Trasparenza:
Recensioni professionali

vpnMentor ospita recensioni scritte dai nostri esperti, che esaminano i prodotti seguendo i propri standard professionali.

• Proprietà

vpnMentor è di proprietà di Kape Technologies PLC, a cui appartengono i seguenti prodotti: CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, i quali possono essere recensiti su questo sito.

• Commissioni di affiliazione

Sebbene vpnMentor possa beneficiare di commissioni quando viene effettuato un acquisto utilizzando i nostri link, ciò non ha alcuna influenza sul contenuto delle recensioni o sui prodotti/servizi recensiti. Forniamo link diretti per l'acquisto di prodotti che fanno parte di programmi di affiliazione.

• Linee guida per le recensioni

Le recensioni pubblicate su vpnMentor vengono scritte da esperti che esaminano i prodotti secondo i nostri rigorosi standard sulle recensioni. Tali standard assicurano che ogni recensione si basi sull'esame indipendente, professionale e onesto del recensore e prenda in considerazione le capacità tecniche e le qualità del prodotto insieme al suo valore commerciale per gli utenti, i quali possono anche influenzare il posizionamento del prodotto sul sito.

Le 8 migliori VPN per Mac (SICURE e VELOCI) nel 2021

I Mac sono dotati delle funzioni di sicurezza essenziali, ma non garantiscono una protezione online del 100%. Usare una buona VPN per Mac in Italia ti offrirà una sicurezza aggiuntiva, criptando il tuo traffico per proteggerti da fughe di dati, malware dannosi e attacchi informatici.

Tuttavia, non tutte le VPN hanno buoni rapporti con macOS. Alcune non offrono applicazioni native per Mac, quindi impostarle sul tuo dispositivo Apple può risultare complicato. Altre VPN che ho testato hanno persino minato le prestazioni del mio Mac, a tal punto che ho dovuto disinstallare l’applicazione.

Con l’aiuto del mio team, ho testato più di 300 VPN usando un MacBook Pro (con sistema Big Sur) e ne ho selezionate 8: sono VPN di capacità testata e comprovata per aumentare la sicurezza del Mac senza rallentarlo.

La mia scelta n° 1 è ExpressVPN, perché offre funzioni di sicurezza di prima classe, velocità elevatissime e grande facilità di configurazione su Mac. Inoltre, puoi provarla senza rischi grazie alla sua garanzia di 30 giorni soddisfatti o rimborsati. Se vedi che non fa per te, durante tale periodo potrai ottenere indietro i tuoi soldi senza problemi.

Prova ExpressVPN senza rischi per 30 giorni!

Sei di fretta? Ecco le migliori VPN per Mac in Italia nel 2021

  1. ExpressVPN – App per Mac facile da usare con velocità elevate, kill switch automatico per una maggiore sicurezza e 3.000 server sparsi per tutto il mondo.
  2. CyberGhost – App per Mac user-friendly e ottima per lo streaming e il download sicuro via torrent, però non funziona in Paesi restrittivi come la Cina.
  3. Private Internet Access – Applicazione per Mac che ti consente di personalizzare la crittografia e le funzioni di sicurezza a tuo piacimento. Inoltre, è un’ottima VPN per l’uso di torrent, però le velocità sono davvero lente sui server lontani.
  4. PrivateVPN – App user-friendly per macOS con potenti funzionalità di privacy, ma un parco server di piccole dimensioni.
  5. VyprVPN – Ottima per superare con il Mac i blocchi anti-VPN nei Paesi restrittivi, ma può risultare un po’ costosa.

Altri 3 servizi di VPN ottimali per Mac

Prova subito ExpressVPN sul tuo Mac!

Le migliori VPN per Mac – Aggiornamento 2021

1. ExpressVPN – Protegge il tuo Mac con connessioni affidabili e un’app facile da usare

  • Connessioni rapide per fluidità nello streaming e nel download via torrent sul tuo Mac.
  • Crittografia di livello militare, protezione contro fughe di dati, rigorosa politica di no-log e kill switch automatico per mantenerti sicuro e anonimo online.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, Disney+, HBO Max, Hulu, BBC iPlayer, Vudu, Sky Italia, Sportitalia, IRIS e tanti altri.
  • 5 connessioni simultanee di dispositivi.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra, Sierra, El Capitan e Yosemite.
  • Funziona anche con: iOS, Apple TV, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi. Oltretutto, ExpressVPN ha un’app disponibile in italiano per Mac, Windows, iOS, Android, Chrome e Firefox (cosa che non molte VPN possono offrire).
L'ultima offerta di ExpressVPN Settembre 2021: ricevi 3 mesi completamente gratuiti sul tuo abbonamento annuale con questa offerta attuale! Non sappiamo quando finirà questa offerta, quindi è meglio controllare la pagina delle offerte per vedere se è ancora disponibile.

ExpressVPN aggiunge un solido livello extra di sicurezza e privacy al tuo Mac. Integra una crittografia a 256 bit di livello militare, la protezione contro le perdite di IP e DNS nonché un kill switch automatico (chiamato Network Lock), funzione che serve a mantenere il tuo Mac protetto anche se la VPN si dovesse disconnettere improvvisamente. Network Lock non era già abilitato dopo l’installazione di ExpressVPN, ma è molto facile attivarlo tramite il menu Preferences (Preferenze).


Network Lock non è già attivato automaticamente al primo avvio di ExpressVPN, quindi devi

Ho apprezzato che quando Network Lock entra in funzione si riceve un avviso, in modo da sapere che il Mac è protetto. Ad un certo punto, il mio Mac è andato in stand-by mentre ExpressVPN era connessa. Al riaccenderlo, Network Lock mi ha avvertito della disabilitazione della connessione Internet fino al corretto ristabilirsi della mia connessione VPN, cosa che ha richiesto solo 4 secondi circa.

ExpressVPN adotta una rigorosa politica di no-log che è stata testata e verificata, quindi nessuno dei tuoi dati sensibili viene memorizzato né condiviso con terzi. Inoltre, l’azienda ha sede alle Isole Vergini britanniche, Paese fuori dalla giurisdizione delle alleanze 5/9/14-Eyes per la sorveglianza, bensì favorevole alla privacy e senza leggi sulla registrazione dei dati. Questo significa che né governi né agenzie potranno costringere ExpressVPN a memorizzare e cedere loro alcuna informazione che ti riguardi.

Inoltre, questo provider utilizza la tecnologia Trusted Server (ossia server basati sulla memoria RAM), quindi tutti i tuoi dati di navigazione e di connessione vengono sempre cancellati nel momento in cui ti disconnetti dal server. Insomma, anche se un governo ordinasse a ExpressVPN di consegnare i dati degli utenti, l’azienda non avrebbe proprio nulla da condividere.

Con la sua app per Mac puoi scegliere tra 4 protocolli di sicurezza: L2TP/IPsec, IKEv2, OpenVPN (UDP e TCP) e Lightway, il suo esclusivo protocollo proprietario, progettato e ottimizzato da ExpressVPN puntando a fornire il massimo di velocità, sicurezza e affidabilità. Utilizza una libreria di crittografia (wolfSSL) ben affermata e che è stata testata ed esaminata in dettaglio da enti terzi di sicurezza. Mi incuriosiva scoprire le prestazioni di Lightway in confronto a OpenVPN, così ho testato le mie velocità su alcuni server usando entrambi i protocolli.


Eccetto che per il server di Londra, ho raggiunto velocità maggiori usando Lightway invece che OpenVPN.

Nel complesso Lightway ha superato OpenVPN in termini di velocità, mostrandosi però incostante in alcuni casi, spiegabili dal fatto che Lightway era ancora in fase di anteprima durante i miei test, quindi c’era anche meno scelta di server. A parte questo, i tempi di connessione usando Lightway sono sempre stati sotto al secondo, mentre con OpenVPN si arriva a 5-10 secondi. Insomma, anche se all’inizio ero un po’ delusa dal fatto che ExpressVPN non offrisse supporto per WireGuard (che di solito è il protocollo più veloce), Lightway ha dimostrato di essere un’ottima alternativa.

