Router VPN: cos’è e come installarne uno (in tempi record)

Configurare il tuo router con una VPN non è poi così complicato come potrebbe sembrare. Se vuoi godere della protezione per tutta una rete di dispositivi collegati senza problemi, ne vale assolutamente la pena.

Che si tratti della tua casa, dell’ufficio o della tua azienda, un router VPN può fornire i molti vantaggi di una connessione VPN a tutti gli utenti che si desidera.

Dalla forte e sicura crittografia all’agevole sblocco di Netflix, passando per l’accesso alle migliori offerte a livello locale e persino l’ottimizzazione della velocità di internet; il potenziale è infinito, e la cosa migliore è che puoi condividere con facilità tutti questi vantaggi.

Se stai già utilizzando un servizio di VPN, probabilmente saprai che tutto questo si può già fare tramite semplici app e client. Pertanto, che cosa offrono di diverso i router VPN e perché si dovrebbe fare lo sforzo di configurarne uno?

In questa guida troverai le risposte a queste importanti domande, così come a molte altre. Prosegui la lettura, perché abbiamo anche qualche suggerimento su delle ottime VPN che permettono una semplice configurazione del router!

Se vuoi saltare direttamente a una sezione specifica della guida, sentiti libero di usare l’indice che segue:

Indice

Perché (forse) hai bisogno di un router VPN

Prima di iniziare, facciamo chiarezza su una cosa: un router VPN ha esattamente lo stesso scopo di un’applicazione VPN per desktop o mobile. L’unica grande differenza è la scala operativa.

Che cosa intendiamo dire? Se stai utilizzando una VPN premium (come ExpressVPN o NordVPN ), probabilmente già saprai quanto sia facile criptare la tua connessione e mantenerti al sicuro su internet, però questo copre solo il numero massimo di dispositivi consentiti dal tuo provider per ogni singolo account personale.

Tale sistema ha questi limiti. I router VPN, invece, permettono di eludere questo potenziale problema. Esistono anche ulteriori vantaggi tipici derivanti dall’implementazione di una protezione VPN “direttamente alla fonte”.

  • Fornire connessioni illimitate.
    Connettendosi ai server VPN tramite il router, è possibile utilizzare tutti i dispositivi che si desidera. Inoltre, è possibile fornire tale connessione criptata ad amici ed ospiti, senza doversi preoccupare della condivisione dell’account (una pratica quasi sempre vietata dai termini di servizio dei provider di VPN).
  • Maggiore flessibilità di adattamento a diverse piattaforme.
    Hai una Smart TV? O magari hai una console di streaming come Apple TV, Amazon Fire TV o Chromecast? Purtroppo, tali dispositivi non sono supportati con applicazioni native dai provider di VPN.
    La buona notizia è che, collegandoli a un router VPN, puoi comunque aggiungerli alla lista dei tuoi dispositivi protetti. Anche se alcuni dei principali provider offrono dei servizi specifici per tali piattaforme (per esempio ExpressVPN e la sua funzione MediaStreamer DNS), i router VPN costituiscono l’opzione migliore, se sei in cerca di crittografia e dell’accesso ai tuoi show preferiti in tutto il mondo.
  • Richiede un solo login, per sempre.
    Spesso molte persone dimenticano di effettuare l’accesso alla propria VPN, oppure di impostare l’esecuzione automatica del client all’avvio del dispositivo.
    Dopo aver configurato un router VPN, tutto questo non sarà più una preoccupazione: dovrai semplicemente fornire le tue credenziali al primo accesso e poi resterà tutto sempre pronto finché lo vorrai! Se fai sempre uso di una VPN su molteplici dispositivi, si tratta di una soluzione davvero pratica ed efficiente.
  • Rendere disponibile la connessione VPN 24/7.
    Se hai un server VPN preferito che utilizzi costantemente, puoi restarvi sempre connesso (a condizione che il router rimanga acceso). Questo si può fare con facilità anche tramite le funzioni di connessione automatica presenti sui client VPN, però i router VPN offrono un modo ancora più semplice, insieme agli ulteriori vantaggi evidenziati in precedenza.

