Trasparenza:
Recensioni professionali

vpnMentor ospita recensioni scritte dai nostri esperti, che esaminano i prodotti seguendo i propri standard professionali.

• Proprietà

vpnMentor è di proprietà di Kape Technologies PLC, a cui appartengono i seguenti prodotti: ExpressVPN, CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, i quali possono essere recensiti su questo sito.

• Commissioni di affiliazione

vpnMentor ospita le recensioni scritte dai nostri esperti, i quali si attengono alle rigorose norme di valutazione ed etiche da noi adottate. Tutte le recensioni devono essere il risultato di una valutazione indipendente, onesta e professionale da parte dell'autore della recensione. Detto ciò, potremmo percepire delle commissioni per le azioni compiute dagli utenti attraverso i nostri link, il che non influenzerà la recensione, ma potrebbe influire sulle classifiche, le quali vengono stilate in base alla soddisfazione dei clienti in merito alle vendite precedenti e ai compensi ricevuti.

• Linee guida delle recensioni

Le recensioni pubblicate su vpnMentor vengono redatte da specialisti che esaminano i prodotti attenendosi a rigorosi criteri da noi stabiliti. Tali criteri fanno sì che ogni recensione sia il risultato di una valutazione indipendente, professionale e onesta da parte del revisore, e tenga conto delle funzionalità e delle caratteristiche tecniche del prodotto, oltre che dei costi per gli utenti. Le classifiche che pubblichiamo potrebbero tenere conto anche di eventuali provvigioni di affiliazione, da noi percepite per gli acquisti effettuati mediante i link presenti sul nostro sito.

10 migliori VPN no-log (anonime) del 2022 | Provate e verificate

Purtroppo, molte VPN si vantano delle loro rigorose politiche di no-log senza averne titolo, in quanto memorizzano molti dati personali che possono essere utilizzati per tracciare le attività online dell'utente. Ancor peggio, non è affatto facile stabilire quali siano le VPN davvero affidabili.

Per questo motivo, ho svolto una ricerca approfondita sulle procedure di tutela della privacy e sui precedenti di oltre 45 VPN di alto livello. Le migliori VPN no-log non memorizzano alcun dato riconducibile all'utente e adottano procedure verificate da audit indipendenti, da esperienze passate o da entrambe.

La mia prima scelta è ExpressVPN perché la sua politica di tutela della privacy è stata certificata da una delle principali aziende di controllo. Inoltre, nel 2017, il governo di un Paese ha sequestrato i server di ExpressVPN per poi scoprire che non contenevano alcun dato, a riprova del fatto che i registri non vengono memorizzati. Oltretutto, è dotata di funzionalità di sicurezza di prim'ordine e di un protocollo di sicurezza unico, ed è una delle VPN più veloci disponibili. Per proteggere la propria privacy, è anche possibile provare ExpressVPN senza rischi e usufruire della sua garanzia di rimborso da 30 giorni, grazie alla quale potrai richiedere il rimborso in tutta tranquillità nel caso in cui non dovesse fare al caso tuo.

Prova oggi stesso ExpressVPN

Hai poco tempo per leggere tutto? Queste sono le migliori VPN no-log — Testate nel 2022

  1. ExpressVPN — Politica di no-log provata e verificata, sede nelle Isole Vergini Britanniche, che rispettano la privacy, e server di sola RAM per una maggiore sicurezza.
  2. CyberGhost — Con sede in Romania, è al di fuori della giurisdizione dei 5/9/14 Eyes, e produce periodicamente documenti di trasparenza.
  3. Private Internet Access — La politica di tutela della privacy è stata confermata più volte, ma ha sede negli Stati Uniti.
  4. PrivateVPN — Memorizza una quantità minima di dati, ma non è stata sottoposta ad alcun audit indipendente.
  5. IPVanish — Una politica sulla privacy seria e verificata da un ente indipendente, ma non pubblica i documenti di trasparenza.

E altre 5 VPN no-log

Prova oggi stesso ExpressVPN

Le 10 migliori VPN no-log – Analisi completa (aggiornata nel Ottobre 2022)

1. ExpressVPN – Politica di no-log verificata e server di sola RAM per una privacy maggiore

  • Politica di no-log testata, verificata e dimostrata
  • Crittografia AES-256 bit, protezione da perdite di IP/DNS e funzionalità di sicurezza avanzate
  • 3.000 server in 94 Paesi, tra cui Italia e Svizzera, velocità elevatissime
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 5 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix (US, UK e altri cataloghi importanti), Disney+, Hulu, Amazon Prime Video, HBO Max, BBC iPlayer, Sky Italia, Mediaset Premium, Ray Play, Sportitalia e altri
  • Compatibile con: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, routers, smart TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana
Offerta per ExpressVPN Ottobre 2022: solo per un tempo limitato, puoi ottenere un abbonamento a ExpressVPN al 49% in meno! Non lasciartelo sfuggire!

ExpressVPN ha una politica sulla privacy trasparente, secondo cui si impegna a non memorizzare nessun dato che possa consentire di identificare l'utente. La validità della sua politica sulla privacy è stata anche dimostrata: nel 2017, infatti, il governo della Turchia ha sequestrato un server di ExpressVPN, senza però trovare nulla in quanto nulla era stato memorizzato. Infine, la tecnologia TrustedServer di ExpressVPN prevede l'utilizzo di server di sola RAM, a garanzia del fatto che i dati dell'utente vengono cancellati con un semplice clic.

Screenshot of ExpressVPN's privacy policy highlighting what it does not collect

Inoltre, promette di non memorizzare mai i dati temporali relativi all'uso della VPN e al tempo di utilizzo

Sono state eseguite delle verifiche da parte di revisori indipendenti, le quali hanno confermato il rispetto delle procedure sulla privacy e della tecnologia di ExpressVPN. PricewaterhouseCoopers (PwC) ha analizzato il codice e ascoltato i componenti del team per valutare la politica di no-log e la tecnologia TrustedServer della VPN, quindi ha confermato la veridicità di quanto dichiarato da ExpressVPN. Anche Cure53 ha verificato le estensioni open-source del browser per Chrome e Firefox, e ha aiutato l'azienda a correggere alcuni bug minori, incrementandone la sicurezza..

