compatibile. Se sei certo di voler installare una VPN sul tuo router, scegline una che offra un’app nativa per tali dispositivi. In questo modo, una volta impostata, sarà molto più facile usare e configurare la VPN.
  2. Scarica il firmware per router della VPN. Di solito è disponibile nella dashboard del tuo account VPN. Ogni VPN offre guide dettagliate su come scaricare e installare il firmware.
  3. Installa il firmware. Assicurati che il router sia connesso a internet, quindi apri la sua pagina di configurazione digitando "192.168.1.1” nella barra di ricerca del tuo browser. Dovresti trovarvi l’opzione per aggiornare il firmware. Basterà dunque fare l’upload del firmware che hai scaricato e seguire le istruzioni.

La maggior parte delle VPN offre anche router con software VPN già installato, quindi puoi semplicemente acquistare uno di tali modelli ed eviterai ogni configurazione (ma costerà ovviamente qualcosa in più). Inoltre, è più facile usare sui router certe VPN rispetto ad altre. ExpressVPN fornisce un’app nativa per router che agevola il cambio di server e la modifica di impostazioni, quando tanti altri servizi richiedono di effettuare manualmente queste operazioni e non includono le funzionalità complete delle proprie applicazioni VPN.

Come impostare e usare una VPN

Una volta installata la VPN sul dispositivo, non c’è granché da fare, oltre a individuare un server a cui collegarsi. A seconda delle tue esigenze, alcuni server saranno migliori di altri, quindi è importante saper trovare quello giusto.

Puoi anche personalizzare le impostazioni di sicurezza per migliorare la tua esperienza d’uso, ma di solito non è necessario. La maggioranza delle VPN si installano con impostazioni predefinite che proteggeranno automaticamente la tua connessione.

Come scegliere il server VPN giusto

I server non sono tutti uguali: alcuni si rivelano più adatti di altri per svolgere certe attività. Ecco alcuni esempi per aiutarti a scegliere il miglior server VPN in base alla tua attività online:

  • Per sicurezza e privacy. Qualsiasi server ti fornirà lo stesso livello di protezione e privacy. L’opzione migliore, quindi, è scegliere un server VPN più vicino alla tua posizione per massimizzare le prestazioni.
  • Per lo streaming. connettiti a un server nella tua regione per guardare in sicurezza le piattaforme di cui hai sottoscritto l’abonamento. Per ottenere le velocità migliori, scegli una sede server nelle vicinanze (idealmente, entro un raggio di 1000 km).
  • Per l’uso di torrent. Assicurati di scegliere un server che supporti connessioni P2P per poter usare i torrent. Un’altra opzione prevede di collegarsi a un server ottimizzato per il P2P, utilizzato appositamente per il file sharing via torrent. Vale qui quanto già detto per lo streaming: è meglio scegliere un server vicino per ottenere le velocità di download più elevate. Se invece della velocità ti preoccupa più la privacy, puoi collegarti a un server in un Paese che la rispetti a dovere come fa la Svizzera.
  • Per aggirare firewall. Scegli un server con capacità di offuscamento, ovvero che impiega uno speciale algoritmo per aggirare firewall e altre restrizioni. Tale algoritmo rimescola il tuo traffico dati per celare il fatto stesso che stai usando una VPN. Questi server vengono spesso indicati come "server Stealth” e in genere sono da attivare manualmente fra le impostazioni di sicurezza della VPN.

Come gestire le impostazioni della VPN

Di solito non è necessario cambiare di molto le impostazioni della VPN, perché nella maggior parte dei casi trovi già tutto preconfigurato. Tuttavia, se vuoi personalizzare la tua connessione, ci sono alcune cose che puoi considerare. Ecco alcune caratteristiche comuni che troverai in quasi tutte le VPN e alcuni consigli su come gestirle:

