Siamo nel 2019. Google cosa sa VERAMENTE di te?

what does google knows about you

“Solo perché sei paranoico, non significa che non ti stiano addosso.”
― Joseph Heller

Google vorrebbe farti credere di essere un affabile fratello maggiore che veglia sempre su tutti noi. Rispondono alle tue domande, ti aiutano. Ti fanno sentire a tuo agio, e quando siamo a nostro agio ci apriamo, condividiamo.

Ma alla fine quanto ne sanno sul nostro conto? Quanto ci si può fidare del loro giudizio su quel che sia meglio per noi?

Inoltre, cosa succede quando cerchi un po’ di privacy per fare le cose a modo tuo? Proveranno a manipolarti usando ciò che conoscono di te? Comunicheranno ad altri quel che sanno?

Puoi andare sul loro sito e leggerti tutta l’informativa sulla privacy, ma noi l’abbiamo scomposta qui per te, in modo da farti capire che cosa sa Google, perché vuole saperlo e cosa puoi fare TU per FERMARLO.

Indice:

6 cose che Google sa di te
Come fa Google a raccogliere queste informazioni?
Perché Google vuole le tue informazioni?
Cosa può comportare tutto questo per te?
In che modo puoi proteggere la tua privacy?
Come scaricare una copia di backup dei tuoi dati da Google
Come cancellare i cookie su Google Chrome
Come disattivare Google Analytics
Come modificare le tue impostazioni di privacy su Google
Come cancellare la cronologia di Google
Conclusione

6 cose che Google sa di te

1. Chi sei tu? Come sei? Come stai? In cosa credi?

A parte le informazioni di base che Google molto probabilmente conosce di te (nome, sesso, data di nascita, lingua ecc.), usano le tecnologie più avanzate per assicurarsi di sapere esattamente che cosa ti renda, beh… TE STESSO.

Conoscono il tuo aspetto, grazie a un riconoscimento facciale in continuo miglioramento e ai tag su Google Foto.

Conoscono la tua voce, grazie alla registrazione vocale utilizzata nei loro prodotti o in applicazioni di terze parti a cui hai concesso i permessi. Se vai alla sezione Le mie attività sul loro sito, è possibile anche visualizzare e ascoltare tutta la cronologia delle tue registrazioni.

Conoscono le tue convinzioni. Tenendo traccia della cronologia delle tue ricerche, Google può costruire un profilo intorno alle tue credenze spirituali, alle tue convinzioni politiche e persino anticipare le tue intenzioni di voto.

Conoscono quanto sei in salute. Di recente, hai forse cercato di farti un’auto-diagnosi? Hai cercato il medico o la farmacia più vicini? O magari volevi provare un rimedio casalingo? Se pensi che ti stai ammalando, Google probabilmente la pensa allo stesso modo. Tuttavia, se utilizzi Google Fit, allora non è che lo pensa: Google lo sa. Sei tu che glielo comunichi, quindi è chiaro che lo sanno.

2. Posizione, Posizione, Posizione

icon_Location

Se sei come me, probabilmente porti il telefono ovunque vai. Lo sincronizzi con altri dispositivi e, come minimo, è probabile che non sia l’unico tuo dispositivo connesso a internet.

Il problema è che quando ti connetti tramite Wi-Fi, GPS o reti mobili, Google è in grado di tracciare la tua posizione e di monitorare quanto rimani connesso in ciascun luogo, pertanto sanno dove vai, dove sei stato e per quanto tempo ci sei rimasto.

Quel che più spaventa del fatto che Google conosca le tue abitudini di movimento è che possono facilmente capire dove vivi e dove lavori.

Se pensi di poter evitare tutto questo abbandonando Google Maps a favore del suo principale concorrente, Waze, ripensaci. Infatti, Google ha acquisito Waze ed è in possesso dei dati di entrambi i servizi. Pertanto, si tratta solo di diversi canali che conducono al medesimo bacino contenente le tue informazioni.

