Trasparenza:
Recensioni professionali

vpnMentor ospita recensioni scritte dai nostri esperti, che esaminano i prodotti seguendo i propri standard professionali.

• Proprietà

vpnMentor è di proprietà di Kape Technologies PLC, a cui appartengono i seguenti prodotti: CyberGhost, ZenMate, Private Internet Access e Intego, i quali possono essere recensiti su questo sito.

• Commissioni di affiliazione

Sebbene vpnMentor possa beneficiare di commissioni quando viene effettuato un acquisto utilizzando i nostri link, ciò non ha alcuna influenza sul contenuto delle recensioni o sui prodotti/servizi recensiti. Forniamo link diretti per l'acquisto di prodotti che fanno parte di programmi di affiliazione.

• Linee guida per le recensioni

Le recensioni pubblicate su vpnMentor vengono scritte da esperti che esaminano i prodotti secondo i nostri rigorosi standard sulle recensioni. Tali standard assicurano che ogni recensione si basi sull'esame indipendente, professionale e onesto del recensore e prenda in considerazione le capacità tecniche e le qualità del prodotto insieme al suo valore commerciale per gli utenti, i quali possono anche influenzare il posizionamento del prodotto sul sito.

Le VPN sono sicure? Alcune no (e non solo tra quelle gratuite)

Tutti amano ottenere cose gratis, quindi non c’è da meravigliarsi che alcune delle VPN più popolari siano quelle che vengono pubblicizzate come gratuite.

Sfortunatamente, nulla è privo di costi e le VPN gratuite non sono un’eccezione. Potresti non dover pagare in dollari, ma se utilizzi una VPN gratuita finirai comunque in qualche modo per pagare.

Alcuni di questi costi sono semplicemente noiosi, ma altri sono decisamente pericolosi.

Di seguito, esamineremo le potenziali insidie ​​che si celano dietro il download di una VPN gratuita, in modo da aiutarti a fare una scelta più intelligente e più informata della VPN più adatta alle tue esigenze.

Come vedrai, le VPN gratuite non solo non ti permetteranno di accedere ai siti con blocchi geografici, ma comprometteranno anche la tua sicurezza e la tua privacy – ironia della sorte, con risultati esattamente opposti agli obiettivi che ti hanno portato a scaricare una VPN.

Guida veloce: come usare gratuitamente una VPN

  1. Scegli una VPN premium con una garanzia di rimborso di 30 giorni. Noi consigliamo ExpressVPN, la VPN con il punteggio più alto al mondo.
  2. Scarica e installa la VPN.
  3. Connettiti a un server in qualsiasi parte del mondo. ExpressVPN ha 3.000 server in 90 paesi.
  4. Goditi uno streaming più veloce, meno ads fastidiosi, maggiore privacy, larghezza di banda illimitata, ecc.
  5. Se non sei soddisfatto, cancella il tuo abbonamento nei primi 30 giorni. Non ti verrà addebitato un centesimo.

Prova ExpressVPN senza rischi!

7 pericoli nascosti delle VPN gratuite

1. Compromettono la tua sicurezza

Uno  degli scopi principali di una VPN è quello di proteggerti dagli hacker, quindi è più che allarmante scoprire che esistono delle VPN che possono compromettere la tua sicurezza.

Sfortunatamente, uno studio che ha coinvolto 283 VPN ha rivelato che, tra i provider gratuiti, Betternet, SuperVPN e CrossVPN contengono tutti dei malware. Infatti, il 38% delle VPN analizzate ha mostrato segni di infezione.

Immagine: Le VPN gratuite hanno molte più probabilità di contenere malware rispetto alle VPN a pagamento. Un punteggio AV maggiore di due è considerato un indicatore attendibile del fatto che in un’app sia presente un malware.

La maggior parte dei malware è legato alla pubblicità e questo ha senso considerando che le VPN gratuite non hanno ovviamente la fonte di entrate che hanno le VPN a pagamento. Questo è anche il motivo per cui è meno probabile che sia pericolosa una VPN che limita i dati che si è autorizzati a utilizzare rispetto a una che promette un prodotto gratuito senza un tornaconto evidente.

Anche la VPN gratuita Hola è caratterizzata da problemi di sicurezza. Oltre alla truffa botnet, il fatto che indirizzino il traffico nei computer dei loro utenti (piuttosto che nei propri server) significa che qualcun altro potrebbe utilizzare il tuo indirizzo IP per intraprendere attività illegali o perlomeno sgradevoli.