Le velocità di ExpressVPN sono davvero elevate. Per i miei test, mi sono collegata usando la funzione di selezione automatica, che sceglie il protocollo più veloce in base alla rete e all’attività. Su altri server locali ho goduto di una velocità media di 42 Mbps (calo del 10%), mentre su quelli a lunga distanza la velocità media è stata di 38 Mbps (calo del 19%). È normale che una VPN diminuisca la tua velocità originale di all’incirca il 10-25%, ma dato che la mia connessione iniziale è molto rapida, non ho notato rallentamenti.

La sua app nativa per Mac è anche molto user-friendly, richiedendo un solo clic per connettersi e offrendo una lista di server molto ben organizzata. Vi sono 3 categorie di server organizzati per Paese: i server consigliati, quelli a cui ti sei connesso di recente e la lista completa. Inoltre, puoi cercare una località specifica usando la barra di ricerca e anche salvare i tuoi server preferiti, che vengono mostrati nella scheda dei server recenti.


Smart Location ti fornirà un server con le migliori velocità in base alla tua posizione.

La scheda dei server recenti include anche i tuoi server preferiti, rendendo così la navigazione dell’app molto più agevole. Ho provato ExpressVPN anche sul mio iPhone (dato che si possono collegare fino a 5 dispositivi contemporaneamente): l’app iOS è quasi identica alla versione Mac, ossia estremamente facile da usare. Tuttavia, mi ha piuttosto deluso che su iOS manchi un kill switch.

Se ti colleghi da un Paese restrittivo come la Cina o gli Emirati Arabi Uniti, fra i server consigliati ti verrà mostrato un elenco di posizioni testate e comprovate per aggirare le limitazioni alla rete Internet e le tecnologie di blocco anti-VPN. Questo significa che ExpressVPN funziona in Paesi afflitti dalla censura su Internet, come Cina, Turchia e Russia, fra vari altri.

Data la così ampia disponibilità di server (3.000 server in 90 posizioni), ExpressVPN rende anche l’elusione dei geoblocchi sui siti di streaming un’operazione semplice e indolore. Mi ha davvero impressionato come ExpressVPN abbia sbloccato in modo affidabile alcuni dei miei siti preferiti sul Macbook: ho avuto accesso a 8 diversi cataloghi Netflix (inclusi quelli di Stati Uniti e Regno Unito), nonché a Hulu, Disney+ e HBO Max, giusto per citare alcune delle tante piattaforme. Dato che ExpressVPN ha una velocità così elevata, il caricamento di ogni sito di streaming ha richiesto solo 5 secondi circa e ho potuto guardare contenuti in qualità HD senza buffering.


Ho provato 10 diversi server americani e hanno tutti funzionato con Hulu, Netflix e Disney+.

ExpressVPN funziona anche con la Apple TV. Infatti, la sua funzione MediaStreamer permette di sbloccare le applicazioni dedicate di servizi come Netflix USA, HBO Max e Hulu, in modo da poterti godere le tue serie preferite sul tuo grande schermo usando la Apple TV. Mi ci sono voluti solo un paio di minuti per configurare le impostazioni DNS della mia Apple TV.

Tutti i server sono P2P-friendly, condizione che rende ExpressVPN un’ottima opzione anche per il file sharing via torrent. La comodità è che non dovrai cercare un server specifico per usare torrent in totale sicurezza. Io ho semplicemente aperto il client Transmission e in 12 minuti ho scaricato un file di 3GB. Poiché ExpressVPN non limita la tua larghezza di banda, potrai darti alla condivisione via torrent e allo streaming quando e quanto vuoi.

ExpressVPN fornisce anche la funzione di split tunneling, che ti permette di scegliere per quali applicazioni e siti web usare la connessione VPN e quali invece mantenere con la connessione normale. Mi ha piuttosto deluso che non sia disponibile per le versioni più recenti di macOS. Ho chiesto spiegazioni contattando ExpressVPN attraverso la live chat attiva 24/7 e un agente di supporto mi ha confermato che lo split tunneling non è supportato su macOS 11 (Big Sur), ma solo su versioni di Mac comprese tra 10.10 e 10.15.

ExpressVPN può essere un po’ cara, ma ho apprezzato il fatto di poter ottenere uno sconto del 49% al momento dell’iscrizione. Inoltre, puoi sempre provarla senza rischi ed eventualmente chiedere un rimborso entro 30 giorni, se vedi che il servizio non ti soddisfa. Per completare la mia recensione, ho messo alla prova questa politica e non è stato un problema riavere indietro i miei soldi: in soli 4 giorni il mio rimborso è stato completato con successo.

Ottieni subito ExpressVPN per Mac!

2. CyberGhost – App per Mac facile da usare, ottimizzata per lo streaming e per l’uso sicuro di torrent

  • Buone velocità di connessione per fluidità di streaming e navigazione sul tuo Mac.
  • Crittografia di livello militare, protezione contro fughe di dati, politica di no-log e kill switch automatico per mantenerti protetto online.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, BBC iPlayer, HBO Max, Hulu, Showtime, Rai Uno, Rai Tre, Rai Sport e molti altri.
  • 7 connessioni simultanee di dispositivi.
  • 45 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra e Sierra.
  • Funziona anche con: iOS, Apple TV, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi. Le app di CyberGhost sono disponibili con interfaccia in italiano. Questo è ideale per chi vuole usare la VPN nella propria lingua su ogni dispositivo.
Offerta Settembre 2021: CyberGhost offre attualmente il 83% di sconto sul suo piano più richiesto! Approfitta subito di questa offerta e risparmia ancora di più sul tuo abbonamento a CyberGhost.

L’applicazione di CyberGhost per Mac è estremamente facile da usare anche se non hai mai neppure sentito parlare di VPN in vita sua. Ho impiegato solo 2 minuti per compiere tutto il processo dal download alla connessione. Con un solo clic, ti collega automaticamente al server più veloce e ti protegge con una crittografia a 256 bit di livello militare, con protezione dalle perdite di IP e DNS e con un kill switch automatico. Praticamente non richiede alcuno sforzo proteggere completamente il tuo Mac con CyberGhost.

Se gran parte delle VPN organizzano i propri server solo in base alla posizione, CyberGhost mostra i suoi 7.300 server (dislocati in 91 posizioni) in base all’attività che intendi svolgere, rendendosi così una VPN ottimale per i principianti. Potrai scegliere server ottimizzati per il download se vuoi usare torrent in modo sicuro, oppure server ottimizzati per lo streaming, se vuoi guardare contenuti sul tuo Mac eludendo i geoblocchi.


Puoi anche cercare i server in base alla posizione sotto “All servers” (Tutti i server).

CyberGhost offre server dedicati per sbloccare decine di siti di streaming, inclusi Netflix USA, Disney+, Amazon Prime Video e BBC iPlayer. Quando ho testato il suo server ottimizzato per Hulu, in soli 7 secondi ha caricato il sito e mi ha permesso la visione in HD senza il minimo buffering.


Ha caricato “Tanti piccoli fuochi” in circa 7 secondi senza alcun rallentamento successivo.

Per il download, la VPN mi ha fornito una lista di più di 50 posizioni server ottimizzate, con la relativa percentuale di carico. Con queste informazioni, puoi selezionare un server che non sia troppo sovraffollato (e abbastanza vicino alla tua posizione reale) per assicurarti le velocità più elevate per il file sharing via torrent. Nei miei test ho selezionato il server austriaco e ho scaricato un file video da 1GB in 7 minuti, più o meno quanto ci sarebbe voluto senza VPN. Impressionante.

Dato che la sede aziendale di CyberGhost è in Romania, che è fuori dalla giurisdizione delle alleanze per la sorveglianza online, e anche grazie al fatto che il provider adotta una rigorosa politica di no-log, le tue informazioni sensibili restano super sicure. Pertanto, se accidentalmente scarichi un file protetto da copyright via torrent, non dovrai preoccuparti di finire nei guai.