A ulteriore riprova dell'impegno a tutela della privacy degli utenti vi è la posizione della sede di ExpressVPN: le Isole Vergini Britanniche, un Paese che non rientra nell'area d'azione della 14 Eyes Alliance, ovvero un accordo tra governi per lo scambio di dati sull'attività online dei propri cittadini. Inoltre, le Isole Vergini Britanniche non hanno leggi che prevedono la conservazione dei dati, pertanto ExpressVPN non può essere obbligata né a memorizzare né a registrare dati.

È ovvio che tutte le VPN abbiano la necessità di memorizzare alcuni dati per far funzionare il servizio al meglio. ExpressVPN rileva il giorno (ma non l'ora) di utilizzo della VPN, la posizione dei server a cui ci si è collegati (tranne gli indirizzi IP) e la quantità di dati trasferiti nel corso della singola connessione, il tutto in forma anonima. In altre parole, nessuno di questi dati può essere associato ad alcun account specifico, e conseguentemente neanche all'utente.

Inoltre, ExpressVPN ha superato tutti i miei test di perdita di dati. Ho testato 25 dei suoi 3.000 server e non ho riscontrato alcuna perdita: in sostanza, i tuoi dati non trapeleranno. Il P2P è consentito su tutta la rete, rivelandosi una buona scelta anche per scambiare torrent in sicurezza. Inoltre, la VPN è compatibile con TOR, che si può scaricare dal sito ufficiale.onion di ExpressVPN per una maggiore privacy.

Screenshot of a leak test performed on ipleaknet while connected to ExpressVPN's Chicago server

Mi trovavo in un Paese completamente diverso, ma tutti i siti visitati hanno potuto vedere solo l'IP di Chicago a cui ero connesso

Alcune VPN riducono la velocità a causa della crittografia avanzata, ma con ExpressVPN questo non accade. Il protocollo brevettato di ExpressVPN, Lightway, è estremamente sicuro (ha superato tutti i miei test sulle perdite) ed è stato il più veloce nel corso dei miei test, con risultati davvero impressionanti: riduzione della velocità solo dell'1,5%. Il kill switch automatico protegge i dati anche in caso di disconnessione della VPN. Io l'ho testato tenendo un browser aperto mentre passavo da un server all'altro: il risultato è stato sempre la non disponibilità della pagina quando la VPN era scollegata, quindi ho capito che stava funzionando.

Per una privacy ancora maggiore, è possibile acquistare ExpressVPN pagando in criptovaluta. Il rovescio della medaglia è che è un po' più costosa rispetto ad altre VPN: gli abbonamenti più economici hanno un costo di €6,39/mese. Tuttavia, ExpressVPN offre spesso degli sconti consistenti, come quello che ho utilizzato io, e grazie al quale ho potuto sottoscrivere l'abbonamento al costo di 49%. Ogni abbonamento ha le stesse funzionalità, pertanto io consiglio di scegliere l'abbonamento da 12 mesi per avere il miglior rapporto qualità-prezzo.

È inoltre possibile provare ExpressVPN senza rischi in quanto è dotata di una garanzia di rimborso da 30 giorni, grazie alla quale è possibile riavere indietro i soldi spesi se il servizio non dovesse dimostrarsi all'altezza delle aspettative. Io ho voluto verificare anche il rispetto di quanto dichiarato in merito alla garanzia, e devo dire che così è stato: l'operatore a cui mi sono rivolto tramite chat live (attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7) si è limitato a verificare che i termini della garanzia fossero stati rispettati e a farmi un paio di domande generali, procedendo quindi con il rimborso, che ho ricevuto dopo tre giorni. È bene notare che, grazie a un traduttore integrato nel sistema, l'assistenza via chat è disponibile in tutte le lingue, compreso l'italiano.

Prova oggi stesso ExpressVPN

2. CyberGhost – Con sede in Romania, Paese rispettoso della privacy, e una comprovata politica di no-log

  • Politica di no-log comprovata e verificata, documenti di trasparenza trimestrali
  • Crittografia AES-256 bit, kill switch automatico e funzioni di sicurezza sofisticate
  • 9.294 server in 91 Paesi, tra cui Italia e Svizzera, e velocità elevate
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 7 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix (US, UK, DE, FR, IT, JP e SE ), Disney+ (cataloghi statunitense e italiano), Hulu, Amazon Prime Video (US, UK, DE, FR, IT e JP), HBO Max, BBC iPlayer e altri servizi famosi e locali, tra cui Rai Play e Rai Play Diretta.
  • Compatibile con: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router, smart TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana
Offerta Ottobre 2022: CyberGhost offre attualmente il 82% di sconto sul suo piano più richiesto! Approfitta subito di questa offerta e risparmia ancora di più sul tuo abbonamento a CyberGhost.

CyberGhost ha sede in Romania, un Paese che rispetta la privacy, che non fa parte della 14 Eyes Alliance e che non ha ratificato la direttiva sulla conservazione dei dati personali dell'UE. In Romania non vi sono leggi che impongano alle VPN di conservare dati identificativi dei propri clienti, per cui non dovrai temere eventuali interferenze governative se usi CyberGhost.

L'informativa sulla privacy di questa VPN è stata sottoposta a un audit indipendente, quindi è più che certo che i registri non vengano conservati. Inoltre, ogni 3 mesi pubblica un Rapporto sulla trasparenza documento di trasparenza, che riporta il numero di richieste legali dei dati degli utenti da parte di forze dell'ordine, siti web, ufficiali governativi e avvocati. Nessuna delle richieste di informazioni sui clienti è mai stata esaudita, a conferma dimostrazione dell'ottima reputazione di CyberGhost in termini di tutela della privacy degli utenti.

Screenshot of a Transparency Report from the CyberGhost website

Molte VPN pubblicano solo dei resoconti di trasparenza annuali, quindi l'impegno dimostrato da CyberGhost nei confronti dei propri clienti mi ha molto colpito

La sua politica di no-log è stata dimostrata anche nel 2019, quando un'azienda di indagini sui clienti con cui collabora (Typeform) è stata vittima di una violazione e 14 nomi di account sono stati divulgati: non è stata rubata alcuna password e non sono state svelate le attività o le posizioni online di nessuno, perché CyberGhost non memorizza tali informazioni.

È possibile migliorare la sicurezza anche grazie ai server NoSpy di CyberGhost. Si tratta di una soluzione multi-hop che veicola le informazioni tramite due server, il primo è sempre uno dei server estremamente sicuri di CyberGhost situati in Romania, a cui solo il personale di CyberGhost ha accesso. Questa funzione ha ridotto un po' la mia velocità, ma è comprensibile, visto che i dati devono percorrere distanze maggiori. Inoltre, CyberGhost ha superato tutti i miei test di perdita di dati su 20 server diversi, e dispone anche di un kill switch automatico di default e di un blocco degli annunci, dei malware e del monitoraggio del traffico.

