Cos’è un VPN Kill Switch e perché dovete usarne uno

Anche se ci sono numerosi provider VPN di qualità, potrai vedere nella nostra pagina delle valutazioni che non ne esiste uno di perfetto. Uno dei fattori che i potenziali clienti o i clienti cercano è la possibilità di potenziare il servizio che hanno a disposizione con maggiore affidabilità.

Tutto questo ha un senso. Nel caso in cui la connessione dovesse cadere, il computer tornerebbe a connettersi con l’indirizzo IP pubblico fornito dal provider del servizio internet (ISP). In questo caso l’utente sarebbe esposto e la sua attività potrebbe essere facilmente tracciata.

L’aspetto più pericoloso? Senza le precauzioni adeguate l’utente potrebbe non accorgersi nemmeno dell’accaduto.

Per prevenire tale evenienza molti servizi VPN offrono un “kill switch”. In breve, un kill switch blocca la connessione ad internet appena la connessione alla rete VPN viene meno.

Perché questa opzione è importante e chi la offre? Tutti gli aspetti di questa importante sfaccettatura della sicurezza sono spiegati nelle FAQ che seguono.

Quanto affidabile è una rete VPN in generale?

Dipende dal tipo e dall’utilizzo del servizio che state usando.

VPN kill switch - vpnMentor

Le compagni che possiedono i propri server e offrono svariate dozzine di cluster possono garantire una connessione sicura quasi completamente. Per esempio, molte delle reti VPN indicate nella top 10 delle raccomandate offrono una percentuale del 99.99% di uptime:

Tuttavia, tutte le compagnie che non possiedono server o quelle che non offrono connessioni in server in diverse posizioni sono meno affidabili. C’è anche una maggiore possibilità di eventi di throttle della banda e di limiti di cambio di connessione ai server.

Quali sono le cause principali della perdita della connessione?

Una delle ragioni della crescita della popolarità delle reti VPN sta nella loro affidabilità. Tuttavia, anche le connessioni VPN possono essere soggette a problemi occasionali, comportando una certa frustrazione all’utente.

Le tre ragioni principali della perdita della connessione sono:

  1. Impostazioni firewall e/o router: se i vostri programmi firewall, antivirus o anti-spyware sono impostati in maniera scorretta possono causare delle interruzioni frequenti della connessione. Per fare una prova, disabilitate queste impostazioni e provate a connettervi. Se la connessione si stabilizza mentre le funzioni sono disabilitate, dovrete aggiungerle come eccezioni alla rete VPN, prima di avviarle nuovamente.
  2. Scelta del protocollo VPN: ExpressVPN asserisce che le connessioni sono più stabili se si utilizza un protocollo TCP invece dell’UDP di default. Quindi se la vostra connessione si dovesse rivelare instabile, fate un bel test per sapere se dovete cambiare protocollo.
  3. Potenza inadeguata del segnale/rete congestionata: visto che i servizi VPN permettono agli utenti di connettersi a server lontani, è facile pensare che le condizioni della rete Wi-Fi locale non siano importanti. Sfortunatamente, la potenza del vostro segnale Wi-Fi va ad incidere in maniera diretta sull’affidabilità della vostra connessione VPN. Un segnale con una forza troppo bassa può portare alla caduta della connessione a causa dell’eccessiva perdita di dati. In aggiunta, un utilizzo pesante della connessione internet, come quella che si verifica nei coffee shop, negli aeroporti e nelle librerie affollate, può portare all’instabilità della connessione VPN.

Quante reti VPN offrono il Kill Switch?

Negli ultimi anni, sempre più compagnie VPN hanno iniziato a offrire kill switch. Tra di esse:

  • Private Internet Access
  • HMA
  • AirVPN
  • IPVanish
  • VyprVPN
  • ExpressVPN
  • PureVPN
  • SwitchVPN

Ecco due eccezioni eccellenti: TotalVPN e Buffered non offrono la funzione kill switch.

Le funzioni Kill Switch, di solito, sono attivate automaticamente?

Non sempre. Per attivare alcuni kill switch di certi VPN, si deve andare nelle impostazioni per attivare la funzione.