Puoi anche attivare un personale indirizzo IP dedicato a partire da 4,75 dollari al mese in più, l’ultima volta che ho controllato. Lo trovo un po’ costoso, quindi mi atterrò ai suoi IP condivisi per mantenere l’anonimato online.

L’applicazione per Mac di CyberGhost offre alcune funzioni di sicurezza avanzate per migliorare ulteriormente la tua privacy. In primo luogo, puoi scegliere tra i protocolli di sicurezza IKEv2 o WireGuard (ma purtroppo devi configurare OpenVPN manualmente). Vi sono anche i blocchi contro pubblicità, siti dannosi e tracciamento online. Puoi anche usare la funzione di reindirizzamento HTTPS per bloccare l’accesso a siti non sicuri dal tuo Mac. Infine, integra una funzione di compressione dei dati che, una volta attivata, può aiutarti a rimanere entro i limiti di larghezza di banda che eventualmente devi rispettare.

Con CyberGhost puoi collegare fino a 7 dispositivi contemporaneamente, quindi l’ho impostata sul mio PC Windows, sull’iPad e sull’iPhone, sempre con estrema semplicità. Ho particolarmente apprezzato che CyberGhost integri un kill switch sulla sua app per iOS, qualcosa che non molte VPN offrono. Puoi anche impostare CyberGhost sulla tua Apple TV tramite la funzione SmartDNS, ottimizzata per sbloccare i contenuti in streaming di tante regioni.

Il più grande svantaggio di CyberGhost è che non funziona nei Paesi che applicano molte restrizioni su Internet, come Cina o Emirati Arabi. Pertanto, se vivi o stai per viaggiare in tali Paesi, dovrai affidarti a un’altra VPN di questa lista.

Trovo il suo piano mensile parecchio costoso, però all’iscrizione ho potuto usufruire di uno sconto del 83% sul mio abbonamento. Tieni a mente, poi, che puoi sfruttare la garanzia di rimborso per provare CyberGhost gratis durante 45 giorni, se sottoscrivi un piano di almeno 6 mesi. Quando ho messo alla prova il suo processo di rimborso, è stato semplice riavere indietro i miei soldi. Ho usato la live chat sul sito web, attiva 24/7, e l’agente di supporto non mi ha nemmeno chiesto perché volessi rescindere l’abbonamento. In 5 giorni ho ricevuto la somma completa.

Ottieni subito CyberGhost per Mac!

3. Private Internet Access – Crittografia personalizzabile e funzioni di sicurezza per il tuo Mac

  • Alte velocità per lo streaming e l’uso di torrent su Mac.
  • Crittografia AES a 256 bit, protezione contro fughe di dati, politica di no-log e un kill switch automatico per proteggere il tuo Mac e mantenerti anonimo online.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, Disney+, HBO Max, Italia Uno, Canale 5, Rete 4 e molti altri.
  • 10 connessioni simultanee di dispositivi.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave e High Sierra.
  • È compatibile con: iOS, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi. Inoltre, dispone di interfaccia utente in italiano.
Aggiornamento Settembre 2021: PIA di solito non fa offerte o sconti (è conveniente già di suo), ma in questo momento puoi ottenere un nuovo abbonamento con uno sconto folle del 83%!

L’applicazione per Mac di Private Internet Access offre un notevole ventaglio di funzioni di sicurezza liberamente personalizzabili. Fra le impostazioni, puoi scegliere tra la crittografia AES a 128 o 256 bit: quest’ultima è più potente, ma risulta ancora sicuro proteggersi con quella a 128 bit, che impiega meno tempo per criptare i dati e quindi ti fornisce velocità più elevate. Io ad esempio attivo l’opzione a 128 bit per godermi lo streaming, però seleziono la crittografia a 256 bit quando mi connetto a un Wi-Fi pubblico, in modo da assicurarmi che il mio Mac resti completamente protetto.

PIA integra anche un kill switch personalizzabile. Puoi impostarlo affinché si attivi in automatico per bloccare il tuo traffico web nel caso la connessione VPN dovesse avere problemi. In alternativa, puoi selezionare l’opzione di tenerlo sempre attivo, cosa che quindi bloccherà il traffico web non protetto anche quando sei tu a chiudere la connessione VPN. Insomma, a seconda che le tue intenzioni siano più ottenere velocità e affidabilità o una solida sicurezza, puoi impostare PIA affinché soddisfi al meglio le tue esigenze online. Mi piace la libertà di cui ho goduto durante i miei test di PIA, qualcosa che non ho rilevato con tante altre VPN per Mac, che di solito sono soltanto una versione molto semplificata delle corrispondenti applicazioni Windows.

Per personalizzare ulteriormente la connessione VPN del tuo Mac, puoi scegliere tra i protocolli OpenVPN e WireGuard, puoi selezionare le impostazioni per le porte remote e locali, puoi impostare indirizzi DNS personalizzati e persino selezionare applicazioni che si colleghino senza passare dalla VPN (funzione chiamata split tunneling). Nonostante tutte queste caratteristiche avanzate e le tante opzioni di personalizzazione, l’app di PIA si mantiene user-friendly e facile da usare. Ho trovato molto comodo che si posizioni nel menu superiore del Mac, per un facile accesso.

Mi preoccupava un po’ il fatto che PIA abbia sede negli Stati Uniti (in piena zona di influenza della 5/9/14-Eyes Alliance), tuttavia opera seguendo una rigorosa politica di no-log, risultando sicura da usare. Inoltre, la tua privacy è al sicuro anche grazie alla protezione dalle perdite di IP e DNS (PIA ha superato tutti i miei test di tenuta) e a PIA Mace, funzione che blocca i domini segnalati come annunci, tracker e malware (tuttavia, non blocca gli annunci presenti su siti sicuri, come quelli dei video di YouTube).

PIA ha funzionato alla grande quando l’ho usata per il file sharing P2P sul mio Macbook. Tutti i suoi server sono ottimizzati per il P2P e offre il proxy SOCKS5 e il port forwarding su alcuni server, che ottimizzano le prestazioni. Ho testato queste funzioni scaricando lo stesso file da 2,5 GB tramite 5 server locali con il port forwarding abilitato. Mi ha davvero impressionato vedere il trasferimento completarsi sempre in circa 12 minuti. PIA è una scelta solida se usi spesso il Mac per condividere file via torrent e vuoi proteggere il tuo anonimato.

Se sui server locali non ho rilevato quasi nessuna perdita di velocità, sulla lunga distanza il calo di prestazioni si fa evidente. Le mie velocità hanno mantenuto una media di 8 Mbps sui server americani (un calo dell’81%). Anche se ho potuto accedere a Netflix USA, Disney+ e HBO Max, la connessione era troppo lenta per lo streaming in HD: l’immagine era pixellata e andava a scatti. Quindi, se punti a usare server oltreoceano per sbloccare i contenuti in streaming, PIA non è la scelta migliore.

Al momento dell’iscrizione, ho apprezzato la possibilità di usufruire del 83% di sconto. Questo ha reso il servizio molto più accessibile, inoltre puoi provare PIA senza rischi per 30 giorni grazie alla garanzia di rimborso, ottenendo indietro i tuoi soldi se non ne resti soddisfatto. Ho messo alla prova la politica di rimborso ed è andato tutto liscio come l’olio. Mi è bastato comunicare tramite la live chat che non era la VPN giusta per me e, nel giro di 5 giorni, mi hanno riaccredito l’intera somma.

Ottieni subito PIA per Mac!

4. PrivateVPN – App semplice per macOS con un forte focus sulla protezione della privacy online

  • Buone velocità per la navigazione e l’uso di torrent sul tuo Mac.
  • Crittografia di livello militare, protezione contro fughe di dati, politica di no-log e kill switch automatico per proteggere la tua attività online.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, Hulu, BBC iPlayer, Rai, Mediaset Premium, La7 e altri.
  • 6 connessioni simultanee di dispositivi.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra, Sierra ed El Capitan.
  • Funziona anche con: iOS, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi. L’interfaccia utente supporta molteplici lingue, italiano compreso.

