Quale protocollo VPN dovrei utilizzare?

Le VPN (Virtual Private Networks) sono una soluzione preziosa per risolvere un problema importante: preservare il tuo anonimato e la tua sicurezza mentre sei su Internet. I ficcanaso presenti tra i milioni di utenti delle VPN sono probabilmente più interessati non solo a ottenere una VPN, ma a saperne di più sui pro e i contro. Questo articolo è indirizzato a coloro che desiderano avere un’idea migliore dei protocolli VPN, così come a quali mirare e scegliere.

Abbiamo già fornito una spiegazione approfondita dei vari protocolli VPN, insieme ai pro e ai contro. Se desideri conoscerli nel dettaglio, dai uno sguardo. Questo articolo fornirà informazioni più precise per coloro che desiderano una risposta rapida e semplice sul miglior protocollo VPN.

Le basi dei protocolli

Nel caso in cui parti da zero, un protocollo VPN è il pane quotidiano di ogni servizio di VPN. Sono la colonna portante composta da protocolli di trasmissione e standard di crittografia che ti consentono un accesso rapido e sicuro ai server delle VPN e viceversa. Esistono cinque protocolli VPN principali: OpenVPNPPTPL2TP/IPSecIKEv2, e SSTPCol trascorrere del tempo, i vantaggi di alcuni servizi li hanno posti in prima linea, mentre le falle di altri li hanno contrassegnati come servizi da evitare. Tuttavia, esistono dei casi in cui un protocollo può essere superiore agli altri. Ecco un rapido riepilogo:

  • OpenVPNdovrebbe essere il protocollo cui rivolgersi. È l’opzione più versatile, che offre un equilibrio perfetto tra velocità, sicurezza e affidabilità, infatti la maggior parte dei servizi di VPN la utilizzano di default.
  • IKEv2 è ottimo per i dispositivi mobili dovuto alla sua capacità di ricollegarsi automaticamente in caso di perdita di connessione a Internet (ad esempio attraversa un valico o passa attraverso un tunnel). La velocità è un gran vantaggio per questo protocollo, ma va a scapito delle piattaforme limitate e di una procedura di configurazione ardua.
  • L2TP/IPSecè un’alternativa decente se, per qualche motivo, non puoi utilizzare OpenVPN. L’esempio ideale di un tuttofare, ma esperto in nulla, questo protocollo è una scelta solida per fini non critici.
  • SSTPpuò dimostrare di essere tutto ciò che serve per quanto riguarda i protocolli VPN, a patto che stai utilizzando Windows. Come parte del sistema operativo, è completamente integrato, semplice da utilizzare e gode dell’assistenza Microsoft. Tuttavia, l’impostazione di un protocollo SSTP su altre piattaforme, è estremamente difficile, se non impossibile. Il fatto che la tecnologia sia di proprietà della Microsoft potrebbe anche essere un problema per qualcuno.
  • PPTP – Cerca di non utilizzare questo protocollo a meno che non sia costretto. È il protocollo più datato e il tempo non è stato minimamente gentile. Malgrado la sua velocità decente, la sicurezza è praticamente non esistente. Se ci tieni alla tua privacy, evita questo protocollo VPN.

Dettagli del protocollo

Ecco gli aspetti più importanti di ogni protocollo VPN:

OpenVPN

  • Protocollo open-source relativamente nuovo, considerato come lo “standard d’oro” grazie alla sua affidabilità.
  • Estremamente popolare con servizi indipendenti, nessun supporto nativo su alcuna piattaforma.
  • Supporta un’ampia gamma di algoritmi, garantendo il miglior livello di sicurezza.
  • Uno dei protocolli disponibili più rapidi, la velocità dipende dal livello di crittografia, ma gli utenti normali, nella maggior parte dei casi, non vogliono sentirsi ostacolati.
  • La configurazione può sembrare a prima vista complessa, ma ogni servizio di VPN meritevole prevede una procedura automatizzata che richiede un input minimo dell’utente.

IKEv2 (Internet Key Exchange v2)

  • Protocollo di tunneling basato su IPsec, sviluppato da Microsoft e Cisco.
  • Stabile e sicuro grazie alla capacità di riconnessione e supporto per una varietà di algoritmi.
  • Valido nell’ambito della velocità. È relativamente più veloce di L2TP, SSTP, e PPTP.
  • Supporta dispositivi Blackberry ma, a parte questo, disponibilità limitata sulle piattaforme
  • Tecnologia di proprietà, quindi l’opinione dipende dalle considerazioni generali su Microsoft; tuttavia esistono delle versioni open source identiche.

L2TP (Layer 2 Tunneling Protocol)

  • Proviene dall’L2F di Cisco e dal PPTP di Microsoft.
  • Non offre alcuna sicurezza, motivo per cui è solitamente abbinato a IPSec.
  • Integrato su tutti i moderni sistemi operativi/dispositivi compatibili VPN.
  • Un protocollo decente completo, ma delle perdite recenti puntano in questa direzione per la compromissione da parte del NSA.
  • Non offre alcun vantaggio reale se confrontato con OpenVPN.

SSTP (Secure Socket Tunneling Protocol)

  • Inizialmente introdotto su Windows Vista SP1 da parte di Microsoft.
  • Completamente integrato su Windows – altre piattaforme potrebbero non essere in grado di utilizzarlo.
  • Bypassa con facilità la maggior parte di firewall.
  • In qualità di tecnologia della Microsoft, offre poche garanzie su dove vanno i tuoi dati.
  • Rapido e relativamente sicuro, ma la sua vulnerabilità lo rende uno dei protocolli meno appetibili.

PPTP (Point-to-Point Tunneling Protocol)

  • Il primo protocollo VPN supportato da Windows.
  • Supportato da qualsiasi dispositivo abilitato per VPN.
  • Molto veloce grazie allo standard di crittografia più basso.
  • Estremamente insicuro– noto per essere facilmente violato dal NSA per un lungo periodo;
  • Malgrado il patching Microsoft PPTP, consigliano comunque di utilizzare altri protocolli come SSTP o L2TP/IPSec.

Conclusioni

In sintesi, per un uso quotidiano non critico non puoi sbagliare con OpenVPN, L2TP/IPsec o IKEv2. SSTP potrebbe funzionare anche per te (se usi Windows), ma saremmo cauti a utilizzarlo per i suoi potenziali exploit. Lo stesso dicasi per L2TP e IKEv2, la verità è che, in merito, questi protocolli sono forti tanto quanto la tua fede in Microsoft. Anche se sei un devoto di Microsoft, tratta PPTP come ultima risorsa; non ha certamente una buona capacità di proteggere la tua privacy.

L’unico modo per garantirti completamente la tua sicurezza è scegliere un protocollo che abbia una reputazione di vecchia data per la sua mancanza di punti deboli noti. OpenVPN è al momento l’unica opzione che si adatta a questa categoria. È inoltre tra i pochi protocolli sicuri disponibili su una varietà di piattaforme.

Data l’importanza, sapere qual è il miglior protocollo VPN non importa se non si sceglie un servizio che lo supporta. Pertanto, abbiamo compilato un elenco delle VPN migliori disponibili sul mercato, ognuna di loro ha OpenVPN e altri protocolli veloci e sicuri completamente integrati nei loro servizi, insieme a delle procedure di configurazione semplici per una VPN snella che soddisfi le tue aspettative. Dai un’occhiata:

Ti è stato utile? Condividilo!
Condividi su Facebook
0
Tweetta
0
Condividi se pensi che Google non sappia abbastanza di te
0