Per esemprio, VyprVPN fornisce una finestra di dialogo dove è possibile personalizzare le opzioni di kill switch.

vyprvpn-kill-switch-settings

In aggiunta per attivare e disattivare la funzione, la finestra di dialogo permette all’utente di scegliere in che situazione far funzionare il kill switch. L’app offre il livello dell’applicazione (lo switch quando VyprVPN è in funzione e la connessione cade) oppure il livello di sistema (quando si è autenticati a VyprVPN ma l’applicazione non sta funzionando). L’utente può anche abilitare il blocco della LAN, che il kill switch sia attivo o meno.

La funzione kill switch di ExpressVPN, chiamata Network Lock, si attiva quando si clicca su “connect.”

Chi viene più colpito dai problemi di affidabilità della rete VPN?

Le interruzioni della connessione vanno a creare più danni a tutti gli utenti VPN che effettuano download tramite torrent.

Questi utenti stanno connessi alla rete VPN per lunghi periodi di tempo, e molti di loro potrebbero non essere davanti al computer nel momento i cui si verifica la caduta della connessione. Se il loro servizio non possiede un kill switch, o se il loro kill switch non è attivo possono essere soggetti a controllo dell’indirizzo IP, appoggiandosi alla connessione pubblica senza nemmeno rendersene conto.

Per eliminare questa eventualità, coloro che usano i torrent ricorrono a due soluzioni:

    1. Utilizzo di Vuze Bittorrent Client: questo software end-to-end mantiene delle tracce appena percettibili, non rallenta il computer e accelera il download del torrent. Nelle versioni recenti del client, Vuze può essere collegato alla connessione VPN. Questo può essere un vantaggio per se la connessione VPN non è affidabile. Anziché fare si che il sistema operativo indirizzi i pacchetti attraverso l’IP della rete pubblica, Vuze continua a provare a indirizzare questi pacchetti tramite la rete VPN. Il torrent non sarà scaricato in maniera efficace, ma almeno i pacchetti non andranno nella rete pubblica.
    2. Configurazione manuale del firewall: per tutti coloro che non vogliono affidarsi a opzioni di parti terze, si può fare il tutto da soli, impostando manualmente il firewall del sistema operativo, impostando il blocco del download quando la connessione VPN viene meno. Questa operazione viene effettuata spesso su computer con Windows. PrivateInternetAccess, per esempio, si sconnette durante il download di torrent se le impostazioni del firewall di Windows non sono configurate in modo corretto.

Ci sono altri modi per proteggersi in caso di interruzione della connessione?

Oltre ai kill switch integrati ci sono numerose opzioni di parti terze per proteggere la privacy e il vostro IP nel caso in cui l’affidabilità della rete VPN si dimostri carente. Due delle scelte più popolari sono VPNetMon e VPN Watcher.

VPNetMon interrompe le connessioni non sicure nel caso in cui la connessione VPN dovesse venire meno. Questo programma gratuito di una parte terza chiude delle specifiche applicazioni appena la connessione alla rete VPN si interrompe. Molti utenti apprezzano questo programma perché non interrompe in maniera totale la connessione ad internet, ma chiude solo i programmi selezionati che possono comunicare con l’indirizzo IP tramite una rete non sicura.

VPN Watcher è un altro popolare strumento di monitoraggio della connessione VPN. Come VPNetMon, questo programma impedisce a certe applicazioni di inviare dati alla rete se la connessione VPN viene interrotta. Il suo prezzo è di $9.95.

Sommario: la protezione della connessione VPN è di importanza vitale per la protezione dell’utente

Le reti VPN vengono usate per motivi molto diversi, ma tutti meritano la privacy. Tuttavia, se la connessione dovesse interrompersi, l’indirizzo IP sarebbe esposto e tracciabile. Ecco perché l’affidabilità della rete VPN è un problema di primaria importanza.

Per tutte le persone che sono connesse in maniera continua, per il download di torrent o per qualsiasi altro motivo, la protezione dell’identità è importante. Per questi utenti, avere a disposizione un servizio VPN che offre kill switch è cruciale.

D’altra parte, molte delle compagnie VPN attuali sanno che se con l’interruzione della connessione l’indirizzo IP dell’utente rimane scoperto si perdono clienti. Di conseguenza, offrono delle funzioni di kill switch in aggiunta all’affidabilità che si avvicina al 99.9%.

Seleziona un VPN che presenti una funzione di Kill Switch:

Ti è stato utile? Condividilo!
Aspetta! NordVPN offre il 70% di sconto sulle sue VPN!