Detto questo, dovresti conoscere anche alcuni inconvenienti che presentano questi dispositivi:

  • I router VPN sono (generalmente) costosi.
    In gran parte dei casi, un router VPN non costituisce un piccolo investimento. Per l’esecuzione del software VPN su un router, risultano necessarie delle specifiche e delle funzioni adeguate, vale a dire che spesso i dispositivi di base non vanno bene.
    Esistono dei modi per spendere meno o evitare alcuni problemi, per esempio effettuare l’upgrade del proprio router con un firmware avanzato (SE è adatto), oppure acquistare un router compatibile con le VPN, se hai bisogno di uno nuovo. A breve approfondiremo la questione.
  • Un maggior numero di dispositivi collegati potrebbe causare un calo di performance.
    Il carico del server è un fattore molto importante per le prestazioni della propria VPN. Se selezioni con cura i tuoi server, non dovresti avere grandi problemi, però c’è da tenere presente che più connessioni stabilisci, maggiori saranno le probabilità di riduzione della velocità della tua rete.
    Alla base di tutto c’è da considerare la qualità della tua connessione a internet in generale, ma anche la scelta della VPN giusta costituisce un fattore fondamentale.
  • Meno flessibilità nel passaggio fra server.
    Supponiamo che tu abbia due posizioni server preferite, che alterni frequentemente. Per passare da una all’altra, con il tuo client VPN la questione si riduce a un paio di clic, ma un router VPN non ti dà altrettanta flessibilità: sarai limitato all’impiego del server che hai indicato in fase di configurazione e, nel caso tu voglia cambiarlo, dovrai operare tramite l’interfaccia del router.
    Alcuni router consentono di impostare più server, però non offrono un’usabilità paragonabile a quella delle app VPN, o almeno non ancora.

Come puoi notare, l’uso di un router VPN comporta sia dei pro che dei contro, anche se ci sono situazioni in cui i punti di forza superano di gran lunga le debolezze del sistema.

Quando prendere in considerazione un router VPN

Come accennato in precedenza, i router VPN possono costituire un’ottima idea per chi desidera privacy e sicurezza online su scala maggiore.

Facciamo l’esempio di Johnny, il nostro amico immaginario. Johnny gestisce un bar all’ultimo grido, che attira ogni giorno centinaia di clienti bramosi dei suoi fantastici drink, nonché del suo Wi-Fi ultrarapido.

Ora, Johnny non vuole certo preoccuparsi della presenza di hacker o ladri di identità sulla sua rete, però vuole assicurarsi che i suoi clienti si connettano in totale sicurezza, poiché questo fa bene al suo business.

Dunque, Johnny ha investito in un router VPN, che occulta i dati sensibili di tutti gli utenti collegati e permette ai visitatori di godersi un buon caffè o un delizioso frullato navigando in santa pace.

Sara, invece, sta lanciando una start-up. Al momento, aprire una divisione di cybersecurity è fuori budget, quindi l’alternativa migliore per la sua azienda è un router VPN, che la manterrà al sicuro online garantendo ulteriore privacy.

Esistono molti Johnny e molte Sara in tutto il mondo, e magari sei proprio tu a trovarti in una situazione simile! In tal caso, dovresti certamente prendere in considerazione l’impiego di un router VPN nel tuo locale o nella tua PMI.

Non vogliamo certo ingannare nessuno, quindi vogliamo fare chiarezza anche riguardo al fatto che potrebbe non servirti la scala e la portata offerta da un router VPN. Un classico esempio è lo scenario in cui solo tu usi la VPN, oppure se sei un utente occasionale e lanci la tua VPN solo in certi momenti.

Vale anche la pena sottolineare che non tutti i servizi di VPN dispongono delle impostazioni necessarie e del supporto per i router. Se utilizzi una VPN gratuita di base, è probabile che non riuscirai a farla funzionare; peggio ancora, potresti finire per rompere il router e provocarti enormi grattacapi.

Se sei seriamente intenzionato a passare ad un router VPN (o semplicemente desideri una VPN della massima qualità), ti consigliamo di dare un’occhiata a quei provider di VPN leader come ExpressVPN e NordVPN. Con tutte le loro eccellenti funzionalità e gli ottimi sconti, ti renderai subito conto del perché siano considerate delle VPN premium, senza che questo incida sul prezzo in maniera significativa.

Come ottenere un router VPN

In genere, si dispone di due opzioni con i router VPN: prendere un dispositivo che abbia il supporto per VPN integrato, oppure effettuare un upgrade del proprio router, se consentito (tecnica nota anche come “flashing”). Ne derivano tre principali tipologie di router VPN: router compatibili con le VPN, router preconfigurati e router a flashing manuale.

Ecco una panoramica su ciascun tipo, con alcuni utili suggerimenti:

1. Router compatibili con le VPN

Quando: per acquistare un router migliore cercando di risparmiare dei soldi, a costo di un processo di configurazione più lungo.

Perché: si desidera un router VPN senza dover passare per il processo di flashing e neppure pagare un extra per la configurazione.

Cosa cercare: firmware intuitivo, supporto per client OpenVPN nativo.

Se hai deciso che è arrivato il momento di farti un router nuovo, ma ancora non hai deciso quale, comprare un dispositivo con supporto per VPN integrato è la mossa giusta. Con un firmware già abilitato alle connessioni VPN, il processo di configurazione che dovrai fare in prima persona si riduce alla semplice indicazione di un server VPN e delle tue credenziali di accesso.

