Trasparenza:
Recensioni professionali

vpnMentor ospita recensioni scritte dai nostri esperti, che esaminano i prodotti seguendo i propri standard professionali.

• Proprietà

vpnMentor è di proprietà di Kape Technologies PLC, a cui appartengono i seguenti prodotti: ExpressVPN, CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, i quali possono essere recensiti su questo sito.

• Commissioni di affiliazione

Sebbene vpnMentor possa beneficiare di commissioni quando viene effettuato un acquisto utilizzando i nostri link, ciò non ha alcuna influenza sul contenuto delle recensioni o sui prodotti/servizi recensiti. Forniamo link diretti per l'acquisto di prodotti che fanno parte di programmi di affiliazione.

• Standard per le recensioni

Le recensioni pubblicate su vpnMentor vengono scritte da esperti che esaminano i prodotti secondo i nostri rigorosi standard sulle recensioni. Tali standard assicurano che ogni recensione si basi sull'esame indipendente, professionale e onesto del recensore e prenda in considerazione le capacità tecniche e le qualità del prodotto insieme al suo valore commerciale per gli utenti, i quali possono anche influenzare il posizionamento del prodotto sul sito.

Binance vs Coinbase - Aggiornato al 2022 [commissioni e altro]

Quando ho iniziato a fare operazioni con le criptovalute brancolavo nel buio, perso tra le varie piattaforme di scambio, ma ho subito capito che Binance e Coinbase erano le migliori, per via della loro sicurezza, del gran numero di valute disponibili e della loro presenza in tutto il mondo.

Sia Binance che Coinbase sono borse enormi e sicure, ma hanno alcune differenze, per cui potresti preferire una piuttosto che l'altra. Per aiutarti nella scelta, ho messo a confronto le due piattaforme, soffermandomi sulle tariffe, sulle funzioni, sulla sicurezza e sulle applicazioni per dispositivi mobili, nonché sul numero di valute disponibili e, in generale, sulla loro facilità d'uso.

Personalmente, io consiglio Binance, perché consente di operare, con commissioni basse, su più di 500 valute, l'app è intuitiva e dispone di numerose funzioni per il trading. Puoi iscriverti subito e richiedere un conto di prova per vedere come funziona.

Inizia oggi stesso a fare trading di criptovalute

Vai di fretta? Ecco una breve sintesi di quanto è emerso

  • Commissioni: Binance applica una commissione compresa tra lo 0,015% e lo 0,10% per ciascuna operazione in criptovaluta effettuata sulla piattaforma, mentre Coinbase applica una commissione dello 0,50% per operazione e, in generale, ha costi più elevati.
  • Caratteristiche: con Binance, è possibile eseguire ordini di vario tipo, mentre con Coinbase è possibile eseguire solo operazioni semplici di vendita e di acquisto.
  • Sicurezza: entrambe le piattaforme garantiscono un'elevata sicurezza, grazie all'autenticazione a due fattori e alla garanzia della FDIC per il saldo in dollari; inoltre, con Binance è possibile gestire i dispositivi e creare una whitelist degli indirizzi.
  • Facilità d'uso: sia il sito di Binance che quello di Coinbase sono molto intuitivi, ma ritengo che quello di Coinbase sia più facile da usare per chi è ancora agli inizi nel campo del trading di criptovalute.
  • App mobili: sia l'app di Binance che quella di Coinbase sono semplici da usare, ma Binance ha anche una modalità semplificata, ottima per chi è alle prime armi con le criptovalute.
  • Portafogli: grazie alla crittografia AES-256 di Binance e Coinbase, il tuo capitale è protetto con sicurezza.
  • Valute: Binance consente di operare con oltre 500 valute, mentre Coinbase ne conta 100.

Inizia oggi stesso a usare Binance

Binance vs Coinbase — Aggiornato nel 2022

Binance e Coinbase sono le più grandi piattaforme per il trading di criptovalute, ma sceglierne una può essere complicato.

Commissioni

Le commissioni di Binance sono più basse, ma non sono fisse: la piattaforma trattiene tra lo 0,015% e lo 0,10% per le transazioni in criptovaluta, oltre alle commissioni per gli acquisti con carta di debito (del 3,5% o di $10, a seconda del valore più alto) e una quota di $15 sui bonifici bancari; quanto ai prelievi, le commissioni variano a seconda della valuta e della rete.

Dal canto suo, Coinbase trattiene lo 0,50% sulle transazioni in criptovaluta, l'1,49% sugli acquisti effettuati dal portafoglio o dal conto bancario, 10 dollari per i bonifici e una quota di 25 dollari sui prelievi. Passando a Coinbase Pro, le commissioni per le transazioni più grandi si abbassano, ma in generale non sono al livello di quelle di Binance.

