I migliori VPN per Cuba del 2019- Scopri i VPN più veloci ed economici

A metà di ottobre, gli USA hanno messo in vigore un embargo nei confronti di Cuba, embargo che è durato per 58 anni. Le sanzioni imposte hanno reso questo paese uno dei più poveri al mondo, ma anche una delle nazioni con l’accesso alla rete più lento e limitato al mondo. L’accesso a internet era controllato dallo stato che decideva in maniera ferrea cosa i propri abitanti potessero cercare o meno in internet. Il tutto fu ulteriormente acuito dagli USA che spinsero le compagnie ed i provider internet ad applicare dei filtri su Cuba, come parte aggiuntiva dell’embargo, rendendo ancora più difficile ai cittadini l’accesso ad alcuni siti. Per coloro che si recano a Cuba in viaggio è necessario un VPN perché siti usati di frequente possono essere bloccati. Inoltre, può essere una buona idea criptare i propri dati, in modo che le autorità non leggano le tue email..

Nel 2012, prima che le sanzioni fossero in parte alleggerite, solo il 5% dei cubani era in grado di accedere alla rete dalle proprie case, mentre coloro che riuscivano ad avere ascesso in qualche altra maniera erano appena il 25%. A questo va aggiunto che Etecsa è l’unico provider internet del paese ed è una compagnia di stato. Ora riesci a farti un’idea di quanto facilmente Cuba potesse decidere i contenuti disponibili ai propri cittadini. In più, mentre siti come Facebook e Twitter sono a disposizione dei cubani, i siti di opposizione rimangono bloccati. Il governo cubano controlla l’accesso alla rete degli attivisti alla rete e ad altre forme di comunicazione. Diventare un attivista dei diritti umani a Cuba è davvero un’impresa, vista la corrente tendenza del governo di arrestare le persone in base alle loro vedute politiche.

I cubani, tuttavia, hanno trovato numerosi modi di sorpassare le restrizioni del governo, la maggior parte delle quali grazie all’utilizzo di USB, VPN, e altri metodi che il resto del mondo no ha mai dovuto mettere in moto per avere libero accesso alla rete. Coloro che erano abbastanza coraggiosi da andare contro la volontà del governo hanno deciso di costruire una loro versione di internet, chiamata ‘street net’. Questo sistema è stato costruito usando Ethernet e potenti antenne WiFi che coprivano intere città. La maggior parte delle persone usava questo tipo di internet, intranet per parlare tra loro e giocare ai videogiochi.

A questo punto sono entrati in gioco i VPN, reti private virtuali. Sono il modo più economico e flessibile, non solo per i cubani, ma anche per abitanti di altre nazioni che vogliono avere un accesso senza restrizioni alla rete. La maggior parte di questi strumenti è economica, ma alcuni chiedono un po’ di più per il loro servizio, proponendo delle funzioni apposite che non sono disponibili se si ci si affida a un provider VPN gratuito. Tuttavia, per adesso non c’è modo di sapere se i servizi VPN sono filtrati, ma come nel caso della Cina, ci sono delle maniera per scavalcare questo tipo di filtraggio.

I provider VPN della lista sono tutti disponibili e possono essere usati dai cubani per avere accesso alla rete: hanno tutti sede in altri paesi al di fuori di Cuba, rendendo l’accesso a internet finalmente libero e privato.

Ecco una lista dei migliori provider VPN per Cuba:

ExpressVPN è quello con la valutazione più alta per Cuba  e per la maggior parte del mondo. I suoi server hanno sede a Miami, mentre altri sono situati in Guatemala, Panama, Costa Rica e Venezuela, rendendolo la scelta migliore per l’utente VPN medio, alla ricerca del servizio perfetto. ExpressVPN offre ottime performance per OSX e Windows e salva registri attività. I clienti possono avere accesso anche da iOS e Android, con applicazioni che proteggono la connessione alla rete. Oltre a rendere sicuro l’accesso, viene offerta una finestra di 30 giorni, soddisfatti o rimborsati, una buona ragione per fare una prova.

ExpressVPN può sbloccare:

  • Netflix, Hulu, HBO, Amazon Prime Video, Showtime, Sling TV, DAZN e BBC iPlayer.

Supporto per Torrent:

  • Sì, tutti i server supportano le connessioni P2P.

ExpressVPN funziona su questi dispositivi:

  • Windows, macOS, Android, iOS, Android TV, Linux, Chrome e Firefox. Inoltre, offre un’app per l’utilizzo su certi router.

Con una valutazione vicina alla perfezione, NordVPn ha presso la sua posizione come uno dei provider VPN di punta, specialmente per quello che la compagnia riesce a fornire a quel prezzo. Offrono un servizio che forse è il migliore sul mercato, almeno dal punto di vista della sicurezza, con crittografia 2048-bit SSL che rende l’utilizzo delle reti WiFi pubbliche molto più sicuro. Il punto debole della compagnia è il servizio clienti, ma ora è possibile trovare una guida in inglese cliccando il pulsante ‘Help’, e in più ci sono chat live disponibili 24 ore al giorno. I clienti possono avere accesso anche a una vasta sezione di FAQ e articolo che possono fare luce sulle difficoltà e curiosità specifiche. Lo streaming video e la navigazione diventano una corsa galattica viste le performance di velocità elevate che NordVPN offre. Se desideri avere accesso a siti come Netflix USA o servizi simili, questo provider VPN rende il tutto una passeggiata.

Anche se non hanno un server a Cuba, i loro servizi sono facilmente reperibili sull’isola. I loro server, tuttavia, sono posizionati nelle nazioni del ‘Five Eyes’, tra cui gli USA. Tuttavia, NordVPN non è in possesso di questi server ma li noleggia da parti terze, e questo rende più sicuro l’utilizzo del servizio.

NordVPN può sbloccare:

  • Netflix, HBO, Hulu, Showtime, BBC iPlayer, Amazon Prime Video e Sling TV.

Supporto per Torrent:

  • Sì, con disponibilità di server specializzati per il P2P.

NordVPN funziona su questi dispositivi:

  • Windows, macOS, Android, iOS, Android TV, Linux, Chrome e Firefox. Inoltre, è compatibile con i router.

Considerazioni finali
Ci sono molti modi con cui i cubani possono finalmente godersi la rete, grazie all’alleggerimento delle sanzioni. Tuttavia, per poter accedere liberamente a tutto quello che la rete ha da offrire, a volte ci si deve affidare a VPN per trovare quello che si stava cercando. Alcune compagnie applicano dei costi al servizio, ma i cubani preferiscono affidarsi ad alternative gratuite. Questa scelta è spesso dovuta alla mancanza di possibilità di acquistare servizi in rete: il problema non sono i soldi, ma le modalità di pagamento. In aggiunta, anche se i cubani sono in possesso di carte di credito internazionali, il governo USA spesso applica delle restrizioni o blocchi, rendendo il tutto molto più complicato.

Ti è stato utile? Condividilo!
Aspetta! NordVPN offre il 75% di sconto sulle sue VPN!