  • Kill switch - Un’ultima linea di difesa che ti scollega da internet se per qualche motivo la tua VPN non è connessa, impedendo così fughe accidentali di informazioni. È particolarmente utile durante i cambi di server o quando si usano connessioni Wi-Fi pubbliche. Di solito è già attivo per impostazione predefinita, ma con alcune VPN sarà da abilitare manualmente.
  • Crittografia - Le migliori VPN offrono la crittografia AES a 256 bit, il livello più potente disponibile, utilizzata anche dall’apparato militare e governativo. Questo assicura che i tuoi dati restino sicuri e protetti al 100%. Alcune VPN, come PIA, consentono di regolare il livello di crittografia, lasciandoti favorire più la velocità o la sicurezza.
  • Protocolli - I protocolli VPN riuniscono un’insieme di processi che generano un percorso sicuro tra il tuo dispositivo e il server VPN. Alcune VPN offrono varie alternative, con protocolli che si differenziano per velocità e sicurezza, come OpenVPN e WireGuard. Puoi passare facilmente da un protocollo all’altro fra le impostazioni della VPN. Il protocollo predefinito di una VPN offre in genere un buon equilibrio tra velocità e sicurezza, quindi non dovrebbe rendersi necessario alcun cambio.
  • Split tunneling - Una funzione che consente di scegliere quale traffico incanalare attraverso la VPN e quali applicazioni escludere. Ad esempio, è possibile usare la VPN per accedere a contenuti protetti da geoblocco mentre giochi collegato alla tua rete ordinaria, per maggiore velocità e minore latenza. Basta aprire il menu impostazioni della VPN e selezionare le app che desideri utilizzare con la connessione VPN e quelle che vuoi escludere.
  • Blocco di annunci e tracking - Queste funzionalità ti risparmiano dal bombardamento di fastidiose pubblicità e impediscono agli inserzionisti di tracciare la tua navigazione. Possono anche migliorare le prestazioni del browser, dato che non sarà rallentato dai tanti popup. In genere troverai questi strumenti già attivi per impostazione predefinita, ma sappi che non tutte le VPN li offrono.
  • Connessione automatica - Con la maggior parte delle VPN puoi attivare una funzione di connessione automatica all’avvio del sistema, lasciando fare tutto all’applicazione. Alcune VPN consentono inoltre di impostare la connessione automatica quando ci si collega a reti non attendibili come i Wi-Fi pubblici sconosciuti.
  • Multi-hop - Altrimenti nota come connessione Double VPN, questa funzionalità instrada il tuo traffico attraverso 2 o più server VPN, fornendo così una doppia crittografia. Disponibile solo con alcune VPN, rafforzerà la sicurezza dei tuoi dati, ma è solita rallentare drasticamente la velocità. Se non cerchi un’estrema protezione della privacy, non è necessario attivare questa funzione.

Se hai bisogno di aiuto per la modifica delle impostazioni, puoi consultare la sezione di assistenza della tua VPN o contattare direttamente il supporto. Molte VPN offrono una pratica interazione tramite una live chat disponibile 24/7, oltre a fornire sul proprio sito web utili guide e tutorial dettagliati.

FAQ - Domande frequenti sulle VPN

Le VPN sono davvero necessarie? Vale la pena usare una VPN?

Se la tua sicurezza e privacy online ti preoccupano, sicuramente vale la pena investire in una VPN. Poiché una VPN codifica la tua connessione e nasconde il tuo indirizzo IP, ti consente di proteggere i dati sensibili e impedisce a terzi di tracciare la tua attività online. Questo aspetto da solo offre molti notevoli vantaggi: protezione dai criminali informatici e dalla sorveglianza delle autorità governative, nonché possibilità di navigare liberamente e in sicurezza su Internet.

Inoltre, le VPN hanno prezzi molto accessibili. Puoi ottenere un’ottima VPN a meno di 6 euro al mese, o anche molto meno se approfitti dei frequenti sconti e se sottoscrivi un abbonamento a lungo termine. Ad esempio, in questo momento ExpressVPN offre il 49% di sconto. Con questi enormi benefici di privacy a un prezzo così basso, è difficile pensare che non valga la pena dotarsi di una VPN.

Su quali dispositivi posso usare una VPN?

Le VPN sono compatibili con la maggior parte dei dispositivi Wi-Fi, tra cui:

Mac Windows Dispositivi mobili (iOS, Android) Certi router
Linux Smart TV Roku Amazon Fire Stick
Console di gioco (Xbox, PlayStation) Apple TV Kodi Browser (Chrome, Edge, Firefox, Opera)

Se il tuo dispositivo supporta l’installazione di un software VPN, come PC e smartphone, allora potrai installare direttamente l’app. Sono applicazioni adatte ai principianti, usarle non richiede alcuna conoscenza tecnica. L’installazione richiede solo pochi minuti, dopodiché potrai connetterti a un server VPN con un semplice clic.

Se il tuo dispositivo non supporta le app VPN (come le console di gioco o le smart TV), puoi installare la VPN sul tuo router di casa. Così facendo, tutti i dispositivi connessi alla tua rete saranno protetti dalla VPN. Può però venire difficile installare il firmware VPN necessario, oltre al fatto che non tutti i router supportano le VPN.