Un piccolo neo è rappresentato dalla memorizzazione di alcuni dati anonimizzati che le VPN come ExpressVPN non conservano, tra cui l'identificativo dei dispositivi utilizzati durante l'uso di CyberGhost, i tentativi di connessione e il loro esito positivo, nonché il Paese dal quale è stato effettuato il tentativo. Non si tratta, ad ogni modo, di dati che possano essere utilizzati per risalire all'utente o per identificarlo, in quanto non sono riconducibili al suo account.

 È possibile sottoscrivere un abbonamento a CyberGhost a un costo di appena €1,99/mese. Io suggerisco di optare per uno qualsiasi degli abbonamenti annuali piuttosto che per l'abbonamento mensile, perché questo non consente di utilizzare i server NoSpy né il Boxcryptor (software di archiviazione crittografata su cloud). Inoltre, gli abbonamenti mensili hanno una garanzia di rimborso di soli 14 giorni, mentre quelli annuali prevedono una garanzia di rimborso da 45 giorni.

Posso confermare l'attendibilità della garanzia di rimborso perché l'ho provata personalmente. Dopo aver utilizzato il servizio per 5 settimane, ho richiesto il rimborso tramite il servizio di chat live, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il cui operatore si è limitato a chiedermi la ragione della mia richiesta di cancellazione e ad approvare la mia richiesta di rimborso, che mi è stato accreditato per intero in soli 5 giorni.

Prova oggi stesso CyberGhost

3. Private Internet Access – Una politica sulla privacy affidabile e più volte confermata

  • Politica di no-log comprovata
  • Crittografia AES-256 bit, kill switch e MACE (blocco degli annunci, dei malware e dei tracker)
  • 29.650 server in 84 Paesi, tra cui Italia e Svizzera, e buone velocità
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 10 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Disney+, Hulu, Amazon Prime Video, HBO Max, BBC iPlayer e altri
  • Compatibile con: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router, smart TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana
Aggiornamento Ottobre 2022: PIA di solito non fa offerte o sconti (è conveniente già di suo), ma in questo momento puoi ottenere un nuovo abbonamento con uno sconto folle del 82%!

Private Internet Access asserisce che nessun registro che possa comportare l'identificazione dell'utente verrà mai conservato, e quanto affermato è stato ampiamente dimostrato. Nel 2016, l'FBI chiese i dati di uno dei suoi abbonati, ma PIA non aveva nulla da condividere. In un altro frangente, il governo russo ha sequestrato alcuni dei suoi server, anche in questo caso senza trovare alcunché.

Screenshot of a blog from the Private Internet Access website about the Russian government's attempts to encroach on its citizens' online freedom

Ho apprezzato quanto dichiarato da PIA sul suo sito web, ovvero che gli utenti russi possono ancora utilizzare il servizio

PIA garantisce un ottimo livello di sicurezza, perché i suoi 29.650 server sono tutti di proprietà, diversamente da molte altre VPN, che utilizzano alcuni server a noleggio. La proprietà di tutti i server in uso scongiura il rischio che anche uno solo dei server possa essere compromesso dagli intermediari del noleggio. Inoltre, PIA utilizza esclusivamente server di sola RAM, dai quali è possibile eliminare tutti i dati anonimizzati con estrema facilità. Oltre a ciò, PIA non ha mai mostrato il mio indirizzo IP nel corso dei miei test su 20 server grazie alla sua protezione da perdite di IP/DNS.

Vi sono anche varie funzionalità interessanti e utili per scambiare torrent in sicurezza, come il port forwarding e l'accesso ai proxy SOCKS5 e Shadowsocks attraverso una doppia connessione VPN con offuscamento. Si tratta di funzioni utili a connettersi con più seed e a scaricare più velocemente, pur restando protetti.

Un piccolo aspetto negativo di questa VPN è che abbia sede negli Stati Uniti, un Paese tristemente noto per le sue leggi sulla privacy piuttosto aggressive e per la sua appartenenza alla 14 Eyes Alliance. Ad ogni modo, questa azienda è attiva da anni e la sua politica sulla privacy è sempre stata affidabile, quindi continuo a consigliarla sotto il profilo del rispetto della privacy.

PIA è piuttosto abbordabile, con tariffe a partire da €1,99/mese. Io ho addirittura ottenuto 3 mesi in omaggio al momento dell'iscrizione. Sia l'abbonamento annuale che quello triennale sono comprensivi di Boxcryptor Cloud Security e costano proporzionalmente molto meno rispetto a quelli a canone mensile. In sostanza, io consiglio di scegliere l'abbonamento annuale, perché ha un prezzo ottimo e comporta un impegno più breve.

È anche possibile provare PIA gratuitamente grazie alla sua garanzia di rimborso da 30 giorni, al termine dei quali è possibile chiedere un rimborso nel caso in cui il servizio non sia stato soddisfacente. Io l'ho provato, e ho inoltrato la mia richiesta di rimborso tramite la chat live, per accedere alla quale, tuttavia, ho impiegato circa 10 minuti. Ad ogni modo, la mia richiesta è stata approvata rapidamente, dopo aver risposto a poche domande, e ho riavuto indietro tutti i soldi nel mio conto in 5 giorni lavorativi. Il servizio di assistenza via chat è disponibile solo in inglese.

Prova Private Internet Access

4. PrivateVPN – Conserva solo il minimo indispensabile di informazioni

  • Rigorosa politica di no-log
  • Crittografia AES-256 bit, kill switch e funzionalità di sicurezza sofisticate
  • 200 server in 63 Paesi, con una posizioni server anche a Milano, e buone velocità
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 10 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Disney+, Hulu, Amazon Prime Video, HBO Max e altri
  • Compatibile con: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana

PrivateVPN non conserva nemmeno i registri anonimizzati dell'utilizzo del servizio da parte dell'utente, ma solo lo stretto indispensabile, ossia gli indirizzi e-mail e i dettagli di pagamento utilizzati per l'acquisto. È anche possibile pagare con criptovaluta e creare un nuovo indirizzo e-mail per mantenere un anonimato quasi totale.