3. Tieni i tuoi amici vicino…

icon_Communication

Se questa la consideri una lotta fra te e la macchina, pensaci bene. La profilazione è un gioco di squadra: tu sei sotto osservazione; i tuoi amici sono sotto osservazione; sfruttano i tuoi amici per tenerti gli occhi addosso.

Se vogliono sapere con chi parli, possono guardare i tuoi contatti su Gmail, su Google Hangouts e sui dispositivi Android, fra cui nomi, e-mail e numeri di telefono, arrivando persino a vedere con chi parli di più.

Se vogliono sapere quando e dove incontri certe persone, Google Calendar ha la risposta. Altrimenti, se vuoi rendere loro le cose più facili, ti basta scattare una bella foto e taggarti insieme al tuo amico indicando pure il luogo.

Sanno cosa stai dicendo. Fino al 2017, Google scansionava automaticamente le e-mail personali degli utenti per generare suggerimenti di siti web e pubblicità targettizzata. In seguito, è stato annunciato che avrebbero smesso di leggere le e-mail al fine di creare annunci mirati.

Oltretutto, Google analizza anche le e-mail di coloro che non sono suoi utenti e che inviano messaggi a qualcuno con un account Gmail. Si tratta di persone che non sono neanche iscritte a Gmail. Da parte di Google, non è mai giunta alcuna conferma circa la durata di conservazione di tali informazioni, né sulle modalità del loro utilizzo.

Tutto questo non si limita soltanto al testo delle e-mail, ma possono vedere anche i video e le foto che invii.

Google sostiene che ciò non accade più, eccetto in alcune occasioni, e che il pericolo deriva da applicazioni di terze parti a cui l’utente ha concesso il permesso.

Come se non bastasse, se usi Drive, Google sa esattamente che genere di informazioni possiedi, e se sospettano che tu abbia “contenuti inappropriati”, possono impedirti l’accesso ai tuoi file personali su Google Drive.

4. I tuoi pulsanti Mi piace/Non mi piace

icon_Likes

Ogni volta che cerchi qualcosa di specifico tramite Google, l’algoritmo impara.

Ogni volta che guardi un certo video su YouTube, l’algoritmo impara.

Ogni volta che selezioni o nascondi un annuncio, l’algoritmo impara.

Ogni volta che acquisti qualcosa online, se Google rientra in tale processo, l’algoritmo impara.

Impara fino a sapere esattamente cosa ti piace e cosa non ti piace… e poi impara ancora un altro po’.

5. Il tuo futuro è nelle loro mani

Stai pensando di andare a una festa o a un ristorante? Hai intenzione di vedere un film o un concerto? Pensi di fare un viaggio o visitare un luogo turistico? Intendi studiare o imparare una nuova lingua? Mediti di trasferirti in un’altra città? Stai pensando di comprare un’auto o una casa? Ti stai preparando per un’operazione chirurgica? State pensando di avere un bambino? Stai facendo qualche piano di qualunque genere per la tua vita?

Hai cercato una qualsiasi di queste cose su Google o YouTube?

In tal caso, Google è al tuo fianco, a fare programmi insieme a te. Ora un po’ di pubblicità su misura per me, grazie.

6. Una ragnatela appiccicosa

Se Google è il ragno, Google Chrome è la sua ragnatela.

Google Chrome registra ogni cosa che hai cercato su Google, tutti i siti web che hai visitato e i tuoi preferiti, ogni video di YouTube che hai guardato, ogni annuncio su cui hai cliccato, persino quante password il tuo fedele browser inserisce automaticamente per te.

Fra le abitudini registrate su Google Chrome è presente:

  • Tutto ciò che hai cercato su Google o YouTube.
  • La cronologia di YouTube.
  • Quante ricerche hai effettuato su Google questo mese.
  • Ogni sito web su cui hai mai cliccato.
  • Ogni URL tu abbia mai inserito nella barra degli indirizzi.
  • Ciascun sito che hai mai contrassegnato come preferito.
  • Ogni scheda di Google Chrome aperta su ogni tuo dispositivo.
  • Quante conversazioni hai avuto su Gmail.
  • Le applicazioni scaricate da Chrome Web Store e Google Play.
  • Le estensioni attive sul tuo browser Chrome.
  • Le impostazioni per la navigazione con Chrome.
  • Tutte le e-mail, gli indirizzi fisici e i numeri di telefono che hai impostato per l’inserimento automatico su Chrome.
  • Tutti i nomi utente e le password che hai richiesto di salvare a Chrome.
  • Tutti i siti per cui hai detto a Chrome di NON salvare la password.