In alternativa, puoi configurare il tuo PC come hotspot VPN e tutti i dispositivi che vi si collegheranno saranno protetti. Questa soluzione è più facile da impostare, ma per una connessione affidabile è necessario che i dispositivi restino vicini al PC.

Molte VPN offrono anche estensioni per browser che rafforzeranno la tua privacy online, nascondendo il tuo indirizzo IP reale per navigare con certa riservatezza. Le migliori estensioni VPN per browser consentono la connessione ai servizi di streaming e offrono server in molteplici località. Tuttavia, molte estensioni per browser offrono meno funzioni di sicurezza rispetto all’app VPN, oltre al fatto che non proteggono tutto il traffico del dispositivo ma solo l’attività di navigazione.

Una VPN ti garantisce l’anonimato online?

La risposta semplice è no. Una VPN può assicurarti la privacy, ma non il totale anonimato. Una VPN nasconde la tua posizione e il tuo indirizzo IP e te ne assegna uno nuovo. Ti protegge inoltre dai cybercriminali e dalla sorveglianza delle agenzie governative/dei provider di servizi Internet, grazie alla codifica di livello militare. Tuttavia, il fornitore della VPN ha comunque accesso al tuo vero indirizzo IP e alle informazioni sulle tue attività online — Questo è inevitabile e necessario per il funzionamento dei server.

Ecco perché è cruciale scegliere una VPN con una rigorosa politica “senza log”: in questo modo, il fornitore della soluzione non ha dati da condividere con terzi, persino se obbligata a farlo da un'agenzia governativa. Ma anche questo non è sufficiente, se l'obiettivo è il totale anonimato. C'è sempre il rischio che le tue informazioni personali possano essere intercettate se il server della VPN venisse compromesso, da hacker, agenzie governative od operatori di data center di terze parti. Inoltre, la tua VPN richiede un indirizzo email e delle informazioni di pagamento per creare il tuo account, accettare I tuoi pagamenti o rimborsarti.

Tuttavia, ci sono alcuni modi per proteggere il tuo anonimato quando usi una VPN. Ad esempio, puoi pagare il servizio VPN con una criptovaluta come Bitcoin, così da non dover fornire alla compagnia VPN informazioni di pagamento e altri dati sensibili.

Puoi anche usare una connessione multi-hop, che protegge da eventuali intercettazioni le tue informazioni personali, anche se una delle VPN nella catena è stata compromessa. Questo grazie agli ulteriori strati di codifica e mascheramento IP, che non lasciano nulla su cui lavorare agli autori delle intercettazioni.

Una VPN elude i blocchi ai siti web?

Sì, con una VPN potrai accedere ovunque ai siti web bloccati. Se il sito non è disponibile a causa di firewall, restrizioni di rete o geoblocchi, una buona VPN sarà in grado di aggirare ogni limitazione per darti accesso ai contenuti che cerchi. A fare la differenza sarà la capacità della VPN di criptare il traffico e mascherare l’indirizzo IP. Alcune VPN offrono persino speciali funzionalità di offuscamento (o Stealth), fatte apposta per aggirare anche i firewall e le restrizioni di rete più potenti.

Una delle ragioni più popolari che portano all’uso di una VPN è la possibilità di accedere ad altri contenuti in streaming su siti come Netflix. Infatti, la disponibilità di serie e film varia a seconda del Paese e con una VPN potrai cambiare la tua posizione virtuale per accedere a contenuti altrimenti non visibili nella tua zona. Questo sistema funziona anche per accedere a piattaforme di streaming con accesso limitato solo ad alcuni Paesi. Ad esempio, Hulu è disponibile solo negli Stati Uniti, ma collegando la VPN a un server americano potrai accedervi anche se non ti trovi oltreoceano.

Dovrei optare per una VPN gratis o pagare?

L’idea di una VPN gratis può sembrare allettante, ma questi servizi possono rivelarsi ben poco sicuri e presentare limitazioni che non troverai di certo in una VPN a pagamento. A differenza delle VPN gratis, quelle a pagamento non impongono restrizioni come limiti di dati o di velocità. Inoltre, le VPN gratis hanno spesso reti di server più piccole e con velocità ridotte a causa della congestione. Di solito non dispongono nemmeno delle funzioni di sicurezza avanzate integrate invece nelle VPN a pagamento.

