Tutto ciò che devi sapere sul blocco geografico

Hai mai cercato di accedere a Hulu o a Sling TV da un paese diverso dagli Stati Uniti? Se lo hai fatto, probabilmente avrai visualizzato un messaggio simile a questo:

Sling error message

Si tratta di un blocco geografico ed è un problema che non si può fare a meno di affrontare.

Anche se non hai mai sentito nominare il blocco geografico prima d’ora, sono abbastanza sicuro che tu l’abbia riscontrato almeno una volta.

Quindi, che cos’è esattamente il blocco geografico?

In poche parole, sei soggetto a blocco geografico quando non puoi accedere a un contenuto a causa della tua posizione geografica, ma il discorso legato al geo-blocking è molto più complesso.

È abbastanza comune per produttori di contenuti limitare l’accesso a una determinata zona geografica, principalmente a causa di licenze, copyright, differenze di prezzo o con lo scopo di bloccare contenuti illegali.

Molte organizzazioni utilizzano il blocco geografico per dividere il mercato globale in categorie distinte. Le società di intrattenimento come Amazon, Netflix e Hulu forniscono contenuti diversi in base alla posizione da cui vi si accede.

Lo fanno per diversificare le offerte sui loro prodotti e aumentare il loro profitto complessivo, adattandosi ai diversi paesi piuttosto che avere un’unica politica per tutto il mondo. Ciò significa che il pubblico negli Stati Uniti può visualizzare contenuti su Netflix ma non guardare BBC iPlayer.

Come funziona il blocco geografico?

Ad ogni computer è associato un preciso indirizzo IP. Ogni volta che visiti un sito internet, l’indirizzo IP viene mandato al server ricevente in modo che sappia dove mandare tutti i pacchetti di informazioni.

Il tuo indirizzo IP ti è fornito dal tuo Internet Service Provider al momento della registrazione. È un indicatore della posizione e conoscendolo chiunque può determinare dove ti trovi.

Le emittenti lo utilizzano per stabilire se autorizzare o meno gli utenti a visualizzare i propri contenuti in base alla loro posizione. Quindi, se provi a connetterti a un servizio da un indirizzo IP che non è nella lista degli indirizzi consentiti, verrai bloccato.

Ciò si verifica anche se il servizio in questione è a pagamento. Supponiamo che tu viva in America, e pagando tu possa accedere a Netflix quando vuoi. Se vai all’estero in vacanza o per affari, non potrai accedere agli stessi contenuti che sei solito vedere.

Perché così tanti siti usano il blocco geografico?

Dividendo il mondo in zone, i produttori di Hollywood si assicurano che i film possano essere lanciati in un solo mercato alla volta. Alcuni film sono anche rivolti al pubblico locale e la suddivisione in zone aumenta l’effetto delle campagne di marketing.

Allo stesso modo, anche i siti di streaming popolari come Netflix e BBC iPlayer utilizzano il blocco geografico per limitare l’accesso ai propri contenuti in base alla posizione geografica dell’utente. È uno dei metodi più facili per soddisfare i termini delle licenze.

Il blocco geografico permette inoltre ai rivenditori online di fatturare in modo diverso nei diversi mercati in base alle regioni geografiche.

Come posso superare il blocco geografico?

La tua posizione è la base di tutti i blocchi geografici quindi se vuoi bypassarla, dovrai trovare un modo per mascherare il tuo indirizzo IP.

Uno dei modi più popolari per farlo è quello di utilizzare i server proxy. Questi fungono da intermediario per tutto il tuo traffico su Internet.

Trasmettono la tua richiesta ai server di ricezione e li ingannano mascherando completamente il tuo indirizzo IP.

Altri servizi consentono agli utenti di accedere a contenuti con restrizioni geografiche tramite una rete peer-to-peer. Indirizzano il tuo traffico attraverso altri nodi della rete utilizzando le proprie risorse inattive.