Come fa Google a raccogliere queste informazioni?

Tutte queste informazioni sono raccolte attraverso i siti web e le app di Google che la maggior parte di noi utilizza ogni giorno.

What Does Google Know About You - Infographic

Perché Google vuole le tue informazioni?

Ebbene, la loro risposta (ben lungi dall’essere una vera e propria risposta) è che servono a fornire un’esperienza d’uso di Google “più veloce, più intelligente e più utile”.

what does google knows about you (1)

Vogliono registrare il maggior numero di dati possibile poiché sostengono che più informazioni hanno sul tuo conto, meglio potranno soddisfare le tue esigenze personali e migliorare la tua esperienza online, oltre ad incrementare la sicurezza di tutti gli utenti.

Google utilizza i tuoi dati anche per:

  • I video consigliati su YouTube.
  • Offrire una migliore reattività di Google Maps.
  • Un semplice e rapido accesso ad informazioni personalizzate quando utilizzi il motore di ricerca di Google.
  • Una maggiore produttività quando usi l’Assistente Google.
  • L’utilizzo delle funzioni di completamento automatico del motore di ricerca.
  • Abilitare la compilazione automatica dei moduli al posto tuo su Chrome.

Cosa può comportare tutto questo per te?

La tua identità in mano agli hacker!

Se i tuoi dati, archiviati da Google, vengono hackerati, possono poi essere utilizzati in modi ancora più oscuri.

(Peggio della pubblicità? Eh già!)

Anche se le grandi aziende come Google e Facebook cercano sempre di stare un passo avanti ai criminali del web, la sicurezza della rete è stata più e più volte compromessa. Considerando tutti i dati che Google memorizza, se cadono in mani sbagliate, non si può sapere in che modo creativo tali loschi individui potrebbero usare le tue informazioni contro di te.

Lì, sullo schermo, c’è la tua casa!

Google Street View piazza la tua casa sulla mappa, così, alla vista di tutti, per non parlare della violazione dello spazio personale di altre persone, a loro insaputa o senza il loro permesso. Ad un certo punto, il sistema ha persino raccolto i dati delle reti Wi-Fi non protette della gente, ma l’azienda ha dichiarato di aver risolto il problema non appena venutane a conoscenza.

L’inquietudine continua, con l’assistente personale Google Home. Questo nuovo sviluppo tecnologico permette a Google di sapere quando accendi e spegni le luci di casa, quando ne regoli la temperatura, quando controlli ordini e liste della spesa, imposti sveglie o guardi i tuoi prossimi impegni. Ciascuna operazione genera il proprio log, a disposizione di Google e dei suoi inserzionisti.

Eliminato, ma non del tutto.

Eliminare. Verbo. Significa rimuovere, cancellare.

A Google manca questa informazione, dato che conserva le tue e-mail fino a 60 giorni, senza escludere la possibilità che alcune rimangano nei loro sistemi di backup anche più a lungo.

Una pioggia di annunci!

Ti sei mai chiesto come fanno questi inserzionisti ad essere così precisi tanto spesso? Ah, il profitto dei profili… Quando sanno abbastanza sul tuo conto, possono rendere la tua intera esperienza di navigazione come un continuo impulso all’acquisto. Questo può risultare particolarmente efficace con i più giovani, i quali non sempre capiscono le modalità con cui la pubblicità si rivolge loro.

E tanto per restare in argomento…

In tre si è già troppi.

Anche se potrebbe non essere Google a vendere i tuoi dati personali agli inserzionisti, le applicazioni di terze parti a cui hai dato l’autorizzazione sì che potrebbero.