Stealth VPN è la sua tecnologia di offuscamento, che migliora la privacy nascondendo l'utilizzo della VPN, e grazie alla quale è possibile utilizzare PrivateVPN anche su reti soggette a restrizioni. Ho contattato un operatore dell'assistenza via chat, il quale mi ha comunicato che la VPN funziona anche in Cina, ma è consigliabile utilizzare il protocollo SSL. È bene ricordare che, nonostante l'assistenza via chat sia ufficialmente solo in inglese, chi preferisce chattare in italiano può farlo tranquillamente, perché gli operatori usano un traduttore online.

È possibile utilizzare PrivateVPN anche per scambiare torrent in tutta sicurezza e per guardare in streaming contenuti sottoposti a restrizioni geografiche, e scaricare ancora più velocemente grazie alla funzione di port forwarding. Inoltre, PrivateVPN ha superato tutti i miei test di perdite di dati svolti su 20 server (utilizzando il protocollo preimpostato OpenVPN UDP). Si tratta di un aspetto importante per il torrenting, perché è facile per gli hacker entrare in possesso dei tuoi dati quando navighi su una rete condivisa, mentre una protezione efficace contro le perdite lo rende quasi impossibile. Questa VPN consente di collegare fino a 10 dispositivi contemporaneamente, così potrai crittografare i dati su tutti i tuoi dispositivi e tenerli al sicuro.

Tra gli aspetti leggermente negativi vi sono l'assenza di un audit indipendente del servizio e il fatto che la sede si trovi in Svezia, un Paese che aderisce alla 14 Eyes Alliance. Per fortuna, in Svezia non vi sono leggi che impongano alle VPN di conservare i registri, per cui posso ritenere che, grazie anche alla sua ottima politica sulla privacy, non ci sarà nulla da condividere anche nel caso in cui i Paesi della 14 Eyes dovessero richiedere i tuoi dati.

È un servizio piuttosto accessibile, con prezzi a partire da €1,90/mese. È possibile scegliere tra un abbonamento da 3 mesi, un abbonamento da 1 mese e un abbonamento da 3 anni. Tutti gli abbonamenti hanno le stesse caratteristiche, quindi io consiglio quello da 3 anni per avere il rapporto qualità-prezzo migliore.

È possibile provarla gratuitamente grazie alla sua garanzia di rimborso da 30 giorni. I rimborsi vengono elaborati solo tramite e-mail, iper cui la procedura è un po' più lunga rispetto all'utilizzo della chat. Tuttavia, in 6 giorni sono riuscito a ricevere un rimborso completo.

Prova oggi stesso PrivateVPN

5. IPVanish – Tutti i server sono di proprietà, per una sicurezza maggiore

  • Politica di no-log testata e comprovata
  • Crittografia AES-256 bit, numerosi proxy SOCKS5 e funzionalità di sicurezza sofisticate
  • 2.000 server in 75 Paesi, con una posizione server anche a Milano, e velocità elevate
  • Possibilità di collegare contemporaneamente Illimitato dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Disney+, Hulu, BBC iPlayer e altri
  • Compatibile con: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router, Android TV e altri
Offerta per IPVanish Ottobre 2022: non vi sono spesso offerte attive per IPVanish, quindi mi ha davvero sorpreso trovare questa! Clicca qui per ottenere subito il 69% di sconto sul tuo abbonamento a IPVanish! Lo sconto viene applicato automaticamente (nessun codice richiesto). 

IPVanish è proprietaria di tutti i suoi server, il che assicura una privacy superiore, in quanto non c'è nessun intermediario di cui occuparsi. La VPN dispone di un'ampia rete da 2.000 server in 75 Paesi. Molte VPN utilizzano server a noleggio, mentre IPVanish detiene la proprietà di tutti i server: i tuoi dati sono meno a rischio.

I miei test alla ricerca di eventuali perdite di dati hanno dimostrato che IPVanish tiene sempre nascosta la posizione dell'utente. Ho svolto il test dal mio portatile Windows e dal mio telefono: su 20 server, il mio vero IP non è mai trapelato. Insomma, i tuoi dati saranno ben protetti da eventuali occhi indiscreti che cercano di spiarti.

IPVanish ha una rigorosa politica di no-log e non memorizza nessun dato che possa portare all'identificazione dell'utente. Gli unici dati che vengono conservati sono dei registri anonimizzati, che includono alcune informazioni come la durata delle connessioni, l'utilizzo dei server, i protocolli scelti, etc.: nessuna di queste informazioni viene collegata all'account dell'utente, ma servono all'azienda a far funzionare al meglio la VPN.

Nel 2016, la proprietà precedente di IPVanish ha fornito informazioni su un utente sospettato di un crimine alle autorità statunitensi, nonostante dichiarasse di essere una VPN "no-log". Nel 2017, tuttavia, IPVanish è stata acquisita da Stackpath ed è stata immediatamente sottoposta a un audit indipendente, diversamente da quanto avveniva in passato: i revisori hanno verificato l'attendibilità delle nuove politiche di privacy. Attualmente, IPVanish è di proprietà di Ziff Davis, e non si sono più verificati episodi di quel tipo..

È possibile sottoscrivere un abbonamento a IPVanish a partire da $3,33/mese, che è il suo prezzo iniziale più basso. Il rapporto qualità-prezzo è buono, soprattutto perché non vi è limite al numero di dispositivi che è possibile collegare contemporaneamente. Dal momento che gli abbonamenti hanno tutti le stesse caratteristiche, il mio consiglio è quello di scegliere quelli più a lunga durata. Purtroppo, non è possibile pagare in criptovaluta.

È possibile provare gratuitamente la VPN grazie alla garanzia di rimborso da 30 giorni. Chiedere il rimborso è estremamente facile: non è nemmeno necessario utilizzare la chat live, ma basta semplicemente inoltrare la richiesta tramite le impostazioni dell'account. Nel mio caso, sono bastati 4 giorni per riavere indietro tutti i soldi. Ad ogni modo, se volessi usare la chat live, sappi che è disponibile anche in italiano, grazie a un traduttore automatico in uso presso gli operatori.

Prova oggi stesso IPVanish

6. Proton VPN – VPN no-log affidabile che ha alle spalle anni di tutela della privacy su Internet

  • Politica di no-log comprovata + un documento di trasparenza
  • Crittografia AES-256 bit, ad-blocker e funzioni di sicurezza avanzate
  • 1.746 server in 64 Paesi, tra cui Italia e Svizzera, e velocità medie
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 10 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Disney+, Hulu, Amazon Prime Video, HBO Max, BBC iPlayer e altri
  • Compatible with: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router, Android TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana

L'azienda di Proton VPN ha adottato una politica di no-log rigorosa e affidabile, e ha sede in Svizzera, un Paese non incluso nella 14 Eyes Alliance: la tua attività online non verrà registrata in alcun modo.

