Cosa può essere fatto con le VPN?

Scopri come, con l’aiuto delle VPN, puoi guardare film che sono bloccati nel tuo paese, accedere a siti web ai quali non puoi avere accesso, nasconderti dall’FBI quando scarichi i torrent e molto altro.

Le applicazioni VPN sono state ideate in origine per le grandi organizzazioni con più uffici con PC.

Nota: vai al paragrafo dopo le illustrazioni se la spiegazione tecnica non ti interessa e vuoi solo sapere cosa può essere fatto con le VPN.

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network.

In origine le VPN sono state usate dalle grosse compagnie per connettere computer in postazioni lontane e fino ad adesso, l’utilizzo delle VPN era popolare solo nelle grosse organizzazioni con più uffici con dei PC.

Immaginate ad esempio la sede della Coca-Cola ad Atlanta, nella quale i computer e i server degli uffici sono connessi tramite cavo, rendendo difficile l’accesso alla rete privata della Coca-Cola da parte di un hacker.

Ad oggi, la Coca-Cola ha aperto uffici in Canada e i suoi dipendenti a Toronto devono poter avere accesso alla rete privata. Far passare dei cavi da Atlanta a Toronto è un po’ troppo per proteggere la privacy. Infatti, la compagnia si avvale di reti VPN per creare virtualmente delle reti private (da qui l’acronimo VPN).

In questo modo è stata creata la connessione tra il server principale di Atlanta e quelli di Toronto, in modo sicuro (i protocolli diversi di connessione delle VPN sono responsabili della sicurezza, la quale, ovviamente, non è perfetta come quella delle reti private reali, ma ci va molto vicino).

Questa connessione è stata stabilita senza usare alcun cavo reale, ma tramite internet. In questo modo, molti lavoratori (i quali lavorano da casa, da hotel o in modo occasionale) possono connettersi alla rete privata della Coca-Cola fino a che ne possiedono le credenziali.

La seguente illustrazione mostra il concetto di VPN.

VPN1_620

Navigazione anonima con VPN

In pratica, anche se la parte precedente della spiegazione si riferisce a grandi organizzazioni, i servizi VPN sono diventati popolari grazie alla loro funzione secondaria: la possibilità di essere visti come se si navigasse dal server principale anche se in realtà ci si trova in una nazione diversa.

Dal momento in cui l’intera comunicazione tra il computer e il servizio VPN è criptata, Google, il tuo provider internet e nemmeno i servizi segreti sapranno quali sono i siti che visiti, le email che ricevi e molto altro. L’intera comunicazione sembrerà uscire direttamente dal server del VPN, ubicato solitamente in posizioni diverse dal paese dal quale si effettua effettivamente l’accesso e, soprattutto, tale tipo di comunicazione è criptata.

Ci sono due tipologie principali di persone interessate ai VPN:

  1. Le persone nella legalità, che desiderano semplicemente navigare in maniera anonima, per ragioni di sicurezza o che desiderano accedere a contenuti bloccati nel loro paese (uno dei comuni esempi è Netflix, bloccato in molti paesi).
  2. Persone che sono attive in aree denominate grigie o oscure, come coloro che desiderano guardare porno in modo che il provider internet o Google non lo vengano a sapere (in alcuni paesi è un reato), terroristi che comprano e vendono armi, criminali che criptano i loro dati per le attività ed altro.

Cosa può essere fatto con le VPN?

In seguito sono presentati alcuni degli usi più comuni delle reti VPN:

  1. Sbloccare programmi TV – Le VPN possono essere usate per guardare video che non sono disponibili nel paese in cui vi trovate. Per esempio, Hulu e Netflix, le serie della BBC Britannica, partite di calcio e a altri sport online, gratuiti solo in certe nazioni.
  2. Sbloccare siti – Alcuni stati bloccano siti come Facebook, YouTube, Twitter e altro. Un servizio VPN permette di navigare in Cina come si fa negli USA. Allo stesso modo alcune scuole o organizzazioni bloccano l’accesso ai social e la soluzione sta nelle VPN.
  3. Crittografia dei torrent – In alcuni paesi il download dei file torrent è un’attività criminale. In altri paesi i provider internet identificano l’utilizzo dei file torrent e rallentano il processo di navigazione per punire. Un servizio VPN cripta la trasmissione dei dati in modo che nemmeno il provider internet possa sapere dell’attività di download, evitando così la punizione.
  4. Nascondere l’identità – Con una VPN è possibile prendere le vesti di un utente di una nazione straniera e questo può essere utile per molti motivi. (Una funzione davvero utile per la community di internet.)

Servizi VPN raccomandati

Al giorno d’oggi sono presenti numerosi servizi VPN. Sembra quasi che ogni programmatore di siti web il quale abbia dei server in diverse nazioni dichiari di essere un servizio VPN.

Tuttavia, la gestione del caricamento (fare si che la navigazione non sia rallentata a causa delle numerose persone che accedono al servizio), la possibilità di accedere a Netflix o alle sue controparti (costantemente alla ricerca di identificare i servizi VPN per bloccarli) e numerosi altri parametri creano una distinzione tra i vari servizi VPN.

Potete cliccare questo link per vedere una tabella dettagliata dei servizi VPN più popolari.

Nota importante: non incoraggiamo in alcun modo le attività di tipo illegale che non possono essere identificate grazie all’utilizzo delle VPN, tuttavia, incoraggiamo a cliccare uno dei social network presentati in seguito per condividere questo articolo 🙂

Ti è stato utile? Condividilo!
Condividi su Facebook
0
Tweetta
1
Condividi se pensi che Google non sappia abbastanza di te
0