A mio parere, è frustrante dover corrispondere una commissione elevata quando si prelevano grandi somme di denaro, specie considerato che, il più delle volte, la conversione di valuta comporta anche delle perdite: per cui, direi che le commissioni di Binance sono migliori per la maggior parte dei trader.

Caratteristiche

Coinbase consente di effettuare ordini di acquisto e di vendita di base,, mentre con Binance è possibile eseguire ordini limit, ordini stop-limit, ordini market, ordini trailing stop e ordini post-only, ma anche eseguire transazioni peer-to-peer e con margine. Oltre alla maggiore libertà sulle transazioni, Binance può rimanere operativo anche quando non si è connessi, mentre questo non è possibile con Coinbase.

Tutte queste opzioni non sono indispensabili, ma miglioreranno la tua attività di scambio di criptovalute. Inoltre, c'è sempre il rischio di perdere un sacco di soldi, dato che la leva finanziaria potrebbe essere considerata a tutti gli effetti una scommessa: non essendo possibile capire se gli indici stanno salendo o scendendo, il rischio può essere complessivamente elevato.

L'elevata diversificazione degli ordini è la ragione per cui Binance non può essere utilizzato negli Stati Uniti, considerato che la normativa del Paese è molto severa e non consente transazioni con leva. In definitiva, Binance è ricco di opzioni ma potrebbe essere difficile utilizzarlo negli Stati Uniti, mentre Coinbase offre un servizio più semplice ma è accessibile in ogni parte del mondo.

Sicurezza

Entrambe le piattaforme di trading sono sicure: infatti, i saldi in dollari negli Stati Uniti sono protetti dalla FDIC, e per l'accesso è necessario impostare la configurazione dell'autenticazione a due fattori; inoltre, Binance dà anche la possibilità di gestire i dispositivi e di inserire gli indirizzi nella whitelist.

L'autenticazione a due fattori è tra i metodi di autenticazione migliori, perché rende difficile a chiunque l'eventuale violazione del tuo conto: infatti, viene utilizzata proprio per verificare la tua identità al momento dell'accesso e, solitamente, anche per recuperare i codici di sicurezza inviati a mezzo SMS o e-mail.

Con la gestione dei dispositivi, che consente di sapere quali computer o cellulari sono collegati al tuo conto Binance mediante un sistema simile a quello delle piattaforme di social media, avrai un controllo maggiore. La whitelist degli indirizzi garantisce che si possa prelevare solo da e verso gli indirizzi registrati: se qualcuno riuscisse ad accedere al tuo conto, non potrebbe fare alcun prelievo senza il tuo consenso.

Consiglio Binance perché ritengo che le sue funzioni di sicurezza siano un po' più avanzate di quelle di Coinbase.

Facilità d'uso

Coinbase è un po' più semplice da usare rispetto a Binance perché non ci si perde in una miriade di funzioni. Dopo aver aperto il sito web, potrai accedere con facilità al tuo conto, alle tabelle e ai menu delle criptovalute, ed eseguire transazioni in modo rapido ed efficace; inoltre, sia le app che il sito web di Coinbase sono disponibili anche nelle loro versioni in lingua italiana.

Binance è più complesso, e potresti dover impiegare un po' di tempo per muoverti bene al suo interno. Trovare i grafici è facile, ma potrebbe non esserlo altrettanto nel caso del menu del mercato spot, specie se sei alle prime armi con le criptovalute: in questo caso, potresti utilizzare la modalità semplificata, grazie alla quale potrai comprendere le basi e iniziare a fare trading.

App per dispositivi mobili

Le app mobili di Coinbase e Binance sono gradevoli e intuitive: Coinbase è complessivamente più intuitiva, ma Binance ha una modalità semplificata, molto utile quando si utilizza la piattaforma per la prima volta. Le versioni per desktop e per dispositivi mobili non hanno grosse differenze, per cui potrai fare trading come sempre, anche quando sei in viaggio.

Portafogli

Puoi custodire il tuo capitale sia su Binance che su Coinbase in tutta sicurezza e investire senza preoccuparti di eventuali azioni hacker, in quanto i portafogli sono protetti dalla crittografia AES-256.

Disporre di un portafoglio su Binance o su CoinBase semplifica l'accesso, lo scambio e il trasferimento dei tuoi fondi su conto bancario o su PayPal. Nel 2018, Binance ha anche acquistato Trust Wallet, e consente ai suoi utenti di utilizzarlo parallelamente al portafoglio tradizionale di Binance.