Proton VPN è stata sviluppata dai creatori di ProtonMail, il servizio di posta elettronica crittografata più sicuro al mondo. L'azienda è impegnata sul fronte della libertà online e ha persino raccolto 70.000 firme per opporsi a una legge svizzera sulla memorizzazione dei dati, ritenuta troppo invasiva. La storia di Proton VPN testimonia la sua vocazione alla protezione della privacy.

Inoltre, tutte le app di Proton VPN sono open-source: ciò è garanzia di maggior sicurezza, in quanto le app open-source vengono controllate costantemente per verificare la presenza di eventuali vulnerabilità. Proton VPN è stata sottoposta a verifiche indipendenti da parte di SEC Consult ed è dotata della funzione Secure Core, che protegge i dati veicolando il traffico su uno dei suoi server sicuri in località blindati. È chiaro, tuttavia, che questo ulteriore passaggio rallenterà leggermente la tua connessione. Ho eseguito dei test alla ricerca di eventuali perdite di dati su 18 server, sia Secure Core che tradizionali, e non ne ho mai riscontrata alcuna.

Purtroppo, Proton VPN ha pubblicato un solo documento di trasparenza, non particolarmente esaustivo, laddove concorrenti come CyberGhost ne pubblicano uno ogni tre mesi, più dettagliati (ad esempio, viene indicato chi ha richiesto i dati). Tuttavia, Proton VPN vanta comunque una politica di no-log verificata e comprovata, quindi non sembra essere un grosso problema.

È possibile sottoscrivere un abbonamento Plus al prezzo di €4,99/mese: io consiglio questo abbonamento rispetto a quello base, perché offre più funzioni, tra cui un elenco di server più ampio, server secure core, etc.

Non è presente il servizio di chat live, per cui il rimborso va richiesto via e-mail (anche se la lingua "ufficiale" è l'inglese, è possibile inviare un'e-mail al Servizio Clienti in italiano e gli operatori utilizzeranno un traduttore online per evadere la richiesta), e la sua garanzia di rimborso da 30 giorni viene presa in considerazione per l'erogazione del rimborso: in sostanza, ti verrà rimborsato un importo proporzionale ai giorni di non utilizzo del servizio. In ogni caso, è possibile testare molte funzioni con la versione gratuita. Per quanto riguarda i tempi del rimborso, la mia richiesta è stata approvata 3 giorni dopo, mentre per riavere indietro i soldi ne sono passati 10.

Prova oggi stesso Proton VPN

7. hide.me – Politica di no-log sottoposta a un audit indipendente

  • Politica di no-log verificata e comprovata, documenti di trasparenza a cadenza annuale
  • Crittografia AES-256 bit, supporto per IPv6 e funzioni di sicurezza avanzate
  • 2.000 server in 75 Paesi, con posizioni server anche a Roma e Milano, e velocità medie
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 10 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Disney+, Hulu e altri
  • Compatible with: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router, Amazon Fire TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana

A dimostrazione della grande fiducia nella sua capacità di proteggere la privacy dell'utente, hide.me ha lasciato che la sua politica di no-log fosse sottoposta a verifica indipendente da parte di Leon Juranic di Defense Code LTD, un esperto di crittografia che in passato ha aiutato la NASA a risolvere i suoi rischi di sicurezza, il quale ha verificato l'assenza di registri che possano portare all'identificazione dell'utente.

La VPN non è obbligata a memorizzare i registri o a condividere i dati dell'utente perché ha sede in Malesia, un Paese rispettoso della privacy che non fa parte della 14 Eyes Alliance. Inoltre, hide.me pubblica documenti di trasparenza a cadenza annuale che informano l'utente sulle richieste di dati ricevute e non evase (perché non c'è mai stato nulla da condividere).

Nella VPN sono presenti anche varie funzionalità avanzate, come il supporto per il torrenting e il kill switch (bisogna solo ricordarsi di attivarlo). Ho testato anche la funzione di split tunneling mentre svolgevo due attività diverse contemporaneamente, ossia sfogliare un catalogo Netflix straniero e cercare le notizie locali: ha funzionato alla grande. Inoltre, ha superato i miei test di perdite su 12 server diversi e dispone di server DNS di proprietà, che garantiscono una sicurezza maggiore.

L'azienda condividerà i dati con le autorità in caso di ingiunzione da parte di un tribunale, ma conserva solo i dati d'acquisto: nell'eventualità che ciò dovesse accadere, sarebbe possibile iscriversi nuovamente con un indirizzo e-mail diverso e pagare con criptovalute.

Il prezzo iniziale degli abbonamenti è di €4,99/mese. Io consiglio l'abbonamento da 2 anni, perché prevede anche 2 mesi gratuiti ed è anche molto più conveniente rispetto agli abbonamenti da 1 mese e da 6 mesi.

Inoltre, è possibile provare gratuitamente hide.me grazie alla sua garanzia di rimborso da 30 giorni. Io l'ho richiesto via e-mail: è stato approvato dopo 1 giorno, senza alcuna domanda, ed è stato accreditato sul mio conto dopo una settimana.

Prova oggi stesso hide.me

8. TunnelBear – Documenti annuali di trasparenza a conferma della sua politica di no-log

  • Politica di no-log controllata, verificata e comprovata, e documenti annuali di trasparenza
  • Crittografia AES-256 bit, split tunneling e funzionalità di sicurezza sofisticate
  • 2.600 server in 48 Paesi, tra cui Italia e Svizzera, e velocità medie
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 5 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, YouTube, Crunchyroll e altri
  • Compatible with: Windows, Android, Mac, iOS, Linux e altri
  • Interfaccia utente delle app per Android and iOS in italiano (app iOS parzialmente tradotta)

TunnelBear pubblica ogni anno dei documenti di trasparenza che provano l'osservanza della sua politica di no-log, che mostrano tutte le richieste ricevute da organi statali, forze di polizia o studi legali: tuttavia, non memorizzando registri, non ha mai dati su orari, attività online o indirizzi IP da condividere.

L'azienda non memorizza né query DNS né dati sulle attività online dell'utente, ma si limita a registrare il consumo di dati (solo per gestire gli account gratuiti) e il browser e il sistema operativo utilizzati. I dati sono tuttavia anonimizzati e non viene memorizzato nulla che possa essere impiegato per risalire all'utente. Inoltre, l'azienda è stata sottoposta a 4 verifiche indipendenti, per cui i suoi protocolli sulla privacy vengono rispettati.