PrivateVPN è un’ottima opzione se vuoi mantenere il tuo Mac sicuro e privato con un semplice clic. In soli 20 secondi, ho scaricato, installato e connesso la VPN. Sarai protetto con una crittografia militare a 256 bit che utilizza la perfect forward secrecy, la protezione dalla perdite di IP e DNS nonché un kill switch automatico, che troverai già abilitato. Questo è comodo, considerato che di solito devi navigare fra le impostazioni dell’app per attivarlo manualmente.

Il protocollo di sicurezza predefinito per il client Mac è OpenVPN, noto per essere uno dei più sicuri. Puoi scegliere tra le opzioni UDP e TCP, nonché abilitare il protocollo L2TP. Fornisce la crittografia AES a 256 bit, disponibile anche a 128 bit se vuoi personalizzare ulteriormente le tue impostazioni di connessione.

Inoltre, PrivateVPN segue una rigida politica di no-log e offre la modalità Stealth, che rende efficace la VPN anche in Paesi restrittivi come Cina e Iran. Questa funzione può aiutarti anche a bypassare i firewall impostati dalla tua azienda o dalle reti di università e biblioteche (che magari bloccano siti come Facebook, giusto per fare un esempio). Ho testato la modalità Stealth sulla rete Wi-Fi pubblica di un bar che non mi permetteva di caricare Netflix: dopo averla attivata, lo streaming ha funzionato senza problemi.

Lo svantaggio di PrivateVPN è che ha una rete di server di dimensioni piuttosto ridotte, fornendo 100 server in 60 posizioni. Mi preoccupava il fatto che tutto ciò si traducesse in basse velocità, ma mi ha lasciato di stucco rilevare una velocità media costante di 30 Mbps sui server locali. Dato che tutti i server sono P2P-friendly, la rete è ottima per un file sharing via torrent sicuro e veloce (ho scaricato un file da 2,5 GB in 10 minuti). Puoi anche configurare il port forwarding e aumentare ulteriormente le prestazioni del tuo client BitTorrent.

Tuttavia, ho sofferto dei cali di velocità piuttosto significativi usando alcuni server di PrivateVPN molto distanti dalla mia posizione. La velocità media è stata di soli di 7 Mbps quando ho testato 5 posizioni server statunitensi. Anche se ero contenta di poter sbloccare Netflix, Hulu e Hotstar, le velocità erano troppo basse per la visione in HD senza buffering. Insomma, se punti a collegarti ai server oltreoceano per lo streaming, puoi aspettarti lunghi tempi di caricamento e video laggato.

Il supporto clienti che ho ricevuto da PrivateVPN non è stato dei migliori. Infatti, l’assistenza via live chat, che dovrebbe essere attiva 24/7, non era sempre disponibile. Quando ho trovato un agente, comunque, si è dimostrato amichevole e preciso nelle sue risposte. C’è anche un supporto via e-mail, ma ho provato a inviare alcune richieste senza mai ricevere una risposta.

Quando mi sono iscritto per provare PrivateVPN, c’era una promozione che mi ha permesso di ottenere il 77% sconto sul mio abbonamento, risultando molto conveniente. Se poi non ti convince, puoi sempre provarla gratis per 30 giorni usufruendo della sua garanzia soddisfatti o rimborsati. Quando ho voluto effettuare la mia richiesta di rimborso, per fortuna c’era un agente disponibile nella live chat e non ho avuto problemi. Ho riavuto indietro i miei soldi 5 giorni dopo.

Ottieni subito PrivateVPN per Mac!

5. VyprVPN – Esclusivo protocollo di sicurezza per superare i blocchi VPN con il tuo Mac

  • Velocità accettabili per lo streaming e il file sharing P2P sul Mac.
  • Crittografia di livello militare, protezione contro fughe di dati, politica di no-log e kill switch automatico per tenere al sicuro il tuo Mac in rete.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, Disney+, BBC iPlayer, Italia 2, Italia Uno, Sky Italia e altri.
  • 30 connessioni simultanee di dispositivi.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra e Sierra.
  • Funziona anche con: iOS, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi. L’interfaccia utente è disponibile anche in italiano.

Il protocollo Chameleon di VyprVPN agevola l’accesso ai siti web bloccati e censurati, senza venire rilevato in alcun modo. Ci riesce facendo apparire il tuo traffico VPN come del normale traffico non criptato, in modo da eludere i software anti-VPN da qualsiasi posizione. Questo permette di utilizzare VyprVPN in Paesi restrittivi come la Cina.

Chameleon è anche ottimo per bypassare i firewall sulle reti monitorate. Ad esempio, se sul posto di lavoro bloccano Snapchat o Facebook, usando Chameleon potrai comunque accedervi. Per assicurarmi che funzionasse davvero, ho visitato la mia biblioteca della mia zona e ho potuto scaricare via torrent senza problemi, una classica attività che di solito viene bloccata su tale genere di reti pubbliche. Sorprendente!

Inoltre, VyprVPN integra tutte le caratteristiche standard per la sicurezza e la privacy che ti aspetteresti di ottenere da una buona VPN per Mac. Fornisce una crittografia a 256 bit, una rigorosa politica di no-log, la protezione dalle perdite di IP e DNS nonché un kill switch automatico che eviterà che il tuo vero IP finisca esposto nel caso in cui la VPN dovesse disconnettersi per qualche motivo. Quando ho eseguito dei test di tenuta su 7 server di VyprVPN, non ho rilevato perdite di IP o DNS, quindi il tuo Mac resterà ben protetto.

Inoltre, puoi scegliere tra gli standard di protocollo IKEv2, OpenVPN e WireGuard. Mi ha reso contenta il supporto per WireGuard, perché spesso non è disponibile per Mac. Inoltre, è un enorme vantaggio anche che supporti OpenVPN, quindi non dovrai configurare nulla da solo per godere dei migliori protocolli di sicurezza.

I server di VyprVPN integrano anche un firewall NAT, che protegge la tua connessione wireless da scansioni non richieste, le quali possono lasciarti vulnerabile ai malware o al furto di dati (per esempio ad opera di hacker o bot). Questo è utile soprattutto per i dispositivi mobili che non dispongono di firewall integrati, aggiungendo anche un ulteriore livello di protezione per il tuo Mac. Comunque, se non vuoi usare questa funzione, puoi tranquillamente disattivarla fra le impostazioni.

VyprVPN mi fornito velocità elevate, proprio grazie al suo protocollo Chameleon. Ho eseguito test su 10 dei suoi 700 server totali, ottenendo una velocità media di 20 Mbps, sufficiente per lo streaming in HD senza buffering (e per download rapidi via torrent). Puoi anche sbloccare una serie di siti di streaming sul tuo Mac, inclusi Netflix USA e GB, Disney+ e BBC iPlayer.

Purtroppo, gli abbonamenti di VyprVPN sono fra i più costosi, ma usufruendo delle sua offerta più recente puoi ottenerla a soli $1,67/mese. Se non vuoi prendere impegni, puoi anche provarla gratis sfruttando la sua garanzia soddisfatti o rimborsati fino a 30 giorni. Ho messo alla prova questa politica richiedendo un rimborso entro il periodo indicato e ho ricevuto indietro i miei soldi 7 giorni dopo.

Ottieni subito VyprVPN per Mac!

6. IPVanish – Connessioni illimitate per proteggere tutti i tuoi dispositivi Apple

  • Buona velocità per navigare e usare torrent, ma troppo lenta per goderti lo streaming sul tuo Mac.
  • Crittografia di livello militare, protezione contro fughe di dati, politica di zero-log e kill switch automatico per mantenere private le tue informazioni.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, HBO Max, Disney+, Rai Uno, Rai Tre, IRIS e altri.
  • Connessioni simultanee di dispositivi illimitate.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra, Sierra ed El Capitan.
  • Funziona anche con: iOS, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi.
Offerta per IPVanish Settembre 2021: non vi sono spesso offerte attive per IPVanish, quindi mi ha davvero sorpreso trovare questa! Clicca qui per ottenere subito il 71% di sconto sul tuo abbonamento a IPVanish! Lo sconto viene applicato automaticamente (nessun codice richiesto).

