Pagamenti anonimi: come fare, pro e contro

In un mondo di personaggi che cercano di accalappiare i dati e pirati informatici, trovare un modo per poter pagare in maniera anonima in rete è un must. In questo modo diventa possibile nascondere le informazioni personali, minimizzare il quantitativo di dati condivisi con le compagnie e, più importante, proteggerci contro la frode. Non è così facile districarsi nel mondo dei pagamenti anonimi. Ci sono dei dai lati positivi e dei lati negativi nell’utilizzo di queste tecnologie. Alcuni sono rapidi e facili da usare, mentre altri sono legati aspecifiche posizioni ed è impossibile uscirne con il denaro. Vogliamo essere certi che tu sappia per bene in cosa stai entrando, anche se in maniera possibilmente anonima.

Mettiti gli occhiali da sole e i cappello e goditi la scampagnata in questi servizi e il loro relativo anonimato.

1. Masked Card:

image1

Pro:

Il servizio di carta di credito gratuita creato da Abine.com, è completamente legale e permette di effettuare acquisti in rete con un nome fittizio. L’aspetto positivo di questo servizio è che la carta non può mai essere ricaricata in maniera automatica, così come avviene per le altre carte di credito, senza la tua approvazione.

Sarà sufficiente iscriversi per avere la carta di credito online e usarla per acquistare in rete e, in alcuni casi, in negozi, dando al commerciante gli estremi della stessa. Funziona come una SIM card, nella quale aggiungi il denaro e poi lo usi.

Con il mascheramento, tutte le informazioni rilevanti su di te, compresso,l’indirizzo, sono mascherate dal servizio, compreso il modo in cui le transizioni sono mostrate al provider della carta di credito.

“Le Masked card sono utili perché non lasciano traccia dei veri dati della carta di credito su tutti quei database nel momento in cui si acquista online”, dice il co-fondatore e CEO di Abine CEO, Rob Shavell. “Il principio di sicurezza che sta alla base del metodo è semplice: gli hacker non possono rubare quello che non si trova“.

Contro:

Per prima cosa ci sono dei limiti legati a queste carte. Masked card, in genere non permette di spendere più di 500$. Un altro punto a sfavore è l’impossibilità di utilizzo per pagamenti ricorrenti, come l’abbonamento della palestra. Infine, Masked card può portare un po’ di confusione. Immagina di un nome falso per una cosa e un altro falso nome per un’altra. Diventerebbe tutto molto complicato.

Come agire:

Usa Masked card per acquisti semplici, non superiori ai 500$ e che non richiedono pagamenti mensili, come le bollette del telefono o le iscrizioni.

2. Carte prepagate:

image2Pro:

Puoi accedere a una carta prepagata praticamente ovunque, specialmente nelle tabaccherie e nei supermercati. Tutto quello che devi fare è tirare fuori il contante e la carta è tua. Puoi acquistarle anche in rete, ma devi dare i tuoi dati alla compagnia dalla quale la stai acquistando. Il bello di queste carte è che sono del tutto irrintracciabili.

Contro:

Anche se sembra facile riuscire ad avere una carta prepagata, ci sono alcuni ostacoli da considerare. La maggior parte delle carte prepagate, a differenza delle Masked card che hanno un limite massimo, ha un limite minimo di 20$. Anche se riesci a trovare qualcosa a meno, solitamente ti chiedono nome, email e indirizzo, distruggendo l’intero aspetto dell’anonimato. Inoltre, se cerchi di acquistarle in rete dovrai inserire le tue informazioni per intero.
Cosa fare:

Pensa cosa fai quando compri una carta prepagata: fondamentalmente si usa per fare un regalo.

Quindi, se decidi di acquistare una carta prepagata, dovresti usarla come una carta regalo, come un’opzione singola di pagamento anonimo.
3. Bitcoin:

image3Pro:

Immagina di poter comprare, vendere, investire ogni bene e servizio grazie a una valuta completamente nuova.

Ultimamente, la scelta più popolare sul mercato sono i Bitcoin, la valuta che si è autodefinita “una innovativa rete di pagamento e una nuova tipologia di moneta”.

“Utilizza la tecnologia peer-to-peer per agire senza un’autorità centrale o una banca, gestendo le transazioni di Bitcoin direttamente e collettivamente attraverso la rete”.

Tornando al tema di questo articolo, è possibile inviare e ricevere Bitcoin senza fornire alcuna informazione e le transizioni non sono legate all’identità dell’utente.

Sembra quasi un mondo ideale e attualmente lo è, almeno in parte.

Contro:

Gli indirizzi Bitcoin possono essere collegati a identità reali, se queste identità reali sono connesse agli indirizzi Bitcoin in qualche modo. Questo accade quando si fanno delle donazioni, si usa il proprio indirizzo reale o si invia denaro a qualcun altro usando il proprio indirizzo.

Forse, la sfida più grande con i Bitcoin sta nella totale e completa trasparenza e tracciabilità. Questo, sfortunatamente, permette agli indirizzi Bitcoin di essere messi insieme e associati allo stesso utente.

Hmm, non sono così anonimi dopotutto.

Come usarli:

Questo articolo mostra, in maniera molto semplice il mercato e come acquistare dei Bitcoin in maniera anonima.
Gli altri:

Ovviamente ci sono numerosi altri servizi che permettono di pagare in maniera anonima per beni e servizi. Tra questi abbiamo Litecoin, Ripple, OpenCoin, MintChip e Linden Dollars. Ognuno di questi servizi ha dei punti di forza e di debolezza.

Il nostro consiglio nel selezionare uno di questi servizi:

Concentrati bene su quello che stai cercando dal servizio in questione. Con questo in mente, riuscirai a fare la scelta giusta per te.

Ti potrebbero interessare anche:

Ti è stato utile? Condividilo!