Se un’app è gratuita, è probabile che venda i tuoi dati alle agenzie pubblicitarie, in quanto, a parte gli acquisti in-app (come “elimina gli ad”), la generazione di ricavi dalla vendita di dati e dalla pubblicità in-app rappresentano le forme di guadagno più redditizie per le applicazioni gratuite.

Uno per tutti?

Non tutti i prodotti di Google includono il brand “Google”. Utilizzando altri prodotti, potresti pensare di evitare il rastrellamento dei tuoi dati da parte di Google, ma devi sapere che il gigante di Mountain View acquisisce molte aziende senza mai apporre il suo inconfondibile marchio. Fra queste, YouTube, Blogger e Waze, ma ce ne sono molte altre.

Come se non bastasse, alcuni di questi servizi nemmeno ti permettono di sapere che sei soggetto a tracciamento da parte di Google, quindi potrebbe essere che stai fornendo più informazioni di quel che pensi.

In che modo puoi proteggere la tua privacy?

A questo punto, quindi, potresti sentirti un po’ frustrato, ma non farti prendere dall’ansia. Esistono alcuni modi per proteggersi dai software di raccolta dati avidi di informazioni.

Prima le cose più importanti

Se vuoi sapere esattamente cosa hai fatto secondo loro, accedi a Google, vai su Le mie attività e guarda tu stesso.

Una volta che ti riprendi dallo shock, segui questi semplici passaggi per scaricare una copia di backup dei tuoi dati. Dopotutto, è roba tua.

Come scaricare una copia di backup dei tuoi dati da Google

 

  1. Vai su Google Takeout.
    what does google knows about you (2)
  2. Assicurati di selezionare tutto, a meno che non desideri dei dati in particolare. In tal caso, è possibile scorrere verso il basso e selezionarli manualmente, quindi fare clic su Avanti.
    what does google knows about you (3)
  3. Scegli il tipo di file e la dimensione dell’archivio. Consigliamo il comune formato.zip e una grandezza massima di 50GB per ogni file, in modo da assicurarti che i tuoi dati siano facilmente accessibili e non vengano suddivisi su più file.
  4. Scegli il metodo di recapito. Noi abbiamo scelto di ricevere il link per il download via e-mail, ma è possibile anche aggiungerlo a Google Drive, Dropbox, Microsoft OneDrive o Box.
    what does google knows about you (4)
  5. Fai clic su Crea Archivio.

A seconda della quantità di tuoi dati memorizzati da Google, il processo di creazione può richiedere da poche ore fino a qualche giorno.

Preparati, perché molto probabilmente ci saranno un bel po’ di contenuti da sfogliare.

Il mostro dei cookie

I cookie sono piccole quantità di dati che si utilizzano per tracciare le tue visite e la tua attività su un sito web. Ti consigliamo di svuotare i cookie del tuo browser ogni poche settimane, perché se molti possono essere per lo più innocui, altri potrebbero contenere le tue informazioni personali.

Come cancellare i cookie su Google Chrome

  1. Fai clic sul pulsante con i tre punti nell’angolo in alto a destra della finestra del browser.
    what does google knows about you (5)
  2. Clicca su Impostazioni.
    what does google knows about you (6)
  3. Scorri fino in fondo e fai clic su Avanzate.
    what does google knows about you (7)
  4. Qui, scorri fino al fondo della sezione Privacy e sicurezza e clicca su Cancella dati di navigazione. Se vuoi cancellare soltanto i cookie, spunta solo la casella Cookie e altri dati dei siti. Deseleziona le altre caselle, se non desideri perdere gli altri dati salvati.
    what does google knows about you (8)
  5. Seleziona l’Intervallo di tempo per decidere quanto andare indietro nel tempo per eliminare
    what does google knows about you (9)
  6. Fai clic su Cancella dati.