2. Monitorano la tua attività online

Secondo noi, questo è il peggior torto che una VPN può farti e cosa ancora più inquietante, è anche il più comune.

Uno dei motivi principali per cui potresti dover usare una VPN è proteggere la tua privacy mentre navighi su Internet. È quindi estremamente ironico che lo studio sopra menzionato abbia rilevato che il 72% delle VPN gratuite è impegnato con tracker di terze parti.

Immagine: solo il 28% delle VPN gratuite è risultato privo di tracker di terze parti, il che significa che il 72% di esse raccoglie dati sulla tua attività online.

Questi tracker sono utilizzati per raccogliere dati sulla tua attività online, in modo tale che gli inserzionisti siano in grado di mostrarti annunci mirati.

Quindi, in sostanza, invece di fornire privacy, le VPN stanno facendo esattamente l’opposto, raccogliendo le tue informazioni e vendendole al miglior offerente.

Mentre alcune VPN nascondono il fatto che vendono i tuoi dati, altre lo ammettono nella loro politica sulla privacy. Per esempio:

Nell’informativa sulla privacy di Psiphon è scritto questo:

Immagine: La VPN gratuita Psiphon afferma esplicitamente che: “Talvolta per supportare il nostro servizio utilizziamo pubblicità che potrebbero utilizzare tecnologie come cookie e web beacons. L’utilizzo dei cookie da parte dei nostri partner consente a loro e ai loro partner di pubblicare annunci in base ai tuoi dati di utilizzo.”

E questo è di Hoxx:

Immagine: In base all’informativa sulla privacy della VPN gratuita Hoxx, “Utilizzando i Servizi, l’utente riconosce, accetta e acconsente al fatto che possiamo raccogliere, elaborare e utilizzare le informazioni che ci fornisce e che tali informazioni saranno utilizzate esclusivamente da noi o da terze parti…”

In particolare, è stato rilevato che le VPN a pagamento hanno pochi tracker non solo rispetto alle VPN gratuite, ma anche rispetto ad altre app in generale. Ciò significa che nella maggior parte dei casi, quando acquisti un piano premium, ottieni effettivamente la privacy per la quale stai pagando

3. Non sbloccano Netflix

Attualmente, non esistono VPN gratuite in grado di garantirti di sbloccare Netflix in modo affidabile.

Sì, è possibile che occasionalmente tu riesca ad accedere a Netflix usando Tunnelbear, ma che funzioni sempre è tutt’altro che garantito. Più spesso, visualizzerai un messaggio di errore.

Immagine: Gli utenti di VPN gratuite in generale ricevono messaggi di errore quando cercano di bypassare il blocco geografico di Netflix.

Inoltre, il pacchetto gratuito di Tunnelbear è limitato a 500 MB al mese, che non sono abbastanza nemmeno per finire anche un solo film.

Allo stesso modo, ProtonVPN riesce a sbloccare Netflix usando server particolari, ma dal momento che rallenta deliberatamente la velocità di internet, probabilmente impazzirai per il buffering prima di finire un solo episodio di Orange is the New Black.

Windscribe e Hotspot Shield offrono l’accesso a Netflix, ma solo agli utenti con abbonamenti a pagamento.

È un vero peccato, ma ricevi quello per cui paghi. Bypassare il blocco di Netflix richiede molte risorse e dedizione, e i fornitori di VPN non sono disposti a distribuire questo servizio gratuitamente.

4. Limitano la quantità di dati che puoi usare

Come accennato in precedenza, alcune delle migliori VPN gratuite limitano la quantità di dati ai loro account gratuiti. Lo fanno per farti provare il loro servizio, ma presto ti renderai conto che per avere quello di cui hai bisogno dovrai sottoscrivere un piano a pagamento. In realtà è una tattica piuttosto intelligente.

Oltre a Tunnelbear, questo metodo è utilizzato anche da Hide.me, che limita i dati a 2 GB.

Immagine: Hide.me non limita solo i tuoi dati. Limita anche la larghezza di banda e offre meno postazioni server, protocolli e connessioni simultanee rispetto a quelle che fornisce ai propri clienti paganti.

5. Rallentano il tuo internet

Il rallentamento della connessione è un problema che dovrai affrontare con un sacco di VPN di scarsa qualità. Tuttavia, la cosa più fastidiosa è che la VPN rallenti la tua connessione di proposito.