IPVanish ti fornisce connessioni simultanee senza alcun limite, quindi potrai proteggere tutti i tuoi dispositivi, Apple e non. Offre tutte le funzionalità standard di sicurezza e privacy, tra cui la crittografia a 256 bit, la protezione dalle perdite e un kill switch automatico. Tutti i tuoi dispositivi saranno ben protetti (però all’app iOS manca il kill switch). Puoi anche scegliere tra diversi protocolli di sicurezza, come IPSec, IKEv2 e OpenVPN.

Puoi persino personalizzare il modo in cui OpenVPN e IKEv2 si connettono. Ad esempio, quando usi OpenVPN puoi aggiungere l’opzione di “scrambling” (ossia l’offuscamento), facendo sì che la tua connessione VPN appaia come una connessione Internet comune e corrente. Se vivi o stai per viaggiare in un Paese che ha messo al bando le VPN (come Cina, Russia o Turchia), lo scrambling ti aiuterà a eludere i blocchi VPN.

Purtroppo, però, ha rallentato molto la mia connessione: quando l’ho attivato per provare ad aggirare i firewall di rete durante i miei test, i tempi di caricamento erano davvero lunghi.

L’applicazione è anche user-friendly e facile da usare. La funzione Quick Connect ti permette di ottenere il miglior server in base alla tua rete e alla tua posizione. Se vuoi selezionare un server manualmente, puoi visualizzare tutti i suoi 1.900 server (in 70 posizioni) in forma di elenco o mappa, potendoli anche filtrare per zona geografica o latenza. Ritengo sempre un vantaggio poter vedere i dati di carico e il ping dei server, poiché aiutano a scegliere la migliore connessione possibile.

IPVanish offre anche la compatibilità con TOR e il proxy SOCKS5, che agevolerà le tue prestazioni con torrent, se lo usi molto con il tuo Mac. È stato un po’ difficile impostare il tutto: ho dovuto configurare manualmente i dettagli del proxy fra le preferenze del client qBittorrent. Tuttavia, mi è bastato usare una guida di configurazione presente sul sito di IPVanish ed è andato tutto liscio. Una volta impostato SOCKS5, ho scaricato un file da 2,5 GB in soli 9 minuti; davvero veloce. IPVanish ha sede negli Stati Uniti (sotto la giurisdizione della 5/9/14-Eyes Alliance), però segue una rigorosa politica di no-log, permettendoti di scaricare con torrent in modo anonimo.

Tutti i suoi server supportano la condivisione P2P, ma ho ottenuto velocità piuttosto lente quando li ho usati per torrent e lo streaming. Ho testato 5 dei suoi server registrando velocità medie pari a 6 Mbps. I server statunitensi hanno sbloccato Netflix e HBO Max sul mio Macbook, però le velocità erano lente, quindi non c’era possibilità di guardare contenuti in HD senza buffering.

Sono stata contenta di poter ottenere il 71% di sconto sul mio abbonamento. Puoi anche provare IPVanish gratis fino a 30 giorni sfruttando la sua garanzia soddisfatti o rimborsati. Ho contattato l’assistenza clienti via live chat, l’agente ha approvato subito il rimborso e ho riavuto indietro i miei soldi 5 giorni dopo.

Ottieni subito IPVanish per Mac!

7. SaferVPN – Protezione automatica quando connetti il Mac al Wi-Fi pubblico

  • Velocità sufficiente solo per navigare sul web con il tuo Mac.
  • Crittografia AES a 256 bit e kill switch automatico per mantenere al sicuro i tuoi dati.
  • È in grado di sbloccare: Netflix USA, Disney+, BBC iPlayer, Rai, Mediaset Premium, La7 e altri.
  • 12 connessioni di dispositivi simultanee.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra, Sierra, El Capitan e Yosemite.
  • Funziona anche con: iOS, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi.

SaferVPN è dotata di una protezione Wi-Fi automatica che si attiva non appena connetti il tuo Mac a una rete pubblica. Se stai per collegarti a un Wi-Fi sconosciuto e non hai attivato la VPN, SaferVPN ti avverte con un promemoria. Ho trovato questa funzione molto utile, perché a volte uso il Wi-Fi pubblico per lavoro e mi dimentico di accendere la mia VPN. Ho testato questa funzione anche sul mio iPhone e l’ho trovata super utile, dato che il dispositivo mobile cambia spesso di rete. In tal modo, non dovrai mai preoccuparti di esposizioni accidentali dei tuoi dati privati.

SaferVPN tiene il tuo Mac protetto con robuste caratteristiche di sicurezza, come la crittografia di livello militare, la protezione dalle perdite di IP e DNS, una politica zero-log e un kill switch automatico (che però ho dovuto attivare manualmente fra le impostazioni). Puoi anche scegliere fra diversi protocolli di sicurezza, incluso OpenVPN. Non dovrai configurare nulla manualmente per utilizzare i migliori protocolli (supporta anche L2TP e IKEv2).

SaferVPN dispone di 950 server in 35 posizioni. Non è la rete più grande che ci sia, però sui server locali ho ottenuto velocità decenti. Quando ho usato la funzione Automatic Location (posizione automatica), mi è stato assegnato un server nei Paesi Bassi con velocità media di 20 Mbps, sufficiente per la maggior parte delle attività online. Tuttavia, sui server a lunga distanza le diminuzioni di velocità sono state consistenti. Nonostante riesca ad accedere a Netflix USA e Disney+, offre velocità troppo lente per la visione in HD.

Inoltre, solo pochi server sono P2P-friendly, quelli di Canada, Paesi Bassi e Spagna. Ho la fortuna di vivere vicino all’Olanda, quindi ho goduto di buone velocità quando ho usato quel server per scaricare file via torrent. Tuttavia, se vuoi usare torrent sul tuo Mac e ti trovi lontano dai server P2P di SaferVPN, probabilmente le velocità caleranno parecchio a causa della distanza.

SaferVPN faceva un’offerta quando mi sono iscritta, quindi ho potuto ottenerla con il 100% di sconto, risultando un ottimo affare. C’è anche una garanzia di 30 giorni soddisfatti o rimborsati per poter provare SaferVPN senza rischi. Potrai chiedere un rimborso se il servizio non ti soddisfa. Inoltre, ha un ottimo supporto clienti tramite live chat attiva 24/7, che ho usato per richiedere il rimborso in modo rapido e senza problemi. In 6 giorni lavorativi ho avuto indietro i miei soldi.

Ottieni subito SaferVPN per Mac!

8. ZenMate – Installazione rapida per proteggere il tuo Mac all’istante

  • Buone velocità per lo streaming e la navigazione con il tuo Mac.
  • Crittografia di livello militare, kill switch automatico e protezione dalla fuga di dati per una privacy di ferro.
  • È in grado di sbloccare: Netflix, Disney+, Hulu, Sky Italia, Sportitalia, Italia Uno e altri.
  • Connessioni simultanee di dispositivi illimitate.
  • 30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati.
  • È compatibile con: Big Sur, Catalina, Mojave, High Sierra e Sierra.
  • Funziona anche con: iOS, Apple TV, Windows, Android, Linux, router e altri sistemi.

L’app per macOS di ZenMate è leggera e il processo di installazione è veloce: dopo essermi registrato, in soli 3 minuti il client VPN è stato scaricato, installato e connesso. La lista dei server (ne ha 3.800 in 70 posizioni) è organizzata in 3 categorie: puoi visualizzarli tutti oppure le posizioni ottimizzate per il download e quelle per lo streaming, in modo da trovare facilmente un server adatto alle tue esigenze.