Disattivazione e disconnessione

Se non vuoi che Google tenga traccia della tua attività online personale, la cosa migliore è disconnetterti dal tuo account Google e disattivare Google Analytics. Il problema è che il tracciamento non riguarda soltanto il browser o un sito web. Molti plug-in, componenti aggiuntivi ed estensioni per browser tengono traccia delle tue informazioni e potrebbero rivelare la tua identità e posizione.

Google consente di disattivare Google Analytics utilizzando un apposito add-on per browser.

Come disattivare Google Analytics

  1. Cerca su Google “opt out Google Analytics” e clicca sul primo link.
    what does google knows about you (10)
  2. Seleziona la tua lingua e clicca sull’apposito pulsante per scaricare il componente aggiuntivo
    what does google knows about you (11)
  3. Dopo aver letto le condizioni del servizio, fai clic su Accetta e installa.
    what does google knows about you (12)

Mantenere le cose private

Anche se questo non ti proteggerà da altri siti web, l’utilizzo della Navigazione in Incognito di Google impedirà il tracciamento della tua cronologia di navigazione e di ricerca.

Puoi decidere quante informazioni sei disposto a condividere regolando le impostazioni sulla privacy.

Puoi disabilitare la segnalazione della posizione fra tutti i tuoi dispositivi per impedire a Google di tracciare la tua posizione. Detto questo, i tuoi dati di localizzazione potrebbero comunque risultare compromessi dall’utilizzo di Google Maps o Waze per le indicazioni stradali.

Dopo aver installato nuove app e giochi, assicurati di negare i permessi e l’accesso quando chiedono di poter leggere determinati file e dati.

Sei preoccupato per le tue e-mail? Cripta le tue e-mail utilizzando un apposito strumento di crittografia, così che solo tu potrai accedervi. Questo risulta particolarmente utile quando devi inviare informazioni sensibili, come password o coordinate bancarie.

Vuoi eliminare le tentazioni? Rimuovi gli annunci mirati disattivando la pubblicità basata sui tuoi interessi.

Come modificare le tue impostazioni di privacy su Google

  1. Accedi a Google e vai su Account.
  2. Per iniziare, esegui un Controllo di sicurezza e un Controllo della privacy.
  3. Selezionando Controllo sicurezza, potrai vedere se c’è qualche problema con le tue attuali impostazioni di sicurezza su tutti i tuoi dispositivi connessi, i relativi eventi recenti, i tuoi metodi di verifica e l’accesso di terze parti.
  4. Eseguendo Controllo privacy potrai riesaminare e modificare le tue impostazioni sulla privacy.
  5. Sarai in grado di gestire i controlli sulle tue attività, come le Attività web e app:
  6. Cronologia delle posizioni e Informazioni del dispositivo:
  7. Attività vocale e audio:
  8. Cronologia delle ricerche di YouTube e visualizzazioni:
  9. Clicca su Avanti per passare a Gestisci i contenuti condivisi su YouTube.
  10. Clicca su Avanti per passare a Gestisci le impostazioni di Google Foto.
  11. Clicca su Avanti e Scegli quali informazioni del profilo Google+ desideri condividere con altri utenti.
  12. Fai clic su Avanti e gestisci le impostazioni degli annunci.

Addio Google

Se per te questo è troppo e ti senti come tradito da un partner di lunga data, forse è giunto il momento di separarsi.

Come cancellare la cronologia di Google

  1. Per prima cosa, accedi al tuo account Google, quindi cancella la cronologia del tuo browser Google Chrome: come per la rimozione dei cookie, clicca sul pulsante con i tre punti nell’angolo in alto a destra della finestra del browser.
  2. Fai clic su Impostazioni.
  3. Scorri fino in fondo e fai clic su Avanzate.
  4. Qui, scorri fino al fondo della sezione Privacy e sicurezza e clicca su Cancella dati di navigazione.
  5. Se desideri eliminare soltanto la cronologia, seleziona solo la casella Cronologia di navigazione. Deseleziona le altre caselle, se non desideri perdere gli altri dati salvati.
  6. Seleziona l’Intervallo di tempo per decidere quanto andare indietro nel tempo per eliminare i dati.
  7. Infine, clicca su Cancella dati.
  8. Ora vorrai eliminare la cronologia delle ricerche effettuate con Google: vai su Account > Le mie attività.
  9. Clicca sul menu dei tre punti in alto e seleziona Elimina attività per.
  10. Scegli Elimina per data e seleziona Sempre.
  11. Concludi facendo clic su Elimina.
  12. Cancella tutti i tuoi account Google ed evita tutti i prodotti di Google, incluse le loro tanto pratiche applicazioni come Gmail, Google Maps, Google Drive, così come tutti i dispositivi Android.
  13. Dunque, ora… cosa uso?