Anche se la maggior parte dei router compatibili hanno tutto il necessario per funzionare senza problemi con il tuo servizio di VPN, è sempre una buona idea verificare se supportano il protocollo OpenVPN, attualmente considerato l’opzione più sicura.

Consigliamo di selezionare OpenVPN ogniqualvolta si utilizzi un servizio di VPN, a prescindere dalla piattaforma. Per scoprirne il motivo, dai un’occhiata al nostro confronto fra protocolli VPN.

2. Router VPN preconfigurati

Quando: per acquistare un router migliore e avere la configurazione più rapida con il minimo sforzo, anche se costa di più.

Perché: desideri un router già pronto per la VPN e sei disposto a pagare qualcosa in più per averlo già configurato.

Cosa cercare: venditori affidabili.

I router VPN preconfigurati o “pre-flashed” costituiscono la soluzione più costosa, ma paghi per avere un dispositivo già completamente operativo.

Il principale vantaggio di questa alternativa è la facilità d’uso: dal momento che si può anche indicare per quale servizio di VPN far predisporre il router, le tue responsabilità in termini di configurazione si riducono praticamente alla scelta del tuo server preferito.

Detto questo, i router VPN preconfigurati presentano anche degli inconvenienti abbastanza grandi.

A parte il fatto che sono costosi, è anche difficile trovare tanti fornitori affidabili. Per esempio, nel corso degli anni Flashrouters ha sempre offerto un servizio degno di fiducia, ma bisogna fare attenzione ai siti truffa.

Un altro svantaggio deriva dal fatto che, la maggior parte delle volte, l’unica via per ottenere un router VPN preconfigurato è acquistarlo online; pertanto, a seconda di dove vivi, potrebbe non essere un’opzione poi tanto conveniente, considerando i costi di spedizione e le difficoltà di reso nel caso con il dispositivo qualcosa andasse storto.

3. Router VPN a flashing manuale

Quando: per fare l’upgrade del tuo router attuale e cercare la forma più economica per migliorarlo.

Perché: desideri un router VPN ma non sei interessato a cambiare il tuo dispositivo e ti senti in grado di configurarlo.

Cosa cercare: guide utili, informazioni sul tuo modello di router e se offre il supporto per firmware avanzato.

Effettuare il flashing del router è un’operazione impegnativa e richiede di fare qualche ricerca, ma non è poi così difficile o rischiosa come potrebbe sembrare. Se preferisci agire in prima persona per rendere il tuo router compatibile con le VPN, senza dover spendere una piccola fortuna per un nuovo dispositivo, questa è la tua strada.

Come accennato, con “flashing” si indica l’installazione di un firmware avanzato sul router. I due firmware più noti sono DD-WRT e Tomato, entrambi con i propri punti di forza.

Eccoti riassunto quel che c’è da sapere su questi firmware: DD-WRT è l’opzione più versatile, poiché offre supporto per router di oltre 80 marche, compresi i modelli base di fornitori come TP-Link, Tenda e D-Link.

Tomato è compatibile con una selezione di router molto più ristretta, ma di solito funziona meglio con OpenVPN, possiede delle caratteristiche uniche (ad esempio, permette che due server VPN funzionino in simultanea) e in molti ritengono che abbia un’interfaccia più pulita rispetto a DD-WRT.

Alla fine, comunque, la scelta del firmware dipenderà dal router in tuo possesso. In ogni caso, il nostro consiglio è assicurarsi che il router sia adatto a tale attività, consultando il database di DD-WRT e/o gli elenchi di router che supportano Tomato PRIMA di avviare il processo di flashing, altrimenti correrai il gran rischio di rovinare irrimediabilmente il router.

Le VPN ideali per il tuo router VPN

Ora che hai acquisito familiarità con i vari tipi di router VPN disponibili, è il momento di parlare dei servizi di VPN con cui accoppiarli.

Scegliere la VPN giusta è importante quanto selezionare un router adeguato. Compiere una scelta ponderata ti assicura di riuscire ad attivare la protezione della VPN senza troppi problemi, ma bisogna considerare che anche la VPN stessa può avere i suoi lati negativi.

Come evitare problemi? Affidandosi al servizio di VPN adeguato allo scopo.

A prescindere dalla piattaforma, esistono alcune caratteristiche desiderabili per la tua VPN: velocità, affidabilità dei server e privacy garantita sono tutti fattori ugualmente importanti.

Dato che tutto il traffico passerà attraverso la combinazione “VPN+router”, è necessario assicurarsi che la connessione sia abbastanza veloce per le tue attività quotidiane su internet, dalla classica navigazione allo streaming HD, passando per il download e il gioco online.