I server ottimizzati per lo streaming hanno funzionato davvero bene quando li ho testati: ho potuto sbloccare diversi cataloghi Netflix (inclusi quelli di Stati Uniti e Regno Unito), Hulu, Disney+ e BBC iPlayer. Mi ha fornito buone velocità per lo streaming in HD, almeno sui server locali. Con una velocità media di 19 Mbps sul server di Londra, ho potuto guardare Netflix nel Regno Unito senza lag. Tuttavia, la velocità è calata abbastanza sui server a lunga distanza e ho subito un po’ di interruzioni per buffering quando guardavo Netflix negli Stati Uniti.

Ci sono solo pochi server ottimizzati per il P2P, tutti situati in Europa. Dato che vivo in Belgio, mi hanno fornito velocità decenti quando li ho testati, ma sulle lunghe distanze le velocità calano, quindi questi server saranno probabilmente troppo lenti per chi si trova lontano dal vecchio continente.

ZenMate non integra funzioni di sicurezza avanzate nella sua app per Mac, ma almeno ha tutte quelle standard: crittografia a 256 bit, kill switch e protezione contro le perdite. Segue inoltre una rigorosa politica zero-log, quindi tutti i tuoi dati privati resteranno al riparo da occhi indiscreti. Purtroppo l’applicazione per Mac non supporta OpenVPN e funziona esclusivamente con IKEv2: è comunque sicuro da usare, ma non altrettanto veloce.

Il sito web di ZenMate pubblicizzava una prova gratuita di 7 giorni, ma dopo essermi iscritta l’opzione non era più disponibile. Mi ha reso contenta almeno poter usufruire di uno sconto del 80% per l’acquisto dell’abbonamento. In ogni caso, puoi provare Zenmate gratis per 30 giorni anche sfruttando la sua garanzia, che ti permette di ottenere un rimborso completo se non ne resti soddisfatto. Manca una live chat 24/7, quindi ho dovuto inviare la mia richiesta tramite il modulo di contatto e-mail. Nel giro di 24 ore ho ricevuto una risposta e 10 giorni dopo anche i soldi.

Nota bene: ZenMate non funziona in Cina e in Turchia. Se vivi o viaggi in uno di questi Paesi, dovrai scegliere un’altra VPN di questa lista.

    Ottieni subito ZenMate per Mac!

Tabella di confronto rapido delle migliori VPN per Mac

Prezzo più basso Compatibilità con Mac Supporto per OpenVPN Kill switch Politica di zero-log Supporto per torrent Streaming HD rapido Interfaccia in italiano
ExpressVPN $6,67/mese OS X 10.10 Yosemite o successive     Sì
CyberGhost $2,25/mese macOS 10.12 Sierra o successive ✔ (ma con configurazione manuale)
PIA $2,08/mese macOS 10.13 High Sierra o successive
PrivateVPN $2,08/mese OS X 10.11 El Capitan o successive
VyprVPN $1,67/mese macOS 10.12 Sierra o successive
IPVanish $3,20/mese OS X 10.11 El Capitan o successive
SaferVPN $2,13/mese OS X 10.10 Yosemite o successive
ZenMate $2,22/mese macOS 10.12 Sierra o successive

Prova subito ExpressVPN sul tuo Mac!

Suggerimenti su come scegliere la migliore VPN per macOS

Ecco i criteri che ho utilizzato per classificare le migliori VPN per Mac di questa lista. Sono questi gli aspetti più importanti a cui prestare attenzione per la scelta della migliore VPN per Mac in Italia:

  • App native per macOS – Cerca un servizio di VPN che offra un’app dedicata per i sistemi Mac. Questo renderà più facile installare e utilizzare la VPN (giusto pochi clic), senza perdere tempo e neuroni con complicate configurazioni.
  • Compatibile con le ultime versioni di Mac – Scegli un provider di VPN che aggiorna regolarmente il suo software per stare al passo con gli aggiornamenti di macOS. In questo modo non rimarrai mai senza protezione ritrovandoti con un’app VPN vecchia e obsoleta.
  • Potenti funzioni di sicurezza – Per aggiungere un ulteriore strato protettivo al tuo Mac hai bisogno di una VPN che sia dotata (come minimo) di una crittografia a 256 bit, di una rigorosa politica di no-log, di una protezione contro le fughe di dati e di un kill switch automatico. Gran parte delle VPN di questa lista offrono anche più funzioni di sicurezza, come il blocco degli annunci, un anti-malware e il supporto per OpenVPN.
  • Reti di server affidabili – Più server ha, più la VPN tende a essere veloce. Maggiore è il numero di server disponibili, maggiori contenuti geo-limitati potrai sbloccare. Gran parte delle VPN elencate in questo articolo offrono vaste reti di server di portata globale, risultando ottime per sbloccare siti di streaming come Netflix e Hulu con velocità più che sufficienti per la visione in HD.
  • Connessioni di più dispositivi allo stesso tempo – Tutte le VPN di questa lista offrono almeno 5 connessioni simultanee, quindi potrai collegare il tuo iPhone, l’iPad e altri dispositivi con un solo abbonamento. Alcuni provider offrono persino le connessioni illimitate, in modo da fornire protezione online a tutta la famiglia.

Prova ExpressVPN senza rischi per 30 giorni!

Guida rapida: come impostare una VPN per Mac in 3 semplici passi

  1. Ottieni una VPN affidabile per Mac. Io raccomando ExpressVPN, perché la sua applicazione per Mac è facile da usare e offre velocità eccellenti per ogni possibile attività online (e puoi anche provarla gratis per 30 giorni).
  2. Collegati a un server. Per ottenere le velocità più elevate, scegline uno vicino alla tua posizione attuale.
  3. Inizia a navigare sul tuo Mac in modo libero e sicuro! Ora puoi guardare contenuti geo-limitati e usare torrent in totale sicurezza, grazie a una connessione protetta e privata!

Come configurare manualmente una VPN sul Mac

Per impostare una VPN sul tuo Mac, nei seguenti casi potresti dover compiere qualche passo in più:

  1. Se il tuo dispositivo limita il download delle app VPN (ad esempio, il tuo portatile di lavoro potrebbe avere dei permessi rigidi e impedirti di scaricare nuove app). In tal caso, prima di impostare il tutto, dovrai decidere quale protocollo VPN usare.
  2. Se vuoi usare un protocollo di sicurezza non supportato dal tuo dispositivo.

Questi sono i diversi protocolli configurabili sul tuo Mac applicando le corrispondenti procedure esposte a continuazione:

  • OpenVPN – Il protocollo più sicuro e con le velocità più elevate (lo consiglio vivamente per gli utenti Mac). La forma più rapida per utilizzare OpenVPN su Mac consiste nell’effettuare il download di una VPN (come ExpressVPN) che offra il supporto integrato per questo protocollo e che non richieda alcuna configurazione manuale. Se la VPN che hai scelto non supporta OpenVPN, puoi comunque impostarla manualmente con i client Tunnelblick o Viscosity (vedi le procedure indicate più avanti).
  • IKEv2 – Un protocollo leggero e sicuro, rinomato per la sua velocità (e adatto ai dispositivi mobili). È comunque più lento di OpenVPN. Inoltre, dato che è disponibile solo su UDP, viene bloccato da alcuni firewall. Pochissime VPN permettono di impostare IKEv2 manualmente sul Mac, limitando quindi le tue alternative.
  • L2TP/IPSec – Un protocollo meno sicuro (e più lento) rispetto a OpenVPN e IKEv2. Usa UDP, quindi alcuni firewall potrebbero bloccarti. Offre ancora più sicurezza di PPTP, ma non lo consiglierei comunque, a meno che non ti resti davvero altra opzione.

OpenVPN con Tunnelblick

Tunnelblick è un client gratuito e open-source sviluppato proprio per l’uso di OpenVPN con macOS.