Questa è la strategia di ProtonVPN. Sebbene ProtonVPN garantisca una sicurezza eccellente, al fine di incoraggiare i propri utenti gratuiti a eseguire l’aggiornamento al piano a pagamento, essi danno la priorità ai loro utenti a pagamento, e questo significa che spesso vedrai il tuo internet andare a passo di lumaca.

Immagine: se non altro ProtonVPN è all’avanguardia nel modo in cui rallentano la velocità di Internet per gli utenti gratuiti.

Altri modi in cui le VPN gratuite rallentano la velocità di Internet sono la visualizzazione degli annunci (vedi sotto) e la limitazione della larghezza di banda.

6. Ti bombardano con annunci pubblicitari

Il motivo per cui alcune VPN gratuite seguono questo approccio è abbastanza ovvio. Dal momento che i loro utenti non pagano loro abbonamenti mensili, le aziende hanno bisogno di un altro modo per fare soldi.

Betternet è un fornitore che utilizza questo metodo. Sebbene sul loro sito web affermino di non mostrare annunci fastidiosi, in realtà compaiono annunci pubblicitari ogni volta che ci si connette.

Immagine: Betternet afferma di non mostrarti annunci.

Immagine: Gli utenti si ritrovano in realtà degli annunci ogni volta che attivano la VPN.

Allo stesso modo, l’app gratuita di Hotspot Shield è piena di pubblicità, un problema che ha indotto molte lamentele nei nostri lettori.

Non solo le pubblicità sono fastidiose, ma possono anche rallentare la velocità di internet o condurti a siti dannosi.

Inoltre, poiché agli inserzionisti piace inviare annunci mirati, la tipologia degli annunci è un campanello di allarme per quanto riguarda la privacy degli utenti. In altre parole, se la tua VPN ti mostra annunci, probabilmente condivide anche dati sulla tua attività online con terze parti.

7. Vendono la tua larghezza di banda

Oltre a mostrare annunci, la VPN Hola ha trovato un altro modo per guadagnare dai propri utenti gratuiti: permette che i suoi clienti paganti sfruttino la potenza di elaborazione del tuo dispositivo, vendendo essenzialmente la tua larghezza di banda a scopo di lucro.

Lo dichiarano sul loro sito web, anche se lo rigirano in modo che sembri una cosa positiva:

Immagine: secondo il sito web di Hola, “Hola genera entrate vendendo una versione commerciale del servizio Hola VPN alle aziende (attraverso il marchio Luminati). Questo è ciò che ci consente di fornire Hola gratuitamente ai nostri utenti di PC e Mac. Gli utenti che desiderano usufruire della rete Hola senza contribuire con le proprie risorse inattive possono farlo aderendo al servizio premium Hola per $ 5 al mese (o $ 45 all’anno).”

Ma quello che non menzionano è che Luminati è noto per essere stato utilizzato in almeno un attacco botnet.

Un attacco botnet si verifica quando un gran numero di computer sono infettati da malware che li sfrutta tutti insieme per effettuare un attacco. In altre parole, tutti i computer della rete di Hola (cioè tutti quelli appartenenti ai loro utenti gratuiti) sono stati rilevati dai cyber-criminali.

E non siamo nemmeno sicuri che sia capitato una volta sola. Al momento non esistono procedure per monitorare il modo in cui gli utenti di Luminati sfruttano la rete, e ciò rende questa VPN uno strumento perfetto per i cyber-criminali.

In breve, utilizzando il servizio VPN gratuito Hola, non solo permetti alla compagnia di vendere la potenza di elaborazione del tuo dispositivo, ma potenzialmente ne consenti l’utilizzo per scopi illeciti.

Le VPN gratuite possono essere sicure? Solo se leggi tra le righe

Alcune VPN gratuite conservano i log, ma molte VPN a pagamento potrebbero fare lo stesso. Indipendentemente da quale tipo tu scelga, qualsiasi VPN sarà sicura solo se leggerai attentamente i termini di utilizzo e le politiche sulla privacy. Controlla sempre quale tipo di dati la VPN conservi, altrimenti questi potrebbero essere condivisi con il governo o con terzi.

Potrai trovare le opzioni sicure nel nostro articolo sulle VPN che non conservano log: tra queste possiamo già menzionarti ExpressVPN, CyberGhost e Private Internet Access. Comunque, tutte le VPN elencate in questo articolo non conservano alcun log e sono note per le loro rigide misure di sicurezza.