La protezione contro le perdite di dati è molto efficace ed è in grado di tenere i dati al riparo da hacker, governi, ISP e altri occhi indiscreti. Ho eseguito anche dei test su 10 server diversi per verificare eventuali perdite di dati, e confermo che TunnelBear non ha mai rivelato la mia posizione reale. Inoltre, ha un kill switch automatico che interrompe la connessione a Internet ogni volta che ci si scollega (per qualsiasi motivo) dai server. Ne ho verificato il funzionamento tenendo aperto un browser mentre cambiavo server: ogni volta che la connessione cadeva, la pagina risultava non disponibile.

Purtroppo, la sede centrale è in Canada, Paese membro della 14 Eyes Alliance. Ciononostante, i suoi audit indipendenti e i documenti di trasparenza dimostrano l'assenza di dati sensibili memorizzati.

È possibile abbonarsi a TunnelBear al costo di $3,33/mese. Ci sono anche abbonamenti annuali e mensili più costosi. Io consiglierei l'abbonamento team a $5,75 al mese per ciascun utente; in alternativa, dal momento che tutti gli abbonamenti hanno le stesse caratteristiche, consiglierei quello annuale. Attualmente, non è prevista alcuna garanzia di rimborso per gli abbonamenti a pagamento, ma i rimborsi vengono concessi di volta in volta, caso per caso.

Prova oggi stesso TunnelBear

9. ZenMate – Politica di no-log e nessun limite di dispositivi che si possono collegare

  • Rigorosa politica di no-log
  • Crittografia AES-256 bit, kill switch automatico e funzionalità di sicurezza sofisticate
  • 4.900 server in 81 Paesi, Italia e Svizzera incluse, e velocità medie
  • Possibilità di collegare contemporaneamente Illimitato dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Amazon Prime Video, BBC iPlayer e altri
  • Compatible with: Windows, Android, Mac, iOS, Linux, router, smart TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana

ZenMate consente di proteggere tutti i dispositivi con la sicurezza di una politica di no-log rigorosa. Io l'ho provata sul mio portatile Windows, sul MacBook di un coinquilino, sui nostri telefoni e su un tablet, e non ho riscontrato alcun calo delle prestazioni, neanche quando tutti i dispositivi erano in streaming.

Secondo quanto affermato nella sua politica sulla privacy, non condividerà né venderà mai volontariamente i dati che potrebbero portare all'identificazione dell'utente, e non memorizzerà l'attività online, la posizione e i riferimenti temporali. Inoltre, questa VPN utilizza solo server di proprietà: si tratta di una scelta che assicura una sicurezza maggiore, perché gli unici a poter accedere all'infrastruttura di ZenMate sono i suoi dipendenti. ZenMate ha anche superato i miei test sulle perdite su 14 server diversi.

Purtroppo, ha sede in Germania (un Paese membro della 14 Eyes Alliance) e nella sua politica si afferma che, se previsto dalla legge, condividerà alcuni dati con le autorità di polizia. Inoltre, non è stata mai sottoposta a un controllo indipendente: all'inizio, questo particolare mi preoccupava, ma c'è da dire che gli unici dati che dichiara di poter condividere sono la data di iscrizione e il dispositivo usato. Infine, la sua politica sulla privacy è trasparente e nessuno dei dati dei suoi clienti è stato mai divulgato né condiviso.

Il rapporto qualità-prezzo è ottimo: è infatti possibile sottoscrivere un abbonamento a soli €1,99/mese. Io suggerisco di optare per l'abbonamento triennale rispetto a quelli annuali e mensili, che costano proporzionalmente di più (a parità di funzioni).

Ogni abbonamento prevede una garanzia di rimborso da 30 giorni, un periodo di tempo un po' più breve rispetto ad altre VPN. Tuttavia, è possibile annullare il contratto direttamente dal sito web con facilità: io l'ho fatto dopo 12 giorni e ho ricevuto indietro tutti i miei soldi dopo una settimana.

Prova oggi stesso Zenmate

10. VyprVPN – La prima VPN no-log sottoposta a verifica pubblica

  • Politica di no-log verificata e controllata pubblicamente
  • Crittografia AES-256 bit, protezione del WiFi pubblico, protezione contro le perdite di dati, firewall NAT e funzioni di sicurezza avanzate
  • 700 server in 70 Paesi, con una posizione server anche a Roma, e buone velocità
  • Possibilità di collegare contemporaneamente 5 dispositivi
  • Accesso consentito a: Netflix, Disney+, Hulu, Amazon Prime Video, HBO Max, BBC iPlayer e altri
  • Compatible with: Windows, Android, Mac, iOS, router, Android TV e altri
  • Interfaccia utente in lingua italiana

VyprVPN è stata sottoposta a un audit affidabile e che chiunque può consultare: si tratta della prima VPN commerciale a essere sottoposta a un audit pubblico dopo aver modificato la sua politica sui registri, affinché fosse più rispettosa della privacy. Il fatto che l'intero processo sia stato reso pubblico è una grande dimostrazione di trasparenza. Leviathan, il gruppo di revisori, ha rilevato solo dei problemi minori che sono stati risolti immediatamente.

Questa VPN ha sede in Svizzera, un Paese che non fa parte della 14 Eyes Alliance, per cui non è obbligata a conservare i dati degli utenti. Ha una rete composta da 700 server in 70 Paesi, tutti di proprietà, utilizza il protocollo Chameleon (tecnologia di offuscamento), che nasconde l'uso della VPN, e funziona anche in Cina (come dichiarato da un operatore dell'assistenza). Inoltre, ha superato tutti i miei test sulle perdite.

Purtroppo, il servizio è piuttosto costoso: il prezzo dell'abbonamento più economico è di $5/mese, l'abbonamento mensile costa proporzionalmente quasi il doppio e non è possibile pagare con criptovalute. Un vero peccato. Tuttavia, tutti gli abbonamenti prevedono una garanzia di rimborso. Io consiglio l'abbonamento annuale, in quanto l'unica differenza tra i due è il prezzo.

È possibile provare VyprVPN gratuitamente grazie alla sua garanzia di rimborso da 30giorni. Dopo 28 giorni di utilizzo, ho fatto richiesta di disdetta via chat live: dopo alcune domande, la mia richiesta è stata approvata e ho avuto indietro i miei soldi nel giro di 7 giorni lavorativi. A questo proposito, è bene sapere che gli operatori della chat utilizzano un traduttore automatico integrato che consente di interagire in qualsiasi lingua, anche in italiano.