  1. Scarica Tunnelblick, quindi installalo come faresti con qualunque altra applicazione per Mac.
  2. Scarica i file di configurazione.ovpn. Di solito si possono scaricare dal sito web del provider VPN o nella sezione dove sono riportati i dettagli di login del tuo account. Ogni file rappresenta un server quindi scaricane vari, se vuoi disporre di una selezione di posizioni server.
  3. Aggiungi i file di configurazione. Apri il menu di Tunnelblick e scegli “VPN Details” (Dettagli VPN). Sotto “Configurations” (Configurazioni), trascina e rilascia uno o più file.ovpn che hai scaricato.

Quando ho usato Tunnelblick non ho nemmeno dovuto cliccare su “Connect” (Connetti): è apparso immediatamente un pop-up per l’inserimento dei dati di accesso alla mia VPN.

  1. Collegati a un server. Seleziona il file.ovpn del server a cui vuoi connetterti e clicca su “Connect” (Connetti). Potrebbe essere necessario inserire i dettagli di accesso del tuo servizio di VPN, che di solito puoi trovare fra le informazioni del tuo account sul sito del provider.
  2. Naviga in sicurezza sul tuo Mac! Ora la tua attività online è protetta grazie al protocollo di sicurezza OpenVPN.

Ora sei connesso a OpenVPN tramite Tunnelblick.

OpenVPN con Viscosity

Viscosity è un client OpenVPN a pagamento che costa una quota fissa di 14 dollari, però offre anche una prova gratuita di 30 giorni.

  1. Scarica Viscosity e installalo come faresti con qualsiasi altra applicazione per Mac.
  2. Scarica i file di configurazione.ovpn. Puoi trovarli sul sito web della VPN o nella sezione dove sono riportati i dettagli di login del tuo account. Dovrai scaricarne uno per ogni server a cui vorrai connetterti.
  3. Imposta la connessione al server. Apri Viscosity e, nel menu impostazioni, seleziona “Preferences” (Preferenze). Qui vai a “Connections” (Connessioni) > + > “Import Connection” (Importa connessione). Scegli “From File” (Da file) e seleziona uno o più file.ovpn che hai appena scaricato.
  4. Crea un nome utente e una password per completare la configurazione della connessione.
  5. Trova la tua connessione VPN nel menu di Viscosity. Se è presente la connessione che hai appena impostato, significa che sei connesso e pronto a partire!

IKEv2

Puoi impostare questo protocollo fra le impostazioni di rete del tuo Mac, senza bisogno di scaricare applicazioni di terze parti.

  1. Apri le impostazioni di rete selezionando Preferenze di Sistema > Rete.
  2. Crea la connessione IKEv2. Clicca sul simbolo “+” presente in fondo alla lista delle connessioni. Per “Interfaccia”, seleziona “VPN”. Per “Tipo di VPN”, scegli IKEv2, dopodiché assegna un nome alla tua connessione e clicca su “Crea”.

Assicurati di avere a portata di mano i dettagli di autenticazione forniti dal tuo provider di VPN.

  1. Vai a Impostazioni autenticazione. Qui devi inserire le informazioni di autenticazione fornite dal tuo provider di VPN. Di solito le trovi nella dashboard del tuo account VPN sul sito del provider.
  2. Clicca su “Connetti”. Ora sei connesso al tunnel VPN con protocollo IKEv2!

L2TP/IPSec

Puoi impostare anche questo protocollo nelle impostazioni di rete del tuo Mac senza scaricare app di terze parti.

  1. Apri le Impostazioni di rete. Vai a Preferenze di sistema > Rete.
  2. Crea la connessione L2TP/IPSec. Clicca sul simbolo “+” al di sotto dell’elenco delle connessioni, sulla sinistra. Per “Interfaccia” seleziona “VPN”, mentre per “Tipo di VPN” scegli “L2TP su IPSec”. Ti verrà data l’opzione di indicare un nome per l’account, in modo che successivamente ti risulti più facile individuare la connessione.
  3. Vai a Impostazioni autenticazione. Qui inserisci i dettagli di autenticazione forniti dal tuo provider di VPN, che di solito trovi nella tua dashboard quando accedi all’account tramite browser.

Seleziona la tua nuova connessione e inserisci i dettagli della tua VPN.

  1. Clicca su “Connetti” ed è fatta! Ora la connessione L2TP è impostata sul tuo Mac.

Prova subito ExpressVPN sul tuo Mac!

FAQ – Domande frequenti sulle VPN per Mac

Qual è la migliore VPN per Mac per sbloccare Netflix?

ExpressVPN è la migliore VPN per Mac da usare per Netflix. Con ExpressVPN puoi accedere a più di 14 cataloghi Netflix diversi, inclusi quelli ben forniti di Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Giappone.

Inoltre, offre velocità fantastiche per lo streaming in HD e Ultra HD, nonché una vasta rete di server estremamente affidabili. Ho sbloccato molteplici cataloghi Netflix al primo tentativo di connessione a un server, senza ricevere messaggi di errore. Dato che fornisce app native anche per iPhone e iPad, potrai sbloccare Netflix su tutti i tuoi dispositivi Apple con grande facilità.

ExpressVPN include anche la funzione MediaStreamer (ossia SmartDNS), che ti permette di sbloccare Netflix e altre app di streaming statunitensi sulla tua Apple TV (o su qualsiasi dispositivo di streaming che non supporta le app VPN) dall’Italia o qualsiasi altro luogo. A tal fine, dovrai solo modificare le impostazioni di rete della tua Apple TV (tutto molto facile).

Esiste un’estensione VPN per Safari?

Non esistono estensioni VPN per browser Safari. Tuttavia, utilizzando l’app di una VPN potrai proteggere tutto il tuo Mac, inclusa la tua attività con Safari. Inoltre, alcune VPN (come ExpressVPN) possono essere controllate tramite la barra dei menu che compare in alto sul tuo Mac. Questa soluzione è comoda quanto un’estensione per Safari, con il vantaggio di mantenere protetto il tuo intero dispositivo, invece che solo il traffico web del browser Safari.

Apple ha smesso di supportare molti componenti aggiuntivi di terze parti con il rilascio di Safari 12 (nel 2018), iniziando inoltre a far pagare commissioni a chi volesse mantenere i propri add-on per browser nel suo catalogo. Per questo motivo non troverai alcuna estensione VPN per Safari.

Quali VPN funzionano con macOS Big Sur?

Ogni VPN per Mac funziona con Big Sur. C’è stata un po’ di confusione al rilascio di Big Sur: alcuni sostenevano che il nuovo sistema permettesse ad alcune app Apple di bypassare le connessioni VPN, ma non è così. Fintanto che usi una VPN che copre l’intero sistema, come quelle indicate in questa lista, il tuo Mac con Big Sur sarà protetto.

Una VPN può aumentare la velocità del mio Mac?

Generalmente no. Al contrario, è normale che una VPN rallenti un po’ la velocità di connessione del tuo Mac, considerato che ci vuole tempo per criptare il tuo traffico in modo da mantenerti protetto. Tuttavia, una buona VPN con velocità elevate non limiterà le prestazioni della tua connessione in modo evidente.

Se stai facendo esperienza di basse velocità con la tua VPN per Mac, il modo migliore per superare il problema è connettersi a un server quanto più vicino alla tua posizione reale. Inoltre, seleziona un server con basso livello di carico, poiché meno persone sono collegate a un server, più veloce sarà la connessione.

Posso usare una VPN gratuita per il mio Mac?