Se conosci il tema del superamento dei geoblocchi sui contenuti, saprai anche quanto risulti importante la varietà dei server; dunque, per accedere ai tuoi siti di streaming e servizi preferiti, dovrai puntare a una VPN che disponga di molte sedi nel mondo.

Infine, se hai interesse per la tua privacy online (un piccolo suggerimento: dovresti), la tua VPN deve adottare una politica di no-log. Le prestazioni sono fondamentali, ma si può dire altrettanto della sicurezza, ovvero il principale motivo per cui molti cercano un servizio di VPN.

Nell’offerta di un provider di VPN, troverai utili anche certe caratteristiche appositamente destinate ai router. Queste vanno dai tutorial di configurazione approfonditi fino al firmware personalizzato, scaricabile dal sito web e utilizzabile per il flashing del router per renderlo compatibile con la VPN.

Tieni presente che non tutti i servizi di VPN garantiscono l’ideale combinazione con un router. Se hai bisogno di suggerimenti, dai un’occhiata ai seguenti provider:

1. ExpressVPN

ExpressVPN benefits

ExpressVPN è un provider leader che offre i server più veloci sul mercato. È anche rispettoso della privacy, poiché non mantiene alcun log di dati sensibili degli utenti ed è in grado di sbloccare di tutto, da Netflix USA al tuo canale di notizie locali soggetto a geo-restrizione.

Un vantaggio unico di questo servizio è la gamma delle applicazioni VPN personalizzate per diversi router Asus, Linksys e Netgear. Se si dispone del modello giusto, la configurazione sarà ancora più semplice.

In caso contrario, questa VPN rapidissima può essere configurata anche manualmente su vari router di diverse marche, grazie a degli utili tutorial passo passo.

ExpressVPN offre dei router preconfigurati, così come delle guide dettagliate di configurazione per tutti i router supportati, compresi i firmware DD-WRT e Tomato. Per saperne di più su ExpressVPN e la sua reputazione, leggi le recensioni degli utenti sul nostro sito.

Nel caso vada storto qualcosa, ExpressVPN fornisce una garanzia soddisfatti o rimborsati fino a 30 giorni e non fa domande.

Ottieni subito ExpressVPN

2. NordVPN

NordVPN Benefits Infographic

NordVPN è un altro provider premium che, per il costo che ha, offre un valore incredibile.

Questa VPN con sede a Panama dispone di oltre 5.100 server, adotta una rigida politica di no-log e una crittografia AES-256 con protocollo OpenVPN dotato di Perfect Forward Secrecy. Una sicurezza di tale livello non significa che la VPN faccia sconti in termini di velocità.

Con aggiornamenti regolari del servizio, utili guide alla configurazione su vari router e pratiche funzioni come l’accesso alle informazioni relative al carico del server, NordVPN rappresenta la scelta ideale per il tuo router VPN, per di più a un prezzo che pochi sono in grado di battere.

NordVPN fornisce delle procedure guidate approfondite per la configurazione dei router, oltre a proporre una selezione di dispositivi preconfigurati. Nella pagina dei tutorial, troverai tutte le istruzioni per i vari firmware, tra cui DD-WRT, Tomato, pfSense e OpenWRT. Per maggiori informazioni su questa VPN altamente versatile, scopri l’opinione degli utenti.

NordVPN offre 7 giorni di prova gratuita e una garanzia soddisfatti o rimborsati fino a 30 giorni, in modo da poterla testare con il router prima di investire in un piano a lungo termine.

Ottieni subito NordVPN

3. SaferVPN

safervpn-devices

SaferVPN è un’alternativa apprezzabile che offre router preconfigurati e delle guide per 20 tipi di firmware per router. Se è la prima volta che senti parlare di questa solida VPN, puoi scoprirne di più leggendo le recensioni degli utenti.

Ottieni subito SaferVPN

Conclusione

Impostare una VPN sul proprio router non dev’essere per forza un’ardua impresa, anche optando per una configurazione manuale. Con il provider giusto, riceverai tutto l’aiuto necessario per riuscirci con successo.

Ora che conosci i vantaggi e le caratteristiche dei router VPN, così come i migliori servizi di VPN con cui accoppiarli, ricordati che puoi ottenere i prezzi migliori consultando la nostra pagina per offerte e coupon. Ti auguriamo buona fortuna!

Ulteriori letture:

Le migliori VPN business

Come rendere una VPN non rilevabile e aggirare i blocchi delle VPN

I DNS leak della VPN: come rilevarli e porvi rimedio

Suggerimenti per la risoluzione dei problemi delle VPN

Ti è stato utile? Condividilo!
Condividi su Facebook
Tweetta
Aspetta! NordVPN offre il 75% di sconto sulle sue VPN!