Le VPN a pagamento hanno in genere prezzi molto accessibili e riconoscono una garanzia di rimborso, quindi potrai ottenere indietro l’intero importo facilmente, di solito entro 30 giorni dall’acquisto. Per pochi euro al mese, otterrai velocità elevate, solide funzioni di sicurezza e di privacy e ampie reti di server. Non troverai mai niente di tutto questo con nessuna VPN gratis.

È legale usare una VPN?

Le VPN sono legali nella maggior parte dei Paesi, ma esistono eccezioni. Paesi che applicano leggi severe di censura, come Cina, Russia e Iran, considerano illecite le VPN o ne limitano l’uso. Di solito consentono solo i servizi approvati dal governo, che non proteggono affatto la privacy perché permettono di tracciare l’utente.

Inoltre, in quei paesi è persino pericoloso connettersi ai server VPN. Tuttavia, alcune VPN premium dispongono di server virtuali per Cina, Russia e India. I server virtuali forniscono IP di un paese senza avere effettivamente un server fisico in quella zona. Questo significa che non sono soggetti al monitoraggio dei dati all'interno di quel paese.

Dovrei acquistare un router VPN?

Usare un router VPN è il metodo migliore per proteggere tutti i dispositivi di una rete domestica. Eviterai così di installare la VPN su ciascun dispositivo e di collegarlo separatamente. È possibile installare una VPN sul router che hai già (se è compatibile) o acquistare un router con la VPN preinstallata.

I router VPN sono particolarmente utili se usi dispositivi che non supportano le app VPN, come console di gioco e smart TV. Tuttavia, installare una VPN sul router richiede di effettuare certe configurazioni. Ogni coppia di router e VPN avrà metodi di configurazione diversi, ma di solito il provider fornisce le relative istruzioni sul proprio sito web, agevolando non poco il processo.

Detto questo, se vorrai cambiare di server, di solito dovrai farlo manualmente nel firmware del router, mentre ci sono anche VPN (come ExpressVPN) che forniscono app native che permettono di farlo con maggiore facilità.

Una VPN rallenta la connessione Internet?

Normalmente sì. Con una VPN ci si può aspettare un calo del 10-20%. Se ci si collega a una località molto lontana, la velocità diminuirà ulteriormente, ma in genere la riduzione non dovrebbe superare il 50%. In sostanza, più i dati devono viaggiare lontano, più bassa tenderà ad essere la velocità.

Tuttavia, grazie a caratteristiche del massimo livello, le migliori VPN non rallenteranno di molto la tua connessione. Un buon provider di VPN utilizza l’hardware migliore che ci sia per la sua rete di server, oltre a dotarsi di protocolli VPN ottimizzati per offrire velocità elevate senza rinunciare alla sicurezza. Ad esempio, con gran parte delle VPN di alta qualità, è disponibile il protocollo WireGuard, che fornisce velocità maggiori rispetto a molte sue alternative pur restando altamente sicuro.

In qualche modo, una VPN provocherà quasi sempre un impatto sulla velocità della tua connessione. Infatti, i dati devono passare attraverso il server VPN, invece di andare direttamente alla destinazione online richiesta, oltre al fatto che la VPN cifrerà e decifrerà tutto il traffico per mantenerlo sicuro, operazione che porta via un ulteriore tempo.

Posso usare una VPN con Tor?

Sì, è possibile e facile utilizzare una VPN con Tor. Basta connettersi alla VPN, aprire Tor Browser e navigare normalmente. Il vantaggio di combinare i due strumenti è una maggiore privacy, perché la VPN impedirà che il primo server Tor (il nodo di ingresso) veda il tuo indirizzo IP reale. Tieni però presente che usare una VPN con Tor genera connessioni ancora più lente rispetto a Tor senza VPN. Quest’ultima aggiunge infatti maggiore crittografia, che diminuirà la velocità.

Una VPN è diversa da un server proxy?

Le VPN sono diverse dai server proxy, perché usano una codifica di livello militare, mentre i server proxy generalmente no. Entrambi offrono una certa forma di anonimato poiché nascondono il vero indirizzo IP dell’utente e lo sostituiscono con uno nuovo, ma solo una VPN codifica i tuoi dati e ti protegge grazie a una politica “senza log”. Questo significa che nessuno può vedere le tue attività online, incluso il tuo provider di servizi Internet. Al contrario, un server proxy nasconde il tuo indirizzo IP reale ma non fornisce una codifica avanzata. I proxy tendono inoltre a funzionare solo nel tuo browser internet, mentre una VPN protegge ogni app del tuo dispositivo che utilizza internet.