Prova VyprVPN oggi stesso

Breve tabella comparativa: caratteristiche delle VPN no-Log

Tutte le VPN in elenco hanno una politica di no-log rigorosa e sono affidabili per quanto riguarda la gestione dei dati degli utenti. Tuttavia, alcune informazioni anonimizzate sull'utilizzo della VPN sono necessarie per far funzionare il tutto senza problemi. Inoltre, molti di questi servizi hanno la propria sede centrale in Paesi che rispettano la privacy e sono stati sottoposti ad audit indipendenti, il cui scopo è quello di verificare il rispetto della politica sulla privacy. Qui di seguito, troverai una tabella che descrive le caratteristiche di tutte le VPN no-log di questo elenco.

Prezzo più basso Memorizza i dati di navigazione? Memorizza l'IP? Memorizza la larghezza di banda utilizzata? Memorizza i riferimenti temporali? Ha sede in un Paese rispettoso della privacy? È stata sottoposta a verifiche indipendenti?
🥇ExpressVPN €6,39/mese No No Anonimizzati No Yes Yes
🥈CyberGhost €1,99/mese No No Anonimizzati Anonimizzati
🥉Private Internet Access €1,99/mese No No Anonimizzati Si possono escludere No No
PrivateVPN €1,90/mese No No No No No
IPVanish $3,33/mese No No Anonimizzati Si possono escludere No
Proton VPN €4,99/mese No No No No No
hide.me €4,99/mese No No No No
TunnelBear $3,33/mese No No No No
ZenMate €1,99/mese No No No No No No
VyprVPN $5/mese No No No No

Prova oggi stesso ExpressVPN

Suggerimenti sulla scelta della migliore VPN no-log

Ho stilato la classifica delle VPN in elenco basandomi sui criteri di seguito riportati, che potrai usare come guida nella scelta della migliore VPN per la privacy:

  • Una politica di no-log comprovata. Il modo migliore per capire se una politica sulla privacy è affidabile consiste nella ricerca dei casi reali in cui si è dimostrata valida (ad esempio, nel corso di processi o di indagini). ExpressVPN, CyberGhost, Private Internet Access, Proton VPN e TunnelBear hanno politiche che sono state comprovate in eventi reali.
  • Audit indipendenti. Certificano che la VPN rispetti le sue politiche e che le sue applicazioni siano sicure come dichiarato. Inoltre, eventuali vulnerabilità riscontrate saranno corrette immediatamente, garantendo la massima protezione della privacy.
  • Ha sede in un Paese rispettoso della privacy. È preferibile che una VPN abbia sede in un Paese che rispetta la privacy, preferibilmente che non sia membro della 14 Eyes Alliance: non trovandosi sottoposta alla sua giurisdizione, la VPN non è tenuta a soddisfare le richieste di dati da parte dei governi membri né a memorizzarli.
  • Funzioni di sicurezza molto efficaci. La presenza di una protezione contro perdite di IP/DNS, della crittografia AES-256 bit e del kill switch assicurano che l'accesso ai tuoi dati sia quasi impossibile.
  • Server sicuri. Un livello di protezione in più contro eventuali attacchi. Inoltre, su server di sola RAM, i dati vengono cancellati a ogni riavvio del server.
  • Possibilità di pagare in forma anonima. Pagando con criptovaluta, non dovrai fornire i dati della carta di credito né i tuoi dati personali.
  • Velocità elevate. Ogni VPN rallenta un po' la connessione, ma nel caso delle VPN migliori la velocità si riduce talmente poco da non essere percepibile. Tutte le VPN in elenco sono molto veloci, quindi potrai salvaguardare la tua privacy senza dover rinunciare alla velocità.
  • Funzionalità P2P e streaming. Chi intende scambiare torrent o guardare contenuti in streaming, deve sapere che una VPN può consentire l'accesso alle piattaforme di streaming più diffuse e funziona con i siti e con le app P2P.

Attenzione! Queste VPN conservano i registri

Queste VPN memorizzano o hanno memorizzato i registri delle attività degli utenti e andrebbero evitate.

  • Hola: per sua ammissione, memorizza le attività di navigazione, degli indirizzi IP e persino dei dati degli account dei social media.
  • PureVPN: ha divulgato l'indirizzo IP di un utente.
  • BolehVPN: ha ammesso di poter attivare i registri per identificare eventuali clienti sospetti.
  • VPNBook: memorizza l'indirizzo IP e i riferimenti temporali delle connessioni per una settimana.
  • ThunderVPN: registra gli indirizzi IP.
  • AVG: si è scoperto che vengono memorizzati dati degli utenti non citati nella sua politica sulla privacy.
  • Betternet: sono stati beccati a memorizzare i dati degli utenti per rivenderli a terzi.

I vari tipi di registri delle VPN (e quali dovrebbero destare preoccupazione)

Una valida VPN no-log non conserva alcun dato che possa essere utilizzato per risalire all'identità dell'utente e alle sue attività. Tuttavia, alcuni registri sono necessari per il corretto funzionamento di una VPN. Ecco una panoramica sulle tipologie di registro più importanti e sugli eventuali rischi:

  • Registri d'uso: si tratta di informazioni relative all'attività online, come i siti web che sono stati visitati. Nel mio elenco, non c'è nessuna VPN che memorizza i registri d'uso: del resto, sotto il profilo della privacy, non potrei consigliare VPN che lo fanno.
  • Registri dei metadati: si tratta di dati relativi alla sessione VPN. In questa categoria rientrano l'IP del server, l'indirizzo IP, i riferimenti temporali, la quantità di dati utilizzati e il momento della connessione. La maggior parte delle VPN memorizza alcuni di questi dati per la gestione del proprio servizio. Non si tratta di un grosso problema se i dati sono anonimizzati (cosicché non si possa risalire all'utente), ma non posso consigliare VPN che memorizzano l'indirizzo IP, poiché potrebbe portare all'identificazione dell'utente.
  • Altri dati identificativi: la maggior parte delle VPN richiede un indirizzo e-mail e riceve i dati di pagamento. Se i registri sono anonimizzati, nessuno di questi dati verrà associato all'account dell'utente. Tuttavia, per essere più sicuri, è possibile creare un nuovo indirizzo e-mail e pagare con criptovaluta. Alcune VPN memorizzano anche il modello del dispositivo in uso per rilevare il numero delle connessioni simultanee, senza che questo sia collegato all'attività online dell'utente.