  14. Ok, sappiamo che sembra difficile rinunciare a un’azienda che si è integrata così profondamente nella tua esperienza online, ma per fortuna esistono prodotti alternativi e motori di ricerca rispettosi della privacy.

Ma la cosa MIGLIORE che puoi fare è…

Alla fine della tua giornata, che utilizzi Google o un’alternativa, le tue impronte digitali online possono sempre ricondurre fino all’indirizzo IP del tuo dispositivo. L’autentico anonimato si ottiene soltanto nascondendo il proprio IP, e il modo migliore per farlo è utilizzare una VPN (Virtual Private Network).

Qual è la VPN migliore?

Al momento, c’è una VPN che si distingue nettamente dalle tante esistenti, NordVPN. Ma non prendere le nostre parole per oro colato: leggi da te ciò che dicono degli utenti reali del servizio. NordVPN incarna attualmente gli standard più elevati di ciò che dovrebbe offrire una VPN: velocità, sicurezza, affidabilità, convenienza. Ha tutto.

Inoltre, NordVPN può bypassare agevolmente i geoblocchi, consentendoti l’accesso a siti web oscurati e a contenuti in streaming da ogni angolo del pianeta (fra cui Netflix, BBC iPlayer, Hulu e così via), il tutto mantenendo la tua connessione privata e al sicuro dagli hacker, dal tuo fornitore di servizi internet e dal nostro grande fratello preferito… Google.

Al momento, il loro servizio è offerto con una prova gratuita di 7 giorni e una garanzia di 30 giorni soddisfatti e rimborsati, in modo da poter testare la VPN senza correre alcun rischio.


Inizia subito la tua prova gratuita di NordVPN!

Conclusione

Non si può negare che Google ha sempre giocato un ruolo di prima linea nell’agevolare le nostre vite.

Tuttavia, per continuare a farlo, avrà bisogno di sempre più informazioni.

Pare che il costo di tale comodità sia la nostra privacy.

C’è da dire che Google non è certamente l’unica azienda in questo campo. Gli altri giganti del web, come Apple, Amazon e Microsoft, si comportano praticamente allo stesso modo.

Trovare un equilibrio tra il monitoraggio dell’attività dei consumatori e il rispetto della privacy deve costituire una priorità assoluta per le aziende che si affidano così tanto ad Analytics.

Il problema è che sono i profitti a guidare il mercato, e finché ci sarà qualche clausola sulla privacy che non noti o proprio non leggi i termini e condizioni, finirai sempre iscritto a qualcosa senza comprendere quali conseguenze comporti quella frazione di secondo necessaria per fare clic su “Accetto”.

Devi avere la tua privacy nelle tue mani, e per ora la PROTEZIONE OTTIMALE si ottiene combinando una VPN con un browser a navigazione anonima come Tor, che è a tutti gli effetti un sistema completo progettato per mantenere l’anonimato dell’utente.

Trovare la VPN adatta alle tue esigenze può risultare difficile, ma abbiamo già fatto la ricerca per te, restringendo la scelta alle cinque migliori alternative. Se vuoi ottenere un’ottima VPN ad un ottimo prezzo, non perderti la nostra aggiornatissima pagina per offerte e coupon.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

The Best Alternatives to Google

How to Permanently Delete Your Gmail Account

How to Make Chrome Incognito REALLY Private

Ti è stato utile? Condividilo!
Aspetta! NordVPN offre il 70% di sconto sulle sue VPN!