Prova ExpressVPN senza rischi

Proteggi la tua privacy online oggi stesso

Ora che internet è sempre più presente nelle nostre vite, la necessità di misure di sicurezza e privacy adeguate continua a crescere. Una VPN è uno dei modi più affidabili ed economici per tutelare i tuoi dati personali e la tua privacy online. Può inoltre permetterti di accedere a siti web bloccati su reti soggette a restrizioni, in scuole e luoghi di lavoro, prevenire la riduzione della larghezza di banda e tenerti al sicuro durante il torrenting.

Tra le 150 VPN che insieme al mio team testiamo regolarmente, riteniamo ExpressVPN la scelta migliore, anche per i principianti. È facile da usare, disponibile in italiano, estremamente veloce e fra le VPN più affidabili che abbia mai testato. Oltretutto, grazie ai suoi 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati, potrai provare ExpressVPN senza rischi e ottenere indietro i tuoi soldi se vedi che non fa per te.

Per riassumere, le 3 migliori VPN per principianti sono...

Classifica
Provider
Nostro punteggio
Sconto
Visita il sito
1
medal
9.9 /10
9.9 Nostro punteggio
49% di risparmio!
2
9.7 /10
9.7 Nostro punteggio
84% di risparmio!
3
9.5 /10
9.5 Nostro punteggio
83% di risparmio!
Avviso sulla privacy!

I tuoi dati sono esposti ai siti web che visiti!

Il tuo indirizzo IP:

La tua posizione:

Il tuo Internet Provider:

Le informazioni di cui sopra possono essere utilizzate per tracciarti, localizzarti per ricevere pubblicità e monitorare ciò che fai online.

VPN può aiutarti a nascondere queste informazioni dai siti web in modo che tu sia protetto in ogni momento. Consigliamo ExpressVPN - il VPN numero 1 su oltre 350 provider che abbiamo testato. Ha funzioni di crittografia di livello militare e caratteristiche di privacy che garantiranno la tua sicurezza digitale, inoltre - attualmente offre 49% di sconto.

Visita ExpressVPN

Recensiamo i fornitori sulla base di ricerche e test rigorosi, ma teniamo conto anche del tuo feedback e della nostra commissione di affiliazione con i fornitori, alcuni dei quali sono di proprietà della nostra capogruppo.
Scopri di più
vpnMentor è stato fondato nel 2014 con l'obiettivo di recensire i servizi VPN e di trattare argomenti legati alla privacy. Oggi, il nostro team composto da centinaia di ricercatori, scrittori e redattori nel campo della sicurezza informatica continua ad aiutare i lettori a battersi per la loro libertà online in collaborazione con Kape Technologies PLC, che è anche proprietaria dei seguenti prodotti: ExpressVPN, CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, che possono essere recensiti su questo sito. Le recensioni pubblicate su vpnMentor sono da considerarsi attendibili alla data di pubblicazione di ciascun articolo e sono redatte nel rispetto dei nostri rigorosi standard di recensione che privilegiano una valutazione professionale e onesta da parte del recensore, prendendo in considerazione le capacità e le qualità tecniche del prodotto unitamente al suo valore commerciale per gli utenti. Le classifiche e le recensioni che pubblichiamo possono anche tenere conto della proprietà comune di cui sopra e delle commissioni di affiliazione che guadagniamo per gli acquisti effettuati tramite i link contenuti nel nostro sito. Non esaminiamo tutti i provider di VPN e le informazioni sono da considerarsi accurate alla data di ogni articolo.

Sugli autori

Andrea è un appassionato di tecnologia che ritiene la privacy online fondamentale per arginare la completa deriva verso un sistema orwelliano. Quando non è intento a leggere di innovazione, Andrea esplora la tecnologia interiore dell'essere umano praticando l'auto-osservazione e la meditazione.

Hai apprezzato questo articolo? Valutalo!
L'ho odiato Non mi è piaciuto Non male Molto bene! L'ho amato!
su 10 - Votato da utenti
Grazie per il tuo feedback.

Inviaci un commento su come migliorare questo articolo. Il tuo feedback è importante!

Lascia un commento

Spiacenti, i link non sono consentiti in questo campo!

Il nome deve contenere almeno 3 lettere

Il contenuto del campo non deve superare 80 lettere

Spiacenti, i link non sono consentiti in questo campo!

Immetti un indirizzo e-mail valido

Grazie per aver inviato un commento, %%name%%!

Controlliamo tutti i commenti nel giro di 48 ore per assicurarci che siano reali e non offensivi. Nel frattempo, condividi pure questo articolo.