Tuttavia, anche se server proxy e servizi di rete P2P collaborativi possono aiutarti a bypassare il blocco geografico, hanno alcuni svantaggi per quanto riguarda la sicurezza.

Ma non preoccuparti, c’è un’alternativa migliore e più efficiente. Utilizzare una VPN ti permetterà di superare qualsiasi restrizione geografica. Crittografa abilmente le tue richieste e le indirizza a una rete privata assicurandoti che il tuo vero indirizzo IP non possa essere visto da nessuno.

Ecco un elenco delle nostre VPN migliori.

Superare le restrizioni sulla base della tua area geografica

Netflix

Netflix è uno dei siti di streaming più popolari e vanta oltre 100 milioni di iscritti. Recentemente, ha rivelato di avere più abbonati a livello internazionale che negli Stati Uniti.

Gli accordi di licenza attuali costringono Netflix a offrire una libreria di contenuti relativamente limitata agli utenti al di fuori degli Stati Uniti. Ad esempio, se sei un abbonato in India, non puoi vedere Family Guy. Circa il 93% dei titoli disponibili su Netflix non è disponibile in India.

Pertanto, molti utenti hanno fatto ricorso all’uso delle VPN per nascondere il loro indirizzo IP e accedere a più contenuti bypassando i blocchi geografici.

Il problema è che Netflix rileva e blocca le VPN, e attualmente solo alcune di esse sono efficaci nell’aggirare il blocco. Qui è possibile imparare come bypassare i blocchi di Netflix con una VPN.

YouTube

YouTube conta oltre 30 milioni di visitatori ogni giorno. Offre agli uploader la possibilità di applicare un blocco geografico ai propri video. Una volta, era sufficiente modificare l’URL di YouTube per aggirare le restrizioni geografiche. Sfortunatamente, questo trucco non funziona più.

Utilizzare una VPN affidabile rimane uno dei modi migliori per aggirare queste restrizioni.

BBC iPlayer

BBC iPlayer è un servizio di streaming, radio e televisione su Internet prodotto dalla British Broadcasting Corporation ed è disponibile solo per i residenti nel Regno Unito. Tuttavia, anche se hai la residenza britannica, non puoi accedere al contenuto quando viaggi all’estero.

Le VPN ti consentono di usufruire dei contenuti in streaming indipendentemente dalla tua posizione. Oltre 60 milioni di persone al di fuori del Regno Unito vi accedono gratuitamente usando VPN o server proxy.

Solo in Cina sono presenti circa 38,5 milioni di utenti, mentre il resto del traffico proviene principalmente da paesi come Stati Uniti, Australia, Irlanda, India, Brasile, Francia e Germania. Ecco le 5 VPN migliori per BBC iPlayer che funzionano davvero.

Anche se ci sono delle valide giustificazioni dietro le restrizioni geografiche, dal punto di vista dell’utente non è giusto che vengano applicate. Se stai pagando la quota di iscrizione completa, dovresti poter vedere tutti i contenuti ovunque tu sia.

Le VPN ti consentono di nascondere il tuo indirizzo IP e impediscono ad altri di tracciare la tua posizione. Inoltre, aumenteranno la sicurezza del tuo dispositivo crittografando il tuo traffico e indirizzandolo su una rete privata.

Netflix e altri servizi hanno provato a bloccarli, ma i servizi VPN sono costantemente alla ricerca di modi nuovi ed efficaci per aggirare i blocchi.

Vuoi saperne di più? Scopri come guardare Sling TV senza una carta di credito americana e come saperne di più sulle VPN migliori per lo streaming.

Ti è stato utile? Condividilo!
Condividi su Facebook
Tweetta
Offerta di novembre 2018

DA NON PERDERE!

Un'ottima offerta per novembre in corso adesso!

$ 11.95
$ 2.99
/mese
Clicca qui per risparmiare il 75%

Limited time deal

No, grazie