Tecnicamente sì, ma non te lo consiglio. La maggior parte delle VPN gratuite presentano dei costi nascosti, come una marea di pubblicità, limitazioni del servizio, una gestione inaffidabile della privacy e persino malware. Tutte le VPN gratuite che ho usato sul mio Mac riducono la velocità talmente tanto che non ti permettono di fare nulla eccetto una leggera navigazione sul web. Inoltre, limitano l’utilizzo di dati a circa 1-5GB al mese (equivalenti a 1-3 ore di streaming HD) e di rado possono sbloccare i siti di streaming più in voga. Ho persino scovato alcune VPN gratuite per Mac che non sono sicure da usare:

  • UFO VPN è stata beccata a memorizzare dati sensibili che potrebbero essere utilizzati per tracciare gli utenti, nonostante la sua informativa sulla privacy dica il contrario.
  • L’informativa sulla privacy di Unlocator afferma esplicitamente che conservano le tue informazioni per un certo tempo e che si potranno usare per identificarti.
  • Hola VPN memorizza e condivide informazioni identificabili. Ammettono pienamente di condividerlo con terzi, come se questo non vanificasse interamente lo scopo dell’utilizzo di una VPN.
  • Opera VPN registra la tua attività di navigazione e la vende agli inserzionisti pubblicitari. È disponibile solo come browser, quindi oltretutto non proteggerebbe il tuo Mac a livello di sistema.
  • Betternet VPN mantiene i log su base anonima. L’informativa sulla privacy di questo provider non è semplice e chiara. Nonostante questi registri non possano ricondurre a te, è sempre meglio affidarsi a una VPN che adotta una rigorosa politica di no-log per proteggere la tua privacy.

Tutte le VPN di questa lista sono sicure da usare e offrono una garanzia soddisfatti o rimborsati per poterle testare senza rischi durante un periodo limitato.

Posso usare una VPN per Mac sui dispositivi iOS?

Sì! Nonostante si tratti di due sistemi operativi differenti, ho selezionato solamente VPN che offrono app native sia per macOS che per iOS, in modo da poterle utilizzare su tutti i tuoi dispositivi Apple, come iPhone e iPad. Inoltre, queste VPN offrono almeno 5 connessioni simultanee, quindi con un solo abbonamento potrai scaricare l’applicazione praticamente su tutti i tuoi dispositivi, Apple e non. Alcuni provider indicano persino come impostare la VPN per sbloccare i contenuti in streaming direttamente sulla tua Apple TV.

Le VPN per Mac funzionano in Cina?

Sì, ma non tutte. ExpressVPN è la migliore VPN per Mac da usare in Cina. La sua app integra funzioni di sicurezza progettate appositamente per bypassare il Great Firewall cinese, la Grande Muraglia in versione digitale. Funziona anche in molti altri Paesi che applicano restrizioni alla rete Internet (come Turchia, Emirati Arabi e Russia).

Per censurare ciò che il popolo cinese può vedere online, il governo apporta continui miglioramenti alle sue tecnologie di blocco delle VPN. Se stai cercando una VPN per Mac che funzioni in una regione restrittiva, hai bisogno di una VPN dotata di server offuscati (a volte chiamata “Modalità Stealth”), che rendono la tua connessione VPN simile al normale traffico Internet, in modo che non venga rilevata e bloccata. Se stai per viaggiare in Cina assicurati di scaricare la VPN prima di arrivarci, poiché lì probabilmente il sito web del provider sarà bloccato.

MacOS è abbastanza sicuro, perché dovrebbe servirmi una VPN per Mac?

Vi sono varie ragioni per usare una VPN sul tuo Mac. Le VPN di questa lista aumentano la sicurezza del tuo Mac (senza rallentarlo) perché:

  1. Mantengono anonima la tua attività online. Una VPN cripta il tuo traffico e nasconde il tuo indirizzo IP. Questo significa che nessuno (né governi né provider di servizi internet né hacker) sarà in grado di accedere ai tuoi dati personali o vedere ciò che stai facendo online. In questo modo sarai al sicuro sulle reti Wi-Fi non protette, dove le persone connesse alla stessa rete hanno generalmente la possibilità di accedere a certe tue informazioni sensibili.
  2. Permettono la visione di contenuti protetti da geoblocco. Cambiando il tuo indirizzo IP, una VPN inganna i siti web e le piattaforme di streaming come Netflix o Hulu, inducendole a credere che ti trovi in un altro luogo. In questo modo, potrai accedere a contenuti che normalmente non sono disponibili nella tua zona.
  3. Eludono la censura su Internet. Molte VPN sono dotate di una speciale tecnologia (chiamata offuscamento) che aggira le tecnologie anti-VPN utilizzate nei Paesi con censura pesante, come Cina, Russia ed Emirati Arabi. In questo modo, potrai navigare liberamente sul web e anche bypassare i firewall impostati su alcune reti: ad esempio, se la tua azienda o l’università blocca l’accesso a Facebook, una VPN ti permetterà di accedervi.

Il Mac ha una VPN integrata?

No, macOS non è dotato di una VPN integrata. Ti permette di configurare connessioni VPN manuali (fra le Impostazioni di rete), ma avrai comunque bisogno dei dettagli di accesso forniti da un provider di VPN. È meglio utilizzare una VPN con un’applicazione nativa per Mac, poiché più sicura, con più funzioni di sicurezza e molto più facile da configurare e utilizzare.

Come posso tenere il mio Mac al sicuro?

Una VPN è lo strumento migliore per proteggere il tuo Mac. I Mac hanno un sacco di funzioni di sicurezza, ma non proteggono la tua privacy: grazie alla sua crittografia end-to-end, solo una VPN può davvero garantirti l’anonimato online dinanzi agli occhi indiscreti del tuo provider Internet, del governo e delle varie minacce online, fra hacker e software dannosi. Ci sono tuttavia ulteriori precauzioni che puoi prendere per mantenere protetto il tuo Mac:

  • Usa un software anti-malware. I Mac stanno diventando sempre più oggetto di attacchi malware e altre minacce online che una volta sembravano solo prerogativa dei PC Windows, quindi usare un software anti-malware affidabile è altamente consigliabile. Alcune VPN offrono blocchi anti-malware integrati (come CyberGhost) per proteggere il tuo Mac da queste minacce sempre più diffuse.
  • Usa un sistema di gestione delle password. Portachiavi iCloud è integrato nel tuo Mac e genera automaticamente password univoche e criptate. Questo aiuta a mantenere tutti i tuoi account online al sicuro, soprattutto se sei solito riutilizzare la stessa password. Con un password manager, se un hacker violasse uno dei tuoi account, non sarebbe in grado di accedere a tutti gli altri usando la stessa password.
  • Usa Safari come browser. Safari ha delle misure di sicurezza che impediscono il tracciamento della tua attività online. Questa pratica differisce completamente da quella dei browser come Google Chrome, che raccolgono i tuoi dati e li usano per generare annunci mirati con cui fanno soldi. Tuttavia, collegandoti a un server VPN, resterai completamente anonimo indipendentemente dal browser che utilizzi.

Non mettere a rischio la sicurezza del tuo Mac (e dei tuoi dati personali)

Anche se macOS integra funzioni di sicurezza di un certo livello, non ti protegge al 100%. Criptando il tuo traffico, una VPN aggiunge un potente strato di protezione extra al tuo Mac. Inoltre, ti permette di bypassare i geoblocchi per accedere a contenuti online normalmente non disponibili nella tua zona, fornendoti anche funzioni di sicurezza aggiuntive, come un ad-blocker e un anti-malware.

Fra tutte le VPN che ho testato, ExpressVPN è la migliore VPN per Mac in Italia o qualsiasi altro luogo. Integra funzionalità di sicurezza di alto livello, adotta una rigorosa politica di no-log e offre un’applicazione nativa facile da usare e che funziona in modo fluido su Mac, senza parlare delle sue strabilianti velocità per lo streaming e l’uso di torrent. Inoltre, puoi provarla gratis per 30 giorni e, se non ne resti soddisfatto, chiedere un rimborso.

Prova subito ExpressVPN senza rischi!

Per riassumere, ecco le migliori VPN per il tuo Mac:

Hai apprezzato questo articolo? Valutalo!
L'ho odiato Non mi è piaciuto Non male Molto bene! L'ho amato!
Votato da utenti
Grazie per il tuo feedback.
Commento Il commento deve essere lungo da 5 a 2500 caratteri.
OFFERTA ESCLUSIVA
Ottieni 3 mesi gratis
per la nostra VPN n° 1
OFFERTA A TEMPO LIMITATO

00

Giorni

00

Ore

00

Minuti

00

Secondi
Ottieni ExpressVPN
30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati
Image Alt Text - Vendor Logo expressvpn - devices