Prova la migliore VPN no-log

Domande frequenti sulle migliori VPN no-log

Come faccio a sapere se la mia VPN conserva o meno i registri?

Una VPN può provare di non conservare registri attraverso la verifica delle sue politiche di no-log con audit indipendenti o nel corso di situazioni concrete. È anche importante che la VPN abbia politiche sulla privacy chiare e trasparenti, che elenchino chiaramente i dati memorizzati e quelli non memorizzati (e se questi vengono archiviati in modo anonimo).

Varie VPN si sono viste sequestrare i propri server o sono state costrette dai governi a consegnare i dati. È possibile appurare se davvero non viene memorizzato alcun registro quando, in queste situazioni, non viene condiviso né compromesso nulla.

È inoltre preferibile che la sede centrale della VPN sia in un Paese in cui vigono norme sulla conservazione dei dati rispettose della privacy. I server di sola RAM sono preferibili, in quanto memorizzano i dati per un periodo di tempo più breve e possono essere aggiornati più facilmente con il software di sicurezza più recente.

Che cosa significa effettivamente VPN no-log?

 Una VPN no-log non memorizza i dati che potrebbero condurre all'identificazione dell'utente, ma potrebbe comunque conservare alcuni dati anonimizzati, da utilizzare per risolvere eventuali problemi della VPN (come l'uso dei dati). Non si tratta di un grosso problema, perché i dati anonimizzati non possono essere collegati all'account dell'utente. Nessuna delle VPN in questo elenco registra l'indirizzo IP o l'attività online dell'utente.

Si può utilizzare una VPN no-log con sede negli Stati Uniti o nel Regno Unito?

Sì, ma è meglio utilizzare una VPN con sede in un Paese che tutela maggiormente la privacy. Ad ogni modo, se la VPN non memorizza alcun registro, la sua sede non sarà un problema, in quanto non ci sarebbe niente da condividere in caso di richiesta.

Sia il Regno Unito che gli Stati Uniti fanno parte della 14 Eyes Alliance, un accordo tra Stati che prevede la condivisione di informazioni sull'utilizzo di Internet da parte dei propri cittadini. Gli Stati Uniti, inoltre, dispongono di un'enorme infrastruttura di sorveglianza con cui spiano i propri cittadini. Tuttavia, se anche il governo dovesse richiedere i dati a una società VPN, questa non avrebbe nulla da condividere se non vi sono registri in memoria.

Una VPN no-log manterrà il mio anonimato?

 Sì, aiuta a mantenere l'anonimato online, ma non può garantire un anonimato completo. Potenzialmente, una VPN potrebbe decidere di consultare o conservare i tuoi dati in qualsiasi momento, per cui è importante scegliere un servizio affidabile e trasparente in merito alle sue attività di tutela della privacy. Le VPN in elenco hanno politiche di no-log rigorose, la maggior parte delle quali è stata provata in tribunale, con documenti di trasparenza o con audit indipendenti.

È possibile trovare VPN no-log gratuite?

Tecnicamente sì, ma io non le consiglio. Molte VPN gratuite guadagnano in altri modi, a volte vendendo i dati degli utenti, quindi molte delle loro informative sulla privacy non sono affidabili. Le VPN gratuite pongono sempre forti limiti, come il tetto massimo ai dati, i server di numero limitato e funzioni di sicurezza meno efficaci. Esistono VPN di qualità superiori con versioni gratuite, ma gli abbonamenti a pagamento sono sempre di gran lunga migliori. Inoltre, tutte le migliori VPN no-log prevedono una garanzia di rimborso, utile per chi non è soddisfatto del servizio.

Prova oggi stesso ExpressVPN

Scegli la migliore VPN no-log

Se una VPN conserva registri riconducibili all'utente, non c'è ragione di utilizzarla. Lo scopo principale di una VPN è quello di tutelare la tua privacy online e, se non è in grado di proteggere i tuoi dati, devi trovarne una che sia affidabile.

Tutte le VPN in elenco sono sicure e non memorizzano alcuna informazione che possa essere usata per l'identificazione dell'utente. ExpressVPN è la mia prima scelta perché ha una rigorosa politica di no-log verificata e controllata. Inoltre, ha sede nelle Isole Vergini Britanniche, è dotata di funzionalità di sicurezza di altissimo livello e utilizza Lightway, il suo velocissimo protocollo brevettato. Puoi provare ExpressVPN senza rischi grazie alla sua garanzia di rimborso da 30 giorni, grazie alla quale potrai riavere i soldi indietro se il servizio non fosse soddisfacente.

Riassumendo, le migliori VPN no-log del Ottobre 2022 sono…

Classifica
Provider
I nostri punteggi
Prezzo
Visita il sito
1
medal
9.8 /10
€6.39/
mese
49% di risparmio!
2
9.8 /10
€1.99/
mese
84% di risparmio!
3
9.6 /10
€1.99/
mese
82% di risparmio!
4
9.4 /10
€1.90/
mese
84% di risparmio!
5
9.2 /10
$3.33/
mese
70% di risparmio!
Avviso sulla privacy!

I tuoi dati sono esposti ai siti web che visiti!

Il tuo indirizzo IP:

La tua posizione:

Il tuo Internet Provider:

Le informazioni di cui sopra possono essere utilizzate per tracciarti, localizzarti per ricevere pubblicità e monitorare ciò che fai online.

VPN può aiutarti a nascondere queste informazioni dai siti web in modo che tu sia protetto in ogni momento. Consigliamo ExpressVPN - il VPN numero 1 su oltre 350 provider che abbiamo testato. Ha funzioni di crittografia di livello militare e caratteristiche di privacy che garantiranno la tua sicurezza digitale, inoltre - attualmente offre 49% di sconto.

Visita ExpressVPN

Sugli autori

Matthew Amos è appassionato di tecnologia da tutta una vita. Con sede a Boise, nell’Idaho, in passato ha lavorato come principale scrittore di marketing per la University of Montana Western. Ora lavora come freelancer, creando contenuti su tecnologia e sicurezza informatica.

Hai apprezzato questo articolo? Valutalo!
L'ho odiato Non mi è piaciuto Non male Molto bene! L'ho amato!
su 10 - Votato da utenti
Grazie per il tuo feedback.
Commento Il commento deve essere lungo da 5 a 2500 caratteri.