Non devi pagare una fortuna per avere una buona VPN

Fortunatamente, non tutti i servizi premium sono costosi. Per esempio, ExpressVPN, una delle VPN più popolari sul mercato, è davvero competitiva con i prezzi e offre spesso degli sconti.

Oppure puoi provare una di queste VPN preferite dagli utenti. Tutte queste VPN ti permetteranno di superare blocchi geografici, avere velocità elevate e di garantirti la sicurezza e la privacy che desideri dalla tua VPN.

Domande frequenti

😀 Come scelgo la VPN giusta?

La parte più importante dello scegliere una VPN, sia gratuita che a pagamento, è assicurarsi che i permessi e le politiche sulla privacy siano legittime. È ovvio che le VPN abbiano bisogno di accedere alla tua rete e a internet, ma alcune di esse ti chiederanno anche permessi non necessari sui dispositivi mobili come la possibilità di leggere lo status del telefono o l’identità: questo tipo di accesso potrebbe mettere a repentaglio la sicurezza delle tue informazioni. Altri, invece, condivideranno la tua cronologia di navigazione con terzi, come agenzie di marketing.

Non preoccuparti: noi abbiamo una guida che ti aiuterà a scegliere una VPN anche se sei poco pratico del mondo della sicurezza online: in tal modo, potrai prendere una decisione informata.

😄 Qual è la migliore VPN gratuita?

Ciò dipende dall’utilizzo che intendi fare di una VPN. Ti consiglio di dare un’occhiata al nostro articolo sulle 10 migliori VPN ancora funzionanti nel 2021.

Nell’articolo troverai tutte le informazioni sulle migliori VPN davvero gratuite, tutte testate personalmente dal nostro team e dalla comprovata sicurezza. Potrai anche trovare alcune VPN premium che potrai provare senza rischi grazie alla loro garanzia di rimborso.

🙂 Perché le VPN gratuite limitano i loro servizi?

Le VPN gratuite pongono un tetto di utilizzo su dati, banda larga e velocità per contenere i loro costi di funzionamento. La manutenzione, il miglioramento e la riparazione di una VPN costano: i provider che offrono servizi gratuiti offrono un numero minimo di server ed altre funzionalità per darti un servizio decente e attirare altri utenti; ma l’obiettivo finale è quello di fornire un’assistenza e un servizio affidabili in modo da invogliarti a passare a un piano a pagamento.

Per quanto sia fastidioso, i servizi come ProtonVPN e Windscribe che limitano l’accesso ai server e ai dati sulle loro versioni gratuite sono più sicuri di un servizio che offre funzionalità illimitate. Inoltre, questi due provider offrono solide politiche no-log e buone funzionalità di sicurezza anche nelle loro versioni gratuite.

Avviso sulla privacy!

I tuoi dati sono esposti ai siti web che visiti!

Il tuo indirizzo IP:

La tua posizione:

Il tuo Internet Provider:

Le informazioni di cui sopra possono essere utilizzate per tracciarti, localizzarti per ricevere pubblicità e monitorare ciò che fai online.

VPN può aiutarti a nascondere queste informazioni dai siti web in modo che tu sia protetto in ogni momento. Consigliamo ExpressVPN - il VPN numero 1 su oltre 350 provider che abbiamo testato. Ha funzioni di crittografia di livello militare e caratteristiche di privacy che garantiranno la tua sicurezza digitale, inoltre - attualmente offre 49% di sconto.

Visita ExpressVPN

Sugli autori

Sara è scrittrice ed editrice da lunga data con la passione per la sicurezza informatica e una conoscenza approfondita dei Bitcoin.

Hai apprezzato questo articolo? Valutalo!
L'ho odiato Non mi è piaciuto Non male Molto bene! L'ho amato!
Votato da utenti
Grazie per il tuo feedback.
Commento Il commento deve essere lungo da 5 a 2500 caratteri.
OFFERTA ESCLUSIVA
Ottieni 3 mesi gratis
per la nostra VPN n° 1
OFFERTA A TEMPO LIMITATO

00

Giorni

00

Ore

00

Minuti

00

Secondi
Ottieni ExpressVPN
30 giorni di garanzia soddisfatti o rimborsati
Image Alt Text - Vendor Logo expressvpn - devices