Valute

Binance è in netto vantaggio rispetto a Coinbase per quanto riguarda il numero di valute: 500 contro 100. Su entrambe le piattaforme troverai le valute più importanti, quali ETH, BTC, DOT, ADA e XRP, ma anche DOGE, SOL e SHIB; tuttavia, Binance ha anche una grande varietà di valute alternative che non sono disponibili da nessun'altra parte.

Prova oggi Binance

Binance vs Coinbase - Confronto

Binance e Coinbase sembrano essere molto simili, ma ci sono comunque alcune differenze che potrebbero farti prendere una decisione: in generale, le commissioni di Binance sono inferiori e ci sono più valute tra cui scegliere, ma non può essere utilizzato negli Stati Uniti; Coinbase consente di operare ovunque nel mondo, ma ha meno valute e commissioni più alte.

Piattaforma App mobile Interfaccia in italiano Commissioni Valute Caratteristiche Portafoglio
Binance Si No 0,015%-0,10% sulle transazioni in criptovaluta 500 Crittografia AES-256, 2FA, gestione dei dispositivi, whitelist degli indirizzi Sì (integrato + Trust Wallet)
Coinbase Si Si 0,50% sulle transazioni in criptovaluta 100 Crittografia AES-256, 2FA Sì (integrato)

Domande frequenti su Binance e Coinbase

Quale piattaforma di criptovalute ha il maggior numero di valute?

Binance ha il maggior numero di valute tra cui scegliere, ossia 500, e ciò consente di rimanere sempre aggiornati sui trend più recenti e non farsi scappare nessun lancio. Coinbase si posiziona dietro, con poco più di 100 valute.

È sicuro tenere i fondi sul portafoglio di Binance o di Coinbase?

Sì. Sia Binance che Coinbase proteggono il tuo capitale e il tuo portafoglio mediante la crittografia AES-256, e sono dotati di varie integrazioni che facilitano le operazioni di trading. Tuttavia, devi tenere a mente che Coinbase impone una commissione sulle operazioni di trading eseguite utilizzando il saldo in portafoglio.

Le commissioni di Binance sono inferiori a quelle di Coinbase?

Sì, le commissioni di Binance sono inferiori a quelle di Coinbase: Binance trattiene tra lo 0,015% e lo 0,10% a seconda della valuta, mentre Coinbase trattiene uno 0,50% fisso su tutte le transazioni. Coinbase Pro consente di avere commissioni un po' più basse, ma dipende dal volume della transazione.

Posso usare Binance e Coinbase in Australia, India, Stati Uniti e Canada?

Coinbase è disponibile in gran parte del mondo, compresi gli Stati Uniti, Paese in cui non può essere utilizzato Binance, a meno che non si impieghi una VPN. Per rispettare le normative del Paese, è stata creata una piattaforma alternativa, chiamata Binance US, accessibile dalla maggior parte degli stati degli USA, la quale è però limitata a sole 60 valute circa.

Inizia oggi stesso ad usare Binance

Inizia oggi stesso a fare trading!

Sia Binance che Coinbase sono ottime piattaforme per il trading di criptovalute, con un buon ventaglio di valute, e con commissioni e funzioni di sicurezza adeguate. Tuttavia, avendole testate entrambe, posso affermare chiaramente che Binance è superiore,

perché le sue commissioni sono molto più basse, ha molte più valute tra cui scegliere e offre molte soluzioni per il trading, per cui è possibile piazzare gli ordini anche quando non si è al computer. Puoi iscriverti a Binance e richiedere un conto di prova per testarlo.

Avviso sulla privacy!

I tuoi dati sono esposti ai siti web che visiti!

Il tuo indirizzo IP:

La tua posizione:

Il tuo Internet Provider:

Le informazioni di cui sopra possono essere utilizzate per tracciarti, localizzarti per ricevere pubblicità e monitorare ciò che fai online.

VPN può aiutarti a nascondere queste informazioni dai siti web in modo che tu sia protetto in ogni momento. Consigliamo ExpressVPN - il VPN numero 1 su oltre 350 provider che abbiamo testato. Ha funzioni di crittografia di livello militare e caratteristiche di privacy che garantiranno la tua sicurezza digitale, inoltre - attualmente offre 49% di sconto.

Visita ExpressVPN

Sugli autori

Paolo è un appassionato di tecnologia sempre al passo con ogni novità del settore. Crede che abbiamo il diritto di mantenere celate alle grandi aziende le nostre informazioni personali, che costituiscano qualcosa che nessuno può sottrarci.

Hai apprezzato questo articolo? Valutalo!
L'ho odiato Non mi è piaciuto Non male Molto bene! L'ho amato!
Votato da utenti
Grazie per il tuo feedback.
Commento Il commento deve essere lungo da 